4 cause del dolore lombare che bisogna conoscere

· 17 febbraio 2016
Anche se può essere causato da una postura incorretta o da un movimento brusco, se il dolore si prolunga nel tempo, è importante consultare uno specialista per scartare la possibilità di problemi più gravi

Non vi sorprenderà sapere che uno dei fastidi più diffusi è il dolore che colpisce la zona inferiore della schiena (zona lombare). Possiamo dire che quasi il 90% di noi soffre questo disturbo almeno una volta al giorno.

Una postura incorretta sulla sedia, per esempio, scatena questo problema, che può andarsene dopo un paio d’ore oppure diventare cronico, un dolore del quale è importante conoscere la causa.

Come già saprete, qualsiasi fastidio nel nostro corpo è il sintomo di un problema sottostante e, anche se il dolore lombare si deve quasi sempre a un movimento sbagliato o a una postura incorretta, è importante conoscere le altre possibili cause. Vediamo queste cause nel nostro articolo di oggi.

1. Dolore lombare dovuto alle tensioni muscolari

Senza dubbio, questa è la causa più comune e che, in generale, colpisce la popolazione più giovane, tra i 30 e i 60 anni d’età. Si tratta della fascia d’età nella quale siamo più attivi e, quindi, corriamo un rischio maggiore di soffrire di distensioni muscolari.

Le tensioni muscolari si manifestano quando abbiamo mantenuto una postura incorretta per più ore di seguito o se abbiamo trasportato un oggetto pesante. Ricordate sempre che il modo corretto di alzare un oggetto dal pavimento è piegando le ginocchia, per armonizzare così il movimento verso l’alto con la schiena dritta.

I sintomi sono:

  • Difficoltà nello stare in piedi o nel camminare.
  • Dolore che si estende dall’inguine fino ai glutei e che colpisce la zona posteriore dei muscoli.
  • Il dolore si concentra nella zona inferiore della schiena, come se fosse una “macchia calda” che fa male anche solo toccandola.

In generale, la tensione muscolare scompare con il passare dei giorni, con un po’ di riposo o con un buon massaggio.

2. La sciatica

Sciatica

La sciatica è un’altra delle cause più comuni di questo dolore. Nonostante ciò, in questi casi, il fastidio inizia nella zona lombare e si estende lungo i glutei, fino ad arrivare alle gambe.

Ecco i sintomi che si notano:

  • Sensazione di bruciore e intorpidimento che vanno dalla schiena fino alle gambe. Si tratta di un dolore costante che rende difficile i movimenti.
  • Il dolore diventa più intenso quando ci si siede.

Leggete anche: Cause e rimedi per il mal di schiena

Bisogna sempre tenere a mente che il nervo sciatico è il più grande del corpo e ha molte terminazioni nervose che partono dalla colonna vertebrale. Ciò significa che il dolore può diffondersi molto e può essere molto limitante.

Di solito i problemi collegati alla sciatica si manifestano a partire dai 50 anni e, in generale, è possibile curarli senza dover ricorrere ad interventi chirurgici.

3. L’artrosi vertebrale o spondiloartrosi

Anche se molti pensano che il problema dell’artrosi sia collegato all’età più avanzata, ci sono casi in cui questo dolore inizia già tra i 30 e i 40 anni, soprattutto nel caso delle donne.

L’artrosi della colonna vertebrale è la degenerazione del nucleo polposo del disco intervertebrale, che si manifesta quando questo perde spessore e densità. Se i dischi della colonna vertebrale rimangono spessi e con una consistenza gelatinosa, i movimenti sono più armonici e privi di dolore.

Nonostante ciò, a volte, i dischi si consumano, riducendo la capacità di ammortizzare e il sostegno delle vertebre. È allora che appare la degenerazione del disco, accompagnata dal dolore.

Secondo i dati medici, quasi il 47% degli adulti sani, tra i 35 e i 50 anni, soffre di una forma di degenerazione del disco, il che causa quei dolori ricorrenti che si sentono nella zona bassa della schiena.

Vale la pena sapere quali fattori determinano la comparsa di questo problema così comune:

  • È importante mantenere un peso adeguato e condurre uno stile di vita attivo. Carichi eccessivi, infatti, possono accelerare il processo degenerativo.
  • Siete fumatori? Allora dovreste sapere che il vizio del fumo accelera il processo di degenerazione del disco. Per questo motivo, e non solo, conviene abbandonare questa abitudine tanto pericolosa.
  • La degenerazione dei dischi è altamente influenzata da fattori genetici. Quasi il 60% di coloro che ne soffrono lo ha ereditato dai propri genitori.
  • State attenti anche al tipo di lavoro che fate. Se trasportate oggetti pesanti durante la giornata, il processo di degenerazione accelera. È importante prendersi cura della propria schiena per prevenire questi problemi così fastidiosi.

Leggete anche: Come capire se dovete prendervi più cura dei reni

4. Un’infezione

Reni

Una delle possibili cause del mal di schiena bassa è un’infezione di qualche organo situato nella zona pelvica.

Si tratta di un dato che molti ignorano, perché è più comune associare questo fastidio a un dolore della colonna vertebrale, dei muscoli, dei nervi o delle altre strutture che si trovano attorno alla schiena.

Nonostante ciò, spesso ignoriamo il fatto che, a volte, quel bruciore intenso che colpisce la zona lombare si deve a un problema ai reni o ginecologico che non dobbiamo trascurare:

  • Il dolore della zona lombare può essere la conseguenza di un’infezione dei reni.
  • Forse, avete dei calcoli ai reni.
  • Anche le cisti alle ovaie o l’endometriosi possono essere la causa del dolore che colpisce questa parte della schiena.

Per concludere, come potete vedere, questo fastidio può avere molte cause diverse. Se si tratta di un dolore ricorrente che scompare dopo qualche ora o qualche giorno, probabilmente a causa di una postura incorretta.

Se, invece, il dolore è cronico e vi impedisce di condurre la vostra vita con normalità, vi consigliamo di consultare un medico. È sempre importante conoscere la causa di questo dolore. La vostra salute se lo merita.

Guarda anche