5 efficaci rimedi contro la placca dentale

24 agosto 2014
Per mantenere una buona salute orale, dovete spazzolare i denti per minimo 2 minuti, utilizzare il filo interdentale e finalizzare il tutto con degli sciacqui a base di collutorio.

La bocca è l’unica parte del nostro corpo che non ha un meccanismo naturale per autopulirsi. Questo la rende un ambiente perfetto per la formazione e moltiplicazione dei batteri. Mentre state leggendo questo articolo, nella vostra bocca sono presenti circa 600 specie di batteri, molti dei quali si staranno attaccando alla superficie dei vostri denti. Scopriamo insieme i 5 rimedi più efficaci per dire finalmente addio al problema della placca dentale!

1. Lo spazzolino

La prima linea di difesa contro la placca dentale è, ovviamente, la pulizia dei denti. Per evitare l’accumulo di placca, è necessario lavarsi i denti almeno due volte al giorno, per minimo due minuti, utilizzando uno spazzolino dalle setole morbide e un dentifricio al fluoro. Dovete fare particolare attenzione a spazzolare tutta la superficie dei denti e della lingua. Le setole dello spazzolino devono essere corte e disposte in verticale; evitate di esercitare molta pressione quando vi lavate i denti.

Spazzolino-e-dentifricio

Una volta finito di lavarvi i denti, risciacquate lo spazzolino, eliminate l’acqua in eccesso e lasciatelo asciugare completamente. Secondo Howard Sesemann, presidente dell’Accademia Americana di Odontoiatria Cosmetica, non ha importanza se vi lavate i denti con uno spazzolino manuale oppure uno spazzolino elettrico, quello che conta è spazzolare i denti in maniera corretta.

2. Il filo interdentale

Solitamente, la placca si deposita negli spazi interdentali e anche con la pulizia più meticolosa è difficile eliminarla completamente. Ecco perché entra in gioco il filo interdentale. Gli esperti raccomandano di usare il filo interdentale almeno una volta al giorno: usate circa 45 centimetri di filo, arrotolatelo attorno a ciascun dito indice e guidatelo attorno ai denti, anche quelli più interni, per riuscire a pulirli completamente.

3. Il collutorio

Collutorio

Un altro passaggio importante nella lotta quotidiana contro la placca è l’uso di un collutorio antibatterico. Dopo aver spazzolato i denti e passato il filo interdentale, risciacquate e disinfettate la bocca con il collutorio. Alcuni collutori contengono degli agenti antiplacca, come il fluoruro, il gluconato di clorexidina, il citrato di zinco e il triclosan, ma i prodotti venduti in farmacia, con l’obbligo di ricetta, saranno sicuramente più potenti. Tenete presente, però, che molti collutori contengono un’alta percentuale di alcol, quindi fate attenzione, soprattutto se sono i bambini ad utilizzarli. Cercate dei prodotti con olio di menta, olio tea tree o estratto di semi di pompelmo.

4. Una dieta sana ed equilibrata

Ovviamente alcuni alimenti non fanno bene alla nostra salute. Le bibite gassate, le tavolette di cioccolato, i biscotti, etc. sono tutti prodotti che a lungo andare causano problemi al nostro organismo. Altri alimenti, invece, fanno bene al nostro corpo, ma non alla nostra bocca: la frutta di colore scuro, ad esempio, può aumentare la quantità di placca e di macchie sui denti a causa dell’alto contenuto di zuccheri e di acidi (anche se lo zucchero naturale è molto meno pericoloso dello zucchero raffinato). Le verdure, al contrario, sono ottime per tutto l’organismo. Hanno un basso contenuto di zuccheri e di acidi, quindi non provocano la placca né le macchie; se sono croccanti, il movimento di masticazione fa in modo che i denti si puliscano e che venga prodotta saliva utile per difendere i denti dalla placca.

5. Un controllo dal dentista due volte all’anno

Oltre all’uso dello spazzolino, del filo interdentale e del collutorio, per completare l’igiene orale assicuratevi di fare una visita di controllo dal vostro dentista di fiducia due volte all’anno. Oltre a sottoporvi ad un’accurata pulizia dei denti, il dentista individuerà eventuali problemi ai denti, carie, gengiviti o altre malattie delle gengive. Se siete particolarmente predisposti alla formazione di placca, il dentista può anche applicare uno strato sottile di sigillante sulla superficie dei solchi masticatori dei denti per impedire che la placca vi penetri.

Guarda anche