Vivere è l’unica priorità, tutto il resto può aspettare

1 aprile 2016
Nella vita, dobbiamo imparare a capire quali sono le cose importanti e godercele. Trovare la felicità nelle piccole cose quotidiane può essere utile per trovare la propria strada

Vivere non significa lasciare che il tempo scorra né lasciarsi trasportare dai programmi degli altri, mentre osserviamo dalla finestra come passano i giorni, senza essere in grado di coronare i nostri sogni.

Anche se ci ripetono spesso che “non è mai troppo tardi per fare ciò che ci piace”, è importante ricordare che prima metteremo in pratica quest’idea, prima inizieremo a goderci la vita.

Essere vivi è il dono più grande che ci è stato concesso. Per questo motivo, non c’è niente di più prioritario che raggiungere la felicità nella vita quotidiana e nel modo più semplice.

Siate felici e fate felici gli altri. Il resto, che ci crediate o no, può aspettare.

La felicità non è vivere, ma saper vivere

girasoli

Guardate per qualche minuto l’immagine di questi girasoli. Sono pieni di luce, pieni di vita e di splendore. Nel loro ciclo vitale hanno solo un obiettivo: muoversi per cercare la luce del sole.

La loro è una vita semplice, ma ha uno scopo. Anche noi dovremmo considerare come una priorità quel bagliore che ci fa stare bene e che ci aiuta a essere noi stessi. Qualsiasi altra cosa che ci allontani da questo obiettivo, è un aspetto artificiale e secondario.

Scoprite anche: 13 consigli per condurre una vita più felice

  • La felicità sta nel poter fare ogni giorno ciò che ci fa stare bene davvero. Ecco perché, per esempio, conviene sempre fare un lavoro con il quale ci identifichiamo, che sia per noi appagante.
  • Saper vivere non vuol dire solo dare la priorità a noi stessi, ma anche sapere come rendere felici gli altri, perché solo così la nostra esistenza otterrà un significato autentico. Aiutate, proteggete, istruite, offrite, ascoltate, fate ridere, consolate, costruite…

Fissate il vostro obiettivo all’orizzonte, proprio come fanno i girasoli, e non perdetelo mai di vista. Quello che vi rende felici vi definisce e vi motiva.

Non mettete la vostra felicità in mano a nessuno

bambina che guarda le stelle

Invece di permettere che la vostra felicità dipenda da ciò che fanno o non fanno gli altri, cercate di essere sempre gli artefici del vostro benessere.

Non potete vivere dipendendo fino allo stremo da ciò che fanno o smettono di fare gli altri. Ci sono, per esempio, degli amori dipendenti nei quali anche il gesto più piccolo può essere interpretato come un fastidio o una mancanza di amore. Non bisogna arrivare a questi estremi.

Leggete anche: Chi brilla di luce propria infastidisce chi vive nell’oscurità

Sappiamo che, spesso, essere amati è sinonimo di grande felicità. Nonostante ciò, è necessario amare sempre con equilibrio e maturità, prendendosi cura della propria autostima.

Ricordatevi sempre che essere felici in una coppia dipende da due persone e non deve essere un legame basato sulla dipendenza, bensì su un progetto comune costruito sulla reciprocità.

Imparate a stabilire le vostre priorità, a capire cosa è importante e cosa può aspettare

donna luce

Se domandate a un vostro amico o a un vostro parente se sa qual è la cosa più importante nella vita, è probabile che questo vi guardi con scetticismo e vi risponda: come faccio a non saperlo?

In realtà, ci sorprende sempre pensare che le persone “non sappiano essere felici”. Secondo i dati forniti dal consiglio direttivo di Google, una delle frasi più cercate è proprio “come essere felici”.

Che cosa significa tutto ciò? In pratica, vuol dire che molta gente non sa stabilire le proprie priorità nella vita quotidiana e non sa distinguere tra ciò che è davvero importante e ciò che è secondario. Vivere e saper vivere è un’arte complessa che ci costringe a considerare tutte queste dimensioni:

  • È importante conoscere se stessi e sapere cosa ci dona pace e cosa, invece, è fonte di ansia o tristezza.

Forse vivete in un luogo dove non c’è quasi il sole, forse avete un lavoro meccanico che non vi permette di usare la vostra creatività, la vostra essenza. Forse siete circondati da persone che non vi fanno del bene, che vi tarpano le ali… Rifletteteci.

  • Smettete di attaccarvi agli oggetti materiali. Vivere non significa collezionare oggetti, bensì accumulare esperienze di vita. Per questo motivo, giorno dopo giorno dovete uscire un po’ dalla vostra quotidianità. La vita è fatta di impegni da rispettare, ma anche da libertà personali nelle quali essere se stessi.

Vi consigliamo di leggere: Non è mai tardi per fare quello che si ama

  • Imparate a godervi la vita, a riempire le vostre giornate di sogni e di obiettivi da raggiungere. Un’esistenza senza sogni è un fuoco senza il calore che emana o un prato senza papaveri. Fate ogni giorno quello ciò che vi rende più felici, che vi fa essere voi stessi e che alimenta il fuoco della vostra gioia di vivere.

Credete a noi, essere felici non è poi così difficile.

Guarda anche