6 alimenti per combattere il fegato grasso

26 marzo 2016
Per risolvere il problema del fegato grasso, è fondamentale evitare il consumo di alcol. Inoltre, dovrete seguire una dieta sana ed equilibrata e, nella misura del possibile, basata su alimenti naturali

La sindrome del fegato grasso si presenta quando quest’organo comincia ad avere difficoltà nel realizzare le sue funzioni abituali per colpa dell’accumulo di acidi grassi.  

Il fegato grasso si presenta più frequentemente nei pazienti che soffrono di obesità, alcolismo o diabete di tipo 2. Quanto prima vi verrà diagnosticato e migliorerete la vostra alimentazione, più veloce sarà la guarigione.

Anche se il medico può prescrivervi alcune medicine, esse saranno più efficaci se accompagnate da un cambiamento della vostra dieta. Ecco gli alimenti che combattono meglio questo problema.

1. Tamarindo

tamarindo

Il tamarindo è uno dei migliori frutti per combattere il fegato grasso. Questo frutto tropicale è delizioso e nutriente. Essendo ricco di fibre, aiuta a migliorare la digestione mentre elimina gli eccessi di grasso.

Gli acidi insaturi del tamarindo agiscono come decongestionanti e protettori del fegato. Per ottenere tutti questi benefici, potete preparare una tisana.

Ingredienti

  • 20 foglie di tamarindo
  • 1 litro d’acqua

Preparazione

  • Mettete a bollire l’acqua e aggiungete le foglie di tamarindo.
  • Lasciate riposare per 30 minuti.

Potete assumere l’infuso sia freddo che caldo.

Un’altra alternativa consiste nell’assumere acqua di tamarindo, che si prepara nel seguente modo:

Ingredienti

  • 100 gr di tamarindo pelato e senza buccia
  • 1 litro d’acqua

Preparazione

  • Frullate il tamarindo con un bicchiere d’acqua.
  • Mischiate il liquido ottenuto con l’acqua rimanente e bevete.

Potete aggiungere un po’ di miele o zucchero di canna, per conferire un’aroma più piacevole. Dovete evitare l’uso di edulcoranti artificiali, perché questi peggiorano solo il problema del fegato grasso. 

Tanto la tisana quanto l’acqua possono essere assunte in qualsiasi momento del giorno, sempre senza eccedere. Un’assunzione esagerata di tamarindo può provocare dolori allo stomaco.

Non dimenticate di leggere: Perché coltivare aloe vera in casa?

2. Legumi

Il consumo di legumi è un rimedio efficace contro il fegato grasso, grazie alle proteine da questi contenute. Essendo poveri di calorie, aiutano anche a regolare il peso. Il loro contenuto di fibre riduce i livelli di colesterolo, un altro fattore di rischio per chi soffre di fegato grasso.

Cucinandoli, evitate l’uso di sale fino. Potete utilizzare il sale grosso, sempre senza esagerare. Potete inoltre aggiungere delle spezie, che ne miglioreranno il sapore.

L’unica cosa di cui dovete tener conto quando mangiate i legumi è l’importanza di evitare gli eccessi. Mezza tazza al giorno di legumi è sufficiente, specialmente se siete diabetici.

3. Fragole

fragole

Depurare l’organismo è un’ottima strategia per ridurre gli effetti del fegato grasso. Tramite questo procedimenti, potete eliminare gran parte delle tossine accumulate e ripulire gli organi.

Le fragole sono ottime per depurare e disintossicare, grazie al loro alto contenuto di fibre.

Essendo ricche di vitamina C, rafforzano il sistema immunitario e i suoi acidi organici prevengono inoltre l’accumulo di grasso. Nel caso in cui questo sia già presente, come nel caso del fegato grasso, lo elimina, disinfetta il fegato e riduce l’infiammazione

Grazie al loro delizioso sapore, non farete fatica ad assumerle. Potete includerle nelle vostre diete crude, da sole o nello yogurt. Potete inoltre utilizzarle per preparare frullati, insalate o cereali. Di seguito vi proponiamo la ricetta di un delizioso frullato, molto salutare, a base di fragole.

Ingredienti

  • 1 bicchiere di fragole (166 gr)
  • 1 bicchiere di yogurt (245 gr)
  • 1 cucchiaio di semi di lino (5 gr)

Preparazione

Frullate tutti gli ingredienti e bevetelo appena pronto.

Il principale vantaggio di questa ricetta è che potete sostituire i semi, per una dieta più variegata. Potete utilizzare i semi di girasole, di chia, di amaranto ecc.

4. Limone

Il limone è uno degli alimenti più benefici esistenti. Essendo ricco di vitamina C e antiossidanti, previene molte malattie. Se già soffrite di fegato grasso, inoltre, può aiutarvi a guarire.

Questa volta vi proporremo un rimedio molto in voga ultimamente: un bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone. Questa bevanda è perfetta per combattere il fegato grasso e migliorare la digestione. 

Anche se il limone potrebbe sembrare troppo acido, per il nostro corpo è alcalino. Questo significa che regola i livelli di pH, fattore molto importante per mantenersi in buona salute.

Per questo rimedio avrete solo bisogno di un bicchiere di acqua tiepida e del succo di un limone. Mescolate bene e assumete ogni mattina, a digiuno.

5. Farine integrali

cereali

Gli alimenti ricchi di carboidrati semplici sono proibiti se soffrite di fegato grasso.

Questo non significa che non potete assumere carboidrati, al contrario questi sono necessari per avere energia e realizzare le vostre attività.

Vi consigliamo di scegliere farine integrali, che sono ricche di fibre e facilitano la riduzione del grasso.  

Integrando la vostra dieta con questi prodotti, eviterete i picchi di zucchero e l’aumento dell’ LDL, o colesterolo cattivo.

Leggete anche: Alimenti che fanno aumentare il colesterolo buono

6. Spinaci

Le verdure a foglia verde devono essere sempre presenti nelle vostre diete, specialmente gli spinaci. Grazie al loro alto contenuto di fibre, sono l’ideale per migliorare il transito intestinale. L’acido folico regola le funzioni del fegato e dei reni.

Poiché gli spinaci sono ricchi di clorofilla, assorbono ed eliminano le tossine e i grassi del fegato. Se non siete grandi amanti degli spinaci, considerate l’opzione di aggiungerli ai vostri frullati, e godetevi tutti i loro benefici.

Il fegato grasso è un problema molto comune tra le persone che seguono un’alimentazione scorretta. Eliminate ogni rischio assumendo alimenti che vi aiutano a combatterlo. Ricordate che non è mai troppo presto per combatterlo o eliminarlo.

Guarda anche