Prendersi cura dei denti con prodotti naturali

· 14 luglio 2015

I dentifrici, gli sbiancanti e i collutori spesso contengono ingredienti che aggrediscono il pH della bocca. Appena usati, lasciano una sensazione di pulito e di freschezza, ma alla lunga abbassano le difese naturali della bocca che ci aiutano a prevenire ogni tipo di problema: carie, gengiviti, infezioni etc.

Al loro posto potete usare prodotti naturali ed ecologici, a base di ingredienti che, non solo non alterano l’equilibrio della bocca, ma che apportano anche benefici terapeutici. Vediamo alcune alternative sane ed economiche a molti prodotti in commercio.

Argilla bianca per uso interno

L’argilla bianca è uno degli ingredienti di base dei dentifrici naturali, grazie alle sue proprietà:

Può essere usata da tutti, ma dovete acquistare unicamente argilla bianca, specifica per uso orale. Esistono infatti altre varietà di argilla, che però contengono componenti potenzialmente tossici quando sono a contatto con la mucosa orale.

L’argilla bianca, inoltre, assicura una consistenza completamente fine, priva di quelle microscopiche pietroline che potrebbero danneggiare lo smalto dei denti.

Potete usare l’argilla mettendola direttamente sullo spazzolino da denti inumidito oppure mescolarla con uno dei seguenti ingredienti:

Curcuma

radice-di-curcuma-500x332

Questa spezia, dal colore giallo intenso, ha ottime proprietà curative ed è anche molto indicata per uso orale, grazie alle sue qualità:

  • Antinfiammatorie
  • Antiossidanti
  • Sbiancanti
  • Antisettiche

Potete spazzolare i denti con la curcuma per un paio di minuti e dopo sciacquare la bocca con acqua oppure mescolare la spezia all’argilla bianca, per confezionare un dentifricio in polvere più completo.

Olio di cocco

Benefici-dell'olio-di-cocco-500x373

Con questo ingrediente, dalle numerose proprietà medicinali, potete dare al vostro dentifricio la consistenza di un gel, in modo che risulti più facile da usare, ma potete anche usarlo da solo.

Quest’olio, oltre ad avere una consistenza morbida e un delizioso sapore tropicale, contiente acido laurico, una sostanza che previene la carie e il tartaro.

È fondamentale che l’olio di cocco sia extra vergine, perché gli oli raffinati perdono tutte le loro proprietà e, a lungo termine, possono essere perfino tossici.

Bicarbonato di sodio

Bicarbonato-di-sodio-per-alcalinizzare-il-corpo-500x260

Da sempre, il bicarbonato di sodio è utilizzato come sbiancante naturale. Aiuta a lavare i denti e a disinfiammare le gengive in modo naturale. Non bisogna però abusarne perché è molto alcalinizzante e, inoltre, un suo uso prolungato potrebbe danneggiare lo smalto dei denti.

È meglio, quindi, usarlo in piccole quantità, mescolato ad altri ingredienti e sempre macinato molto fine. Per ottenere questa consistenza, si può inumidire o diluire con una base liquida.

Infuso di timo

Timo-500x334

Un ottimo collutorio che apporta tutti i benefici del timo. È sufficiente preparare un infuso concentrato di timo e conservarlo in frigorifero per un massimo di quattro giorni.

Sciacquate la bocca con questo infuso, dopo aver spazzolato bene i denti: vi permette di beneficiare delle proprietà antisettiche e cicatrizzanti del timo e di prevenire infiammazioni ed ulcere. Viene anche raccomandato a chi soffre di gengive che sanguinano facilmente.

Acqua di mare

Acqua-del-mare-500x310

L’acqua marina è una delle alternative ai collutori orali; aiuta a rimineralizzare ed alcalinizzare la bocca, in modo equilibrato.

Mescolate 50 cl di acqua di mare con 250 cl di acqua naturale: queste sono le proporzioni adatte al nostro pH. In questo modo, il sapore sarà solo lievemente salato, molto simile al nostro gusto naturale.

Potete conservare questo collutorio fuori dal frigo, senza rischio che vada a male.

Buccia di banana

Banana-500x350

Conoscete questo incredibile trucco domestico? La buccia della banana, che in genere finisce nella spazzatura, è un ottimo sbiancante dei denti. Basta solo sfregare, tutti i giorni, la parte interna della buccia contro i denti, per un paio di minuti, dopo averli lavati con lo spazzolino.

Il risultato sarà uno sbiancamento progressivo del tartaro e delle macchie che inscuriscono i denti con il passare del tempo, grazie all’acido salicilico e l’acido citrico contenuto nelle banane.

Guarda anche