4 usi medicinali dell’acqua di melanzane

2 febbraio 2016
Se volete facilitare la perdita di peso e ridurre il grasso addominale potete unire una dieta equilibrata e una routine di esercizi con l'acqua di melanzane, in modo da ottimizzare i risultati.

La melanzana è un ortaggio davvero speciale, non solo per la sua versatilità in cucina, ma anche per il suo grande potere medicinale, grazie alla sua alta concentrazione di nutrienti.

Curiosamente, nell’antichità se ne evitava il consumo, perché era vista come un alimento tossico, a causa del suo caratteristico colore. Tuttavia, con il passare del tempo, diversi popoli iniziarono ad includerla nelle loro diete, e scoprendo che non era affatto tossica, iniziarono a coltivarla e diffonderla in tutto il mondo.

Gli usi della melanzana non si limitano alle diverse preparazioni gastronomiche. Grazie al suo alto contenuto di acido clorogenico, potente antiossidante, può contribuire a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo alto, i radicali liberi e il sovrappeso. 

Sono molte le persone che ancora non sanno quanto possa essere benefica l’acqua di melanzane per la salute. Per questo motivo, oggi vogliamo condividere gli usi medicinali che si possono trarre dal consumo regolare di questa bevanda.

Ridurre il colesterolo

vene tappate

Oggigiorno il colesterolo alto è uno dei problemi cardiovascolari che interessa un numero sempre maggiore di persone.

Anche se in molti casi è indispensabile l’intervento medico per tenerlo sotto controllo, esistono alternative naturali in grado di ridurre il colesterolo, come l’acqua di melanzane.

Il principio benefico di questa bevanda è dovuto al composto attivo di acido clorogenico, che facilita l’eliminazione dei lipidi dannosi.

Si tratta, inoltre, di una grande fonte di flavonoidi, i quali aiutano a prevenire diversi problemi al cuore relazionati al colesterolo alto.

Leggete anche: Piante medicinali per ridurre il colesterolo

Reumatismi

L’acido clorogenico di questa verdura ha un’azione antinfiammatoria e antibiotica, che contribuisce a trattare diversi dolori, come quelli provocati dai reumatismi e dall’artrite.

Le persone che soffrono di questi dolori possono assumere l’acqua di melanzane tutti i giorni, come buona abitudine per migliorare la qualità della loro vita.

Ritenzione idrica

Uno dei motivi per cui l’acqua di melanzane è la bevanda preferita delle persone che vogliono dimagrire, è perché ha una potente azione diuretica, che aiuta ad eliminare i liquidi trattenuti dal corpo e che molte volte sono responsabili dell’eccessivo volume dello stesso.

Vi raccomandiamo di leggere:  8 diuretici naturali per combattere la ritenzione idrica

Ridurre il grasso addominale

addome gonfio e addome piatto

Sembra incredibile, ma è uno dei suoi benefici più importanti. Da poco tempo si è scoperto che l’acqua di melanzane è ideale per le persone che vogliono bruciare i grassi, dimagrire e sfoggiare una silhouette più modellata.

Questo beneficio si spiega grazie al grande potere diuretico e depurativo dell’acqua di melanzane, che contribuisce ad eliminare le sostanze di rifiuto.

Essa mantiene anche il buon funzionamento del fegato e della cistifellea, che svolgono un importante ruolo per il metabolismo.

Le donne che vogliono perdere grasso addominale e peso in modo facile, possono integrare le loro diete e l’attività fisica con il consumo quotidiano di acqua di melanzane.   

Come preparare l’acqua di melanzane?

melanzane a fette

Preparare questa bevanda medicinale è molto semplice, e non richiede molto tempo.

Ingredienti

  • 1 melanzana media
  • 1 litro d’acqua
  • Il succo di mezzo limone

Preparazione

  • Lavate molto bene la melanzana e tagliatela a pezzettini. Successivamente, mettete a bollire un litro d’acqua e, quando arriverà ad ebollizione, aggiungete i cubetti di melanzana.
  • Fate cucinare a fuoco lento per 25 minuti, fino a quando la melanzana non diventerà più molle e, quando sarà pronta, lasciate riposare per almeno un’ora.
  • Passato il tempo indicato, filtrate il liquido con un colino, per separare i pezzetti di melanzane dall’acqua.
  • Versate l’acqua in una brocca scura, aggiungete il succo di mezzo limone e agitate tutto, in modo che tutti gli ingredienti si mischino per bene.

Nota: il liquido di cottura della melanzana è un po’ amaro e potrebbe avere un sapore poco piacevole. Per evitare che questo si verifichi, prima di mettere a bollire le melanzane, potete coprirle con del sale grosso e metterle in uno scolapasta. Dopo qualche ora, queste libereranno un liquido dal colore scuro, responsabile del fastidioso sapore amaro.

Infine, dovete lavarle molto bene, per eliminare ogni traccia di sale prima di cucinarle, seguendo le indicazioni fornite in precedenza.

Come berla?

Il litro di acqua di melanzane va distribuito e assunto diverse volte durante il giorno: un primo bicchiere a digiuno, un altro dopo pranzo, una mezza tazza a metà pomeriggio e l’ultima dopo cena.

Si consiglia di assumerla per 7 giorni di seguito, una o due volte al mese.

Guarda anche