5 sintomi dell’appendicite da tenere d’occhio

· 15 novembre 2018
Se il vostro corpo vi manda dei segnali che rispecchiano i seguenti 5 sintomi dell'appendicite, evitate i farmaci e andate subito dal medico.

L’appendicite è un’infiammazione acuta dell’appendice; una piccola sacca collegata all’intestino crasso. È uno dei casi di ricovero ospedaliero più comuni e frequenti. Per questo motivo vogliamo parlarvi dei 5 sintomi dell’appendicite che possono aiutarvi a riconoscerla in tempo.

La funzione principale dell’appendice è quella di accogliere e proteggere i batteri che promuovono il corretto funzionamento del colon. L’infiammazione avviene quando l’appendice viene ostruita da un copro estraneo o da materia fecale, che provoca un’eccessiva proliferazione batterica.

Questa condizione può presentarsi in qualsiasi fase del ciclo vitale, anche se è più comune tra i 10 e i 35 anni.

I sintomi dell’appendicite sono generalmente molto vari, pertanto non è sempre facile da diagnosticare.

Soprattutto quando si verifica nei bambini o negli anziani, per i quali i sintomi possono essere confusi con altri disturbi tipici di quelle età. Pertanto ci concentreremo solo sui 5 sintomi dell’appendicite più comuni nella fascia d’età adulta.

I 5 sintomi dell’appendicite da tenere d’occhio

Dolori mestruali

Tenete presente che se non adeguatamente curata, l’appendice può causare un’infezione all’interno dell’addome, nota come peritonite. Pertanto è estremamente importante riconoscere preventivamente i segnali di una possibile infiammazione.

Di seguito vi indichiamo i sintomi principali a cui prestare attenzione.

Leggete anche: Appendicite: 6 campanelli d’allarme

1. Dolore addominale acuto

Il primo segnale da tenere in considerazione per riconoscere una possibile appendicite è il dolore acuto nella zona intorno all’ombelico. Può presentarsi lieve all’inizio e aumentare fino a diventare insopportabile.

Il dolore tende a irradiarsi verso la parte bassa destra dell’addome. Inoltre peggiora con la tosse, camminando e con i movimenti bruschi.

Esistono casi atipici in cui il dolore è presente sul lato sinistro dell’addome. Di solito si verifica quando l’appendice è più lunga del normale e si estende irradiando il dolore con maggiore intensità fino a quella zona.

2. Nausea, vomito e febbre

Poche ore dopo l’inizio del dolore addominale, si presentano generalmente altri sintomi come nausea e vomito e in alcuni casi persino la febbre.

Questo è il momento per sospettare che si tratti effettivamente di un’appendicite in corso.

3. Stitichezza o diarrea

Stitichezza o diarrea

In genere l’appendicite presenta un quadro clinico che include diarrea, costipazione e tenesmo rettale.

Tutti questi problemi intestinali, associati ai punti precedenti, sono in genere i sintomi più accurati che indicano uno stato infiammatorio cronico dell’appendice.

Può interessarvi anche: Come riconoscere un attacco di appendicite?

4. I sintomi non migliorano con il passare del tempo

La persona interessata può notare che il dolore non si allevia con il passare delle ore, nonostante il riposo. Al contrario, può avvertire che la sofferenza si acutizza al punto da rendere difficile la deambulazione e il semplice stare in piedi.

5. Sensibilità al tatto

Se il dolore si intensifica anche al solo toccare la zona interessata oppure premendo e rilasciando la parte inferiore destra dell’addome, è quasi certo che si tratti di appendicite.

Si consiglia, a questo punto, di consultare un medico specialista il prima possibile.

Richiedere assistenza sanitaria

Se il vostro corpo vi manda dei segnali che rispecchiano i precedenti 5 sintomi dell’appendicite, evitate i farmaci e andate subito dal medico.

Lo specialista è la persona più indicata per confermare o scartare  l’ipotesi della patologia e provvedere alla prescrizione della terapia più adeguata.

Una volta che il medico vi avrà visitato e avrà confermato la diagnosi di appendicite, il passo successivo sarà la rimozione chirurgica dell’appendice.

Non vi preoccupate per l’intervento, è molto più rischioso avere un’appendice infiammata che vivere senza.

La maggior parte dei pazienti sottoposti al trattamento, guariscono molto velocemente dopo l’appendicectomia.

Ulteriori raccomandazioni

In attesa della vista del medico, per la conferma della diagnosi, è molto importante evitare di trattare i sintomi a casa, pertanto:

  • Non assumete alcun tipo di farmaco.
  • Evitate di prendere un lassativo.
  • Non realizzate impacchi caldi.
  • Non bevete né mangiate fino alla visita medica.

La prevenzione è un altro fattore molto importante da considerare. Seguire un regime alimentare ricco di fibre, facilita i processi digestivi e riduce le probabilità di soffrire di appendicite.

Includete la frutta e i vegetali nella vostra alimentazione, oltre ai cereali integrali e tanta acqua.

È importante segnalare che non tutte le persone che soffrono di appendicite presentano questi sintomi (alcuni riportano solo un malessere generale), ma se incorrete nella maggior parte di quelli che abbiamo appena illustrato, è il caso di rivolgervi a un medico o di andare al pronto soccorso.

 

Guarda anche