La diarrea del viaggiatore: che cos’è?

13 Aprile 2021
La diarrea del viaggiatore può comparire insieme ad altri sintomi, come vomito o febbre. Si presenta soprattutto quando si viaggia verso destinazioni con infrastrutture insufficienti e clima caldo.

La diarrea del viaggiatore si manifesta quando si viaggia in paesi con condizioni igieniche e sanitarie diverse da quelle del proprio luogo di origine. È dovuta a un’infezione causata da batteri o virus presenti nell’acqua o nel cibo ingeriti.

Negli ultimi anni il turismo è cambiato. Attualmente, molte persone scelgono come destinazione paesi che ancora non dispongono di infrastrutture adeguate o luoghi esotici nei quali le condizioni igieniche e sanitarie non sono delle migliori.

Sebbene l’incidenza della diarrea del viaggiatore sia diminuita, si stima che colpisca circa il 40% dei viaggiatori. Di solito appare all’improvviso durante il viaggio o proprio al ritorno, il che può influire negativamente su tutti i livelli.

Sebbene la diarrea del viaggiatore in genere non sia grave e tenda a guarire da sola, può presentare alcune complicazioni. In questo articolo spieghiamo tutto quello che c’è da sapere su questo disturbo e i principali fattori di rischio.

Cos’è la diarrea del viaggiatore?

Problemi digestivi preoccupanti.
Sono presenti diarrea e vomito? Il disturbo potrebbe essere di origine infettiva.

La diarrea del viaggiatore si verifica quando durante il viaggio ci si espone a microrganismi a cui non si è esposti nel paese di origine. Possono essere virus, batteri e persino parassiti.

Spesso si verifica dopo aver bevuto acqua non adeguatamente trattata o disinfettata. Sono molti i paesi nel mondo in cui la qualità dell’acqua non è ottimale. Questo disturbo, tuttavia, può verificarsi anche a seguito del consumo di alcuni alimenti.

La maggior parte dei casi di diarrea del viaggiatore sono causati dal batterio Escherichia coli. Nello specifico, esistono alcuni ceppi di questo batterio, come l’E. Coli enteroemorragico, che provocano un gran numero di casi, causando gli episodi di diarrea più aggressivi.

Di solito la diarrea si manifesta all’improvviso. Può accadere durante il soggiorno e mandare a monte tutti i piani di viaggio. È dunque importante adottare alcune misure preventive. Allo stesso modo, tuttavia, potrebbe comparire al rientro.

Oltre alla diarrea, tali infezioni possono causare altri sintomi, come nausea e vomito. Anche i crampi addominali e la febbre sono frequenti. Se non trattata adeguatamente, può provocare disidratazione.

Potrebbe piacervi: Disbiosi intestinale: di cosa si tratta?

Quali sono i fattori di rischio per la diarrea del viaggiatore?

Il primo fattore di rischio per contrarre la diarrea del viaggiatore è la destinazione. Come anticipato, le condizioni sanitarie sono determinanti, soprattutto la qualità della disinfezione dell’acqua.

I paesi in cui si verifica la maggior parte dei casi sono quelli del Centro America, Sud America, Africa e Asia. Allo stesso modo, influiscono le condizioni di viaggio, poiché se si viaggia con poche risorse, ad esempio in stile backpacking, è più probabile ingerire cibi contaminato o alloggiare in luoghi malsani.

Anche la stagione dell’anno è importante, poiché le infezioni sono più frequenti nei mesi più caldi. Non possiamo dimenticare che le condizioni di salute delle singole persone sono altrettanto decisive. Una persona con un sistema immunitario indebolito è più vulnerabile a qualsiasi infezione.

Potrebbe interessarvi: Rimedi a base di carote utili in caso di diarrea

Come si può prevenire?

Donna sale in aereo.
I viaggi in aereo sono la causa principale della barotite media, dato che i cambiamenti di pressione influenzano l’orecchio medio.

Per prevenire la diarrea del viaggiatore, potete seguire alcuni semplici consigli su cibo e bevande. Si consiglia di mangiare cibi molto cotti, cucinati bene e serviti caldi. Dovreste evitare prodotti non trattati, come i latticini non pastorizzati.

Ad esempio, cercate di non mangiare cibo dalle bancarelle. Nel caso dell’acqua, dovreste sempre cercare di bere acqua in bottiglia ben sigillata. Cercate di non bere acqua del rubinetto, né di utilizzarla per lavarvi i denti o per sciacquare la frutta. Inoltre, se chiedete dell’acqua, preferitela sotto forma di bevande calde, come il tè.

La cosa più importante è che, se compare uno dei sintomi che abbiamo menzionato, vi rivolgiate al medico più vicino il prima possibile. Sebbene la diarrea possa scomparire da sola, può anche avere gravi conseguenze, come la disidratazione.

  • Vila, J., Oliveira, I., Zboromyrska, Y., & Gascon, J. (2016). Diarrea del viajero. Enfermedades Infecciosas y Microbiologia Clinica, 34(9), 579–584. https://doi.org/10.1016/j.eimc.2016.04.010
  • Diarrea del viajero – Trastornos gastrointestinales – Manual MSD versión para público general. (n.d.). Retrieved January 16, 2020, from https://www.msdmanuals.com/es-es/hogar/trastornos-gastrointestinales/gastroenteritis/diarrea-del-viajero
  • Diarrea del viajero » Saludigestivo. (n.d.). Retrieved January 16, 2020, from https://www.saludigestivo.es/mes-saludigestivo/toxiinfecciones-alimentarias/diarrea-del-viajero/