Viaggio ai tropici: tutte le regole per godersi una meta da sogno

State pianificando un viaggio verso una destinazione tropicale? Ecco tutte le regole per partire in sicurezza.
Viaggio ai tropici: tutte le regole per godersi una meta da sogno

Ultimo aggiornamento: 08 ottobre, 2021

Un viaggio ai tropici è considerato da molti una vacanza da sogno. Tropici è il nome dato alle destinazioni situate tra i tropici del Cancro e del Capricorno; qui troviamo la maggior parte dei paesi dell’Africa, dell’America centrale, del Sud America (ad eccezione di Argentina, Uruguay e Cile) e del Sud-est asiatico. Anche alcuni paesi dal Medio Oriente, come l’Oman, lo Yemen e parte dell’Arabia Saudita.

I viaggi tropicali possono essere esperienze meravigliose, alla scoperta di paesaggi unici, patrimoni inestimabili e affascinanti culture ancestrali. Ma, d’altra parte, comportano anche un certo grado di rischio, ad esempio le malattie tropicali, come la febbre dengue, la febbre gialla o la malaria.

Malattie tropicali, attenzione a:

Tra le malattie tropicali più comuni abbiamo:

  • Malaria o paludismo: è causata dal plasmodium malariae ed è trasmessa dalla puntura della zanzara anopheles. Può essere mortale. L’OMS stima più di 200 milioni di casi nel mondo all’anno.
  • Dengue, Chikungunya e Zika: anch’esse trasmesse dalle punture di zanzara. I sintomi sono febbre alta, tremore, disidratazione e arrossamento della pelle. Sono particolarmente pericolose nei bambini e nelle donne in gravidanza.
  • Leishmaniosi: causata da parassiti trasmessi dalla puntura di mosche. La forma cutanea è più comune, tuttavia, la forma mucocutanea può essere piuttosto grave e la viscerale è fatale.
  • Altre malattie diarroiche: la cosiddetta diarrea del viaggiatore può essere contratta nelle destinazioni tropicali con scarse condizioni igieniche. Si stima che le malattie diarroiche acute siano la principale causa di mortalità infantile nel mondo.

Viaggio ai tropici: come evitare di ammalarsi

Quando si pianifica un viaggio ai tropici, è necessario prendere in considerazione alcune misure. In questo caso, più che mai prevenire è meglio che curare.

1. Visita di controllo dal medico

Vi consigliamo di iniziare con una visita dal medico di famiglia per un check up generale, qualche esame; in questo modo potrete partire più tranquilli.

2. Attenzione alle malattie croniche

Chi soffre di una malattia cronica, oltre al controllo generico, dovrebbe aver cura di viaggiare con un referto medico aggiornato. Inoltre, chi segue una dieta, dovrà continuare ad attenervisi.

3. La scorta dei farmaci

Se si soffre di qualsiasi malattia, cronica o acuta, è necessario portare con sé medicinali sufficienti per il viaggio, il soggiorno e il ritorno. Anche qualcosa in più per gli imprevisti.

Donna con pillole in mano.
È importante portare con sé pillole extra in ogni viaggio, considerando possibili imprevisti o ritardi.

4. Altre precauzioni con i farmaci

Quando si parte per un viaggio ai tropici, occorre mettere in conto possibili restrizioni all’ingresso di farmaci. Pertanto, è utile accompagnare i medicinali con il relativo referto e le prescrizioni.

5. Kit di pronto soccorso

Preparate un piccolo kit di pronto soccorso. Questo dovrà contenere materiale occorrente in caso di ferite e alcuni farmaci, come antidolorifici o antistaminici. Non è necessario partire con il kit da casa, potete anche approntarlo una volta giunti a destinazione.

6. Mai senza repellenti

Mettete in valigia dei repellenti, poiché molte malattie tropicali sono trasmesse dalle zanzare. I più efficaci sono quelli con dietilmetil toludamina ; a meno che non abbiate un’allergia al DEET.

Applicateli soprattutto prima di stare all’aperto, evitando le aree vicino alle mucose (occhi e bocca). Se avete bambini piccoli, non lasciate che se ne occupino loro.

7. Lasciate a casa i profumi

Dimenticate i profumi per un po’, poiché alcune fragranze possono attirare gli insetti. Per quanto riguarda creme e altri prodotti, scegliete quelli che hanno odori neutri o senza profumo.

8. Abbigliamento comodo e protettivo

I vestiti da mettere in valigia devono essere comodi e allo stesso tempo proteggere gran parte del corpo. Cioè, maniche lunghe e pantaloni lunghi.

Prediligete le fibre naturali, come il cotone, perché sono più fresche. Lo stesso vale per il pigiama e la biancheria intima.

9. Zanzariere per dormire

Nelle culle e nelle carrozzine, così come nei lettini, sarà bene prevedere delle zanzariere. Alcuni hotel e bed and breakfast le hanno già.

10. Insetti nel letto e nei vestiti

Prima di andare a letto, controllate che non ci siano insetti su materasso, cuscini e lenzuola. Fate lo stesso con i vestiti e le scarpe al mattino, prima di indossarli.

11. Protezione solare

Ricordate che ai tropici i raggi del sole colpiscono perpendicolarmente e la radiazione solare è più intensa. Pertanto, non si può partire per un viaggio ai tropici senza una protezione solare in valigia.

La protezione è completata da berretti, cappelli o visiere e occhiali da sole. Ricordatevi di non esporvi al sole nelle ore di maggiore intensità, tra le dieci del mattino e le due o le tre del pomeriggio.

Potrebbe interessarvi anche: Eritema solare: prevenzione e trattamento

12. Idratazione

Il calore è tanto maggiore quanto più ci si avvicina all’equatore. Nei viaggi tropicali aumenta anche il rischio di disidratazione. Pertanto, è necessario aumentare il consumo di liquidi, così come di cibo ricco di acqua.

13. Idratazione della pelle

Quando la temperatura aumenta, la pelle tende anche ad asciugarsi più velocemente. Pertanto, proprio come è necessario bere molti liquidi, è conveniente utilizzare una crema idratante per il derma.

14. Attenzione alle orticarie

Se si soffre di orticaria cronica, è molto importante prendere precauzioni per quanto riguarda l’abbigliamento, le calzature e l’esposizione al sole. Proprio come i sintomi allergici aumentano in estate, si intensificano anche ai tropici.

15. Prevenire le micosi

In luoghi caldi e umidi, si suda molto. Per proteggere i piedi in viaggio, le calzature devono essere comode e lasciare respirare la pelle, per evitare la comparsa di micosi.

16. Scarpe adatte

Dovrete scegliere le calzature in base alla destinazione: giungla o spiaggia? Se avete scelto una meta di montagna o boscosa, l’ideale è indossare stivali alti di cuoio. Questo per evitare punture di insetti e soprattutto morsi di serpente.

17. Lavate bene frutta e verdura

Preferibilmente, il cibo crudo non dovrebbe essere consumato. Ma nel caso di frutta e verdura, vanno sbucciate, lavate bene o messe a bagno in un po’ di aceto. Non comprate la frutta già sbucciata o tritata, ma intera e con la buccia.

18. Cibi esotici

Sebbene abbiano un aspetto e un odore invitanti, bisognerebbe evitare di mangiare cibo di strada; ancor di più se crudo o semicrudo. Ricordate che il colera può essere contratto consumando crostacei, gamberi, granchi e pesce crudi.

19. Acqua potabile e altri liquidi

Se è vero che è importante restare idratati, è necessario fare molta attenzione. Dovreste consumare solo acqua minerale proveniente da bottigliette chiuse.

Lo stesso vale per i cubetti di ghiaccio e altre bevande. Nel caso di infusi caldi, questi offrono un po’ più di sicurezza grazie alla temperatura elevata.

20. Attenzione ai bagni nelle acque inquinate

Immergersi in fiumi, laghi, dighe, stagni e altri fonti di acqua dolce può essere pericoloso. È possibile contrarre malattie trasmesse da parassiti, come la schistosomiasi.

21. Doccia

Fate la doccia spesso, per combattere gli effetti della sudorazione da alte temperature e dall’eccesso di umidità. Ma al termine, ricordatevi di asciugarvi bene.

22. Animali domestici e selvatici

Non importa quanto carino sia quell’animale, domestico o selvatico, evitate il contatto. Guardatelo da lontano, scattate una foto, ma non toccatelo. Nel caso di un animale domestico, potrebbe non essere vaccinato.

23. Attenzione alle allergie

Se soffrite di allergia, dovrete prendere precauzioni extra con gli acari nei materassi e nelle lenzuola. Potete usare coperture isolanti o cercare di ventilare la stanza in modo che l’umidità non si accumuli.

24. Prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili

Uno dei maggiori rischi del viaggio è innamorarsi; non del paesaggio, ma di qualcuno. Se nessuno è immune all’amore, si possono prendere però precauzioni quando incontriamo qualcuno che ci attrae. Il modo più sicuro per prevenire la maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili è ancora il preservativo.

25. Assicurazione sanitaria

Essere previdenti non è mai troppo. L’assicurazione del viaggiatore è un investimento importante prima di intraprendere un viaggio tropicale. In caso di qualsiasi evenienza, dovuta a infortunio o malattia, sarà utile averne una con ampia copertura.

26. Altre precauzioni in caso di viaggio ai tropici

Se siete in gravidanza, dovreste evitare di viaggiare nei primi e negli ultimi mesi. Soprattutto perché alcuni farmaci e vaccini possono influenzare lo sviluppo del feto.

Donna incinta in aereo.
Le precauzioni si moltiplicano quando si aspetta un bambino, soprattutto verso le destinazioni tropicali.

Vaccini per viaggiare nei paesi tropicali

In alcuni paesi è un requisito essenziale per l’ingresso avere determinati vaccini. Alcune malattie, come quelle sopra menzionate, persistono ancora. Pertanto, se state pianificando un viaggio ai tropici, valutate questo punto.

I vaccini variano a seconda della destinazione. Chiedete consiglio al medico o recatevi in un centro vaccinale per determinare i rischi a cui sarete esposti.

A seconda del paese di destinazione e delle malattie endemiche, i principali vaccini sono:

  • Febbre gialla
  • Epatite A e B.
  • Rabbia.
  • Meningococco.
  • Tetano.

Prenotate la vaccinazione diverse settimane prima di mettervi in viaggio.

Il viaggio ai tropici: un piacere, ma in sicurezza

State pensando ad una fuga dalla routine, ad una meta paradisiaca, esotica, tropicale? Riempitevi gli occhi, respirate i profumi, godetevi il cibo e la musica. Viaggiare è un piacere e non deve smettere di esserlo.

Ma allo stesso tempo, prendete le dovute precauzioni. Forse così tante raccomandazioni possono sembrare schiaccianti, ma prepararsi a un viaggio tropicale non deve essere necessariamente uno stress.

Iniziate a pianificare con anticipo. Ad esempio, la maggior parte dei vaccini è di lunga durata; quello della febbre gialla richiede solo un richiamo ogni 10 anni!

Potrebbe interessarti ...
Viaggiare sicuri all’estero: 12 consigli
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Viaggiare sicuri all’estero: 12 consigli

Viaggiare sicuri all'estero è possibile, anzi, necessario. Entrare in contatto con culture diverse dalla nostra è un'occasione d'oro.



  • Andrus J, et al. La vacunología en América Latina: Un recurso para los gerentes de inmunización. Washington, D.C.: Instituto de Vacunas Sabin; 2018.
  • Gonzalez F,  Sordo M, Rowensztein G. Diarrea por rotavirus: impacto en un hospital de niños de Buenos Aires. Medicina Buenos Aires. 1999; 59: 321-326.
  • Nevot Falcó S, Gómez Galán C, Ferré Ybarz L. Reacciones adversas e hipersensibilidad a venenos de insectos, atrópodos
    y otros invertebrados. Protoc diagn ter pediatr. 2019; 2: 341-361.
  • Romero C, Mamani N, Halvorsen K, Iñíguez Volga. Enfermedades diarreicas agudas asociadas a rotavirus. Rev. chil. pediatr.  2007;  78(5): 549-558.
  • Valerio L, Sabrià M, Fabregat A. Las enfermedades tropicales en el mundo occidental. Medicina Clínica. 2002; 118(13); 508-514.