18 segnali che possono indicare un problema al fegato

5 gennaio 2015
Un abuso di medicinali o l'assunzione prolungata di questi può causare problemi nel funzionamento del fegato. Dovete bere molta acqua per aiutare quest'organo a depurarsi.

Il fegato è un organo che compie diverse funzioni fondamentali per il nostro organismo, come disintossicare, combattere le infezioni, immagazzinare le vitamine e l’energia, segregare la bile, sostanza che permette l’attività digestiva. È fondamentale prendersi cura di questo organo, poiché si occupa di pulire il sangue e liberare il nostro corpo dalle sostanze tossiche in esso presenti.

Le cause per cui il fegato smette di funzionare in modo effettivo ed efficace possono essere diverse. Ad esempio, un eccessivo consumo di bevande alcoliche,  determinate malattie o l’assenza di igiene negli alimenti assunti.

Per questo motivo, è importante tenere in considerazione che il fegato può soffrire attacchi da parte di elementi esterni oppure dallo stesso sistema immunitario, trasformandosi in un focolare di infezioni e diversi problemi di salute. Detto questo, è chiaro quanto sia importante riconoscere i segnali che indicano un problema al fegato. Ve li presentiamo a seguire.

18 segnali che evidenziano lo scorretto funzionamento del fegato

  • Se si assumono molti farmaci o un sovradosaggio degli stessi, si corre il rischio di causare problemi nel normale funzionamento del fegato.
  • Allo stesso modo, se si assume lo stesso farmaco per lunghi periodi di tempo.
  • Il consumo regolare di più di 5 bevande alcoliche al giorno assicura un’infezione al fegato.
  • Eredità familiare di malattie epatiche.
  • L’assunzione di farmaci per il cuore o per il diabete.
  • Cattiva digestione, dolore addominale, stitichezza.
  • Nausea, soprattutto dopo il consumo di alimenti grassi.
  • Sindrome del colon irritabile.
  • Alito cattivo o lingua con macchie bianche.
  • Cambiamenti d’umore, depressione e scarsa memoria. Questi sintomi dipendono da un cattivo funzionamento del fegato che non è in grado di disintossicare l’organismo, per cui le sostanze tossiche giungono al cervello tramite il sangue e ne compromettono l’attività.
  • Febbre, infezioni cutanee ed asma.
  • Tensione alta.
  • Ritenzione dei liquidi.
  • Mal di testa.
  • Instabili livelli di zucchero nel sangue.
  • Malattie e comparsa di calcoli nella cistifellea.
  • Eccessiva temperatura corporea.
  • Bassa tolleranza ad alcuni farmaci, come gli antibiotici.

Sintomi di una persona con il fegato malato

spasmi allo stomaco

  • Cambiamento nel colore di pelle ed occhi, che acquisiscono una tonalità giallognola.
  • Dolore e gonfiore addominale.
  • Sensibilità della pelle (irritazione, prurito, infiammazione).
  • Perdita dell’appetito, nausea, fatica cronica.

Quando una persona presenta uno dei segnali o sintomi sopra menzionati, deve rivolgersi ad un medico per valutare la situazione. La prima cosa da fare è eliminare dalla propria dieta bevande alcoliche e gassate ed alimenti quali chiodi di garofano, cibi molto conditi e speziati, insaccati e cibi fritti e molto grassi. Bisogna seguire gli accorgimenti alimentari e i consigli suggeriti dal medico al fine di evitare qualsiasi malattia che possa interferire con il corretto funzionamento del proprio organismo.

Le persone con maggiori rischi di soffrire di malattie epatiche, inoltre, sono quelle già affette da malattie quali il diabete, quelle che assumono in modo abituale le bevande alcoliche, quelle che lavorano a contatto con prodotti chimici tossici oppure in laboratori in cui vengono manipolati sangue, virus o batteri, le persone obese, le persone con tatuaggi (questo in seguito all’uso di aghi non sterilizzati).

La salute personale è responsabilità di ciascuno di noi, per cui è importante ascoltare gli allarmi ed i segnali del nostro corpo. Dovete mangiare solo se avete appetito, in caso contrario non obbligate il corpo ad assumere cibo. In questo caso, potete ricorrere a succhi naturali, frutta oppure ad un bicchiere d’acqua. Se obbligate il corpo a ricevere cibo senza che questo ne abbia bisogno, costringete il fegato a lavorare in eccesso aumentando la possibilità di ammalarsi.

Si consiglia di bere acqua minerale tra gli 8 e i 12 bicchieri al giorno, poiché questa buona abitudine è di grande beneficio per disintossicare il fegato e pulire i reni. Dovete evitare di assumere grandi quantità di zucchero, poiché il fegato si incarica di trasformarlo in grasso e colesterolo, compromettendo il corretto funzionamento dell’organismo.

Sugar or stevia sweetener

Se desiderate mantenere in salute il vostro fegato, evitate in tutti i modi di assumere dolcificanti artificiali; il corpo ha sempre bisogno di zuccheri, ma questi possono derivare dalla frutta fresca, dal miele oppure da dolcificanti naturali come la stevia.

Infine, per non esporre il fegato ad infezioni e ad un lavoro eccessivo ed accelerato, dovete assicurarvi di una corretta igiene quando preparate ed ingerite gli alimenti. Dovete anche aumentare il consumo di legumi e verdure, così come evitare gli alimenti trattati con pesticidi o altri prodotti chimici.

Guarda anche