I carciofi: potenti “distruttori” di tossine

10 maggio 2016
Fra tutti i benefici del carciofo va menzionato il suo potere depurativo ed antiossidante che vi aiuterà ad eliminare le tossine e a rafforzare il sistema immunitario

Dalle foglie al cuore, carciofi sono una preziosa fonte di nutrienti e di gustosi piaceri che delizieranno il vostro palato; per questo motivo, dovreste tenerli sempre in casa.

Nonostante sia un ortaggio tipico della dieta mediterranea, viene commercializzato in quasi tutto il mondo e vi consigliamo di impiegarlo in cucina per scoprire gli innumerevoli benefici che apporta alla salute.

Secondo gli esperti in medicina e nutrizione, il carciofo è un autentico “distruttore di tossine” in quanto apporta enzimi naturali, vitamine e minerali, ottimi alleati del vostro fegato.

Siamo sicuri che questo articolo vi sarà di grande aiuto.

I carciofi per rigenerale il corpo

Come già sapete, la maggior parte degli alimenti assunti ogni giorno non viene eliminata facilmente dal corpo: i grassi saturi, molti conservanti e le sostanze chimiche presenti nei cibi precotti tendono ad immagazzinarsi nei tessuti infiammando il fegato e rallentandone le funzioni.

donna con carciofi in mano

  • È importante includere vegetali, come i carciofi, nella vostra dieta per depurare e rigenerare l’organismo.
  • Il carciofo è un alimento a basso contenuto calorico e, grazie alle fibre e all’alto potere antiossidante, facilita le funzioni epatiche e il transito intestinale.
  • Aiuta anche a combattere la ritenzione idrica e a migliorare la digestione.

Il consumo regolare di carciofi favorisce il buon funzionamento di tutti i gli organi, oltre a regolare la pressione arteriosa; tutto questo vi farà sentire meglio, più sani, più leggeri e con più energie.

I carciofi rafforzano il sistema immunitario

Un sistema immunitario forte è sintomo di salute: combattete con più facilità infezioni e virus e sarete più immuni alle malattie cardiache.

  • Dovete sapere che i carciofi sono particolarmente ricchi di antiossidanti.
  • Secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutritionun carciofo fornisce la stessa quantità di antiossidanti contenuta in un bicchiere di vino o in un pugno di mirtilli.
  • Le antocianine e la quercetina contenute nei carciofi difendono in modo molto efficace dal rischio di cancro rafforzando le difese immunitarie.

Il potere digestivo dei carciofi

Una buona digestione è quel processo che non si nota, ma che vi permette di regolare il transito intestinale e di assorbire meglio i nutrienti fondamentali; al contrario, una cattiva digestione può provocare gonfiore e malessere generale.

ventre e carciofi

  • Per godere di una buona digestione, è necessario, nel caso degli uomini, ingerire giornalmente tra i 30 e i 38 grammi di fibra dietetica; nel caso delle donne, tra i 21 e i 25 grammi.
  • L’assunzione di fibre aiuta a combattere molte malattie dell’intestino o il cancro al colon.
  • Una delle principali fonti di fibre che si trova nei carciofi è l’inulina, un potente probiotico che rafforza i “batteri buoni” nell’intestino.
  • Basta consumare solo 120 grammi di carciofi per ottenere 10,3 grammi di fibra dietetica. Ne vale la pena!
  • Grazie alla cinarina, inoltre, si aumenta la produzione di bile che aiuta ad accelerare il passaggio degli alimenti e dei residui nell’intestino, riducendo la sensazione di distensione addominale.

Leggete anche: Le migliori tisane sazianti per perdere peso

Carciofi: l’alimento preferito del fegato

Secondo uno studio pubblicato nel 2010 sulla rivista Biological Trace Element Researchi carciofi favoriscono la riduzione dei lipidi e l’eccesso di colesterolo nel fegato, permettendogli così di portar a termine le sue funzioni principali.

Grazie ai suoi molteplici fitonutrienti, come la cinarina e la silimarina, il fegato si rafforza e si rigenera disinfiammandosi in caso di patologie quali il fegato grasso.

Regola e si prende cura della salute delle arterie

pentola con carciofi e limoni

L’organismo ha bisogno di mantenere stabile i livelli di sodio e potassio, essendo quest’ultimo indispensabile per combattere l’ipertensione e per far fronte alla ritenzione idrica.

  • Mangiare 3 o 4 carciofi alla settimana vi aiuterà molto e a tale scopo, bevete l’acqua che se ne ricava dalla cottura.
  • Se a quest’acqua aggiungete il succo di un limone e la bevete durante la giornata, contrasterete il colesterolo cattivo (LDL) favorendo inoltre la perdita di peso.

Leggete anche: Aglio crudo e miele per prendersi cura del fegato

Mantenete sempre una dieta sana ed equilibrata ricca di proteine, fibre e nutrienti medicinali come quelli contenuti nei carciofi.

Tuttavia, bisogna sconsigliare di mangiare carciofi ai soggetti affetti da calcoli alla cistifellea in quanto stimolano la produzione di bile rendendone l’ingestione controproducente.

Guarda anche