Mantenere il cervello attivo con l’aiuto di 6 alimenti

31 Gennaio 2019
Sapevate che il cioccolato fondente (quanto più puro, meglio) vi aiuta a migliorare la vostra salute cerebrale e cardiaca? Il suo consumo regolare ci aiuta a sentirci meglio.

Come va la vostra memoria? E la vostra resistenza allo stress? Fate fatica a concentrarvi? Forse non avete delle abitudini quotidiane abbastanza salutari oppure il vostro cervello ha bisogno di un po’ più di energia e di nutrirsi in modo adeguato. Oggi vi diamo qualche semplice consiglio che non potete perdervi per mantenere il cervello attivo.

L’importanza dell’alimentazione nella salute cerebrale

Bisogna ricordare sempre un dato importante per mantenere il cervello attivo: si tratta di uno degli organi che richiede più energia, quasi il 20%. Per questo non possiamo dimenticarci di lui, ma dobbiamo fare attenzione agli alimenti che consumiamo per favorire le sue funzioni e migliorare la circolazione, evitando possibili trombi.

Inoltre, è bene nutrirlo nel modo adeguato se vogliamo che la sua funzionalità non ne risenta. Un chiaro esempio di come l’alimentazione si ripercuota sul cervello è il calo della sua attività quando la mattina usciamo di casa senza fare colazione.

Un comportamento del genere provoca problemi di concentrazione e qualsiasi attività ci sembra difficilissima. Dopo poco, inoltre, finiremo per sentire un forte mal di testa. È bene tenerlo in considerazione, e sapere anche quali sono gli alimenti che favoriscono il cervello rendendolo più attivo, sano e giovane. Volete scoprirli? Prendete appunti!

Alimenti salutari per mantenere il cervello attivo

1. L’avena

mantenere il cervello attivo

Siete degli appassionati dell’avena? Non esitate a consumarla allora per mantenere il cervello attivo. Infatti è magnifica e può essere assunta in varie forme, da quella naturale al delizioso latte d’avena. Contiene molte proteine e amminoacidi molto utili per il cervello, oltre a grassi insaturi, vitamine B1, B2, ed E, acido folico, potassio, fosforo, magnesio… Una meraviglia!

Oltre a migliorare le nostre funzioni cerebrali, potenziando anche la memoria, è eccellente per la nostra salute cardiaca.

2. La banana

banana

Quante banane avete in casa? Non devono mai mancare, tenetelo a mente. Sono ricche di glucosio, essenziale per dare energia al cervello, e contengono anche vitamine B6, acido folico e minerali, come l’imprescindibile magnesio, il calcio, il fosforo e naturalmente il potassio.

La banana è un alimento molto energetico e sano che, inoltre, contiene una fibra solubile che favorisce il movimento intestinale, evitando la stitichezza. E non perdetevi questa perla: essendo così ricca di vitamina B6, migliora la nostra memoria e il buon umore per mantenere il cervello attivo. Solo una raccomandazione: non è indicata se soffrite di diabete.

3. I broccoli

Broccoli

Una delle verdure più sane e raccomandabili. I broccoli fanno parte della meravigliosa famiglia delle crucifere, come il cavolfiore o i cavoletti di Bruxelles: sono ricchi di proteine, fibre, vitamine A, C, E, K e di tutto il gruppo B.

Per questo motivo, essendo dei tesori naturali di vitamine B3 e B6, sono eccellenti per prenderci cura del cervello e potenziare la nostra memoria. Un suggerimento: è sempre bene mangiarli cotti al vapore oppure crudi, perché in questo modo ci trasmettono più proprietà.

4. Le noci

noci

Di sicuro lo sapevate già: le noci sono tra i frutti secchi più raccomandati dai medici per la nostra salute, per migliorare i livelli di colesterolo e potenziare le nostre capacità cerebrali. Ma qual è il loro segreto?

Contengono acidi linolenici, omega-3, fibre, vitamine E, B1, B2, B3, B6, acido folico, magnesio, rame, selenio, flavonoidi e, naturalmente, vitamina E. Sono ottime per il cuore e per il cervello, ma basta prenderne 3 o 4 al giorno: non eccedete, perché hanno un indice calorico abbastanza alto.

Scoprite: 7 abitudini che danneggiano il cuore

5. Il salutare pesce azzurro

Pesce azzurro

Quanto pesce mangiate alla settimana? È fondamentale che sia pesce azzurro. È bene che scegliate questo alimento prima di tutto perché contiene dei grassi polinsaturi essenziali come l’omega-3, fondamentale per la salute del cuore e del cervello.

L’ideale sarebbe consumare del pesce azzurro 3 o 4 volte alla settimana. È ottimo per tutti in famiglia, sia per i bambini che per gli adulti. Non dimenticatelo!

Leggete anche: Alcuni consigli per mantenere il cervello giovane

6. Il cioccolato

cioccolato-amaro

Vi rallegra vedere il cioccolato in questo elenco di alimenti per mantenere il cervello attivo? Naturalmente non poteva mancare. È chiaro che bisogna consumarlo con moderazione ed equilibrio, ricordando che la varietà più sana è quella con la maggiore concentrazione di cacao.

Si dice che l’ideale sarebbe mangiare un quadratino di cioccolato fondente al giorno. È un ottimo antiossidante e contiene potassio, calcio, magnesio e vitamine del gruppo B. Se lo prendete regolarmente e senza eccedere, apporterete nutrienti molto sani per il vostro cuore e cervello.

Basta un bocconcino di questo alimento delizioso per sentire che immediatamente l’organismo libera endorfine, quegli elementi che il nostro cervello produce quando si sente bene o ci nutriamo nel modo adeguato. Non esitate: un quadratino di cioccolato fondente al giorno è salutare!

Se volete ottenere un cervello più attivo, sano e giovane, ricordate di includere ogni volta che potete questi alimenti nella vostra dieta. Non dimenticate, inoltre, di bere in abbondanza e di avere una vita attiva. Muovetevi fisicamente e mentalmente, ricordatevi di sviluppare la vostra curiosità, leggere, interessarvi a tutto ed entusiasmarvi per le piccole cose.

Essere motivati, desiderare imparare sempre cose nuove e avere una corretta alimentazione può fare molto per la vostra salute cerebrale. Che cosa ne dite di iniziare oggi stesso a prendervene cura?

  • Gómez-Pinilla, F. (2008). Brain foods: The effects of nutrients on brain function. Nature Reviews Neuroscience. https://doi.org/10.1038/nrn2421
  • Bourassa, M. W., Alim, I., Bultman, S. J., & Ratan, R. R. (2016). Butyrate, neuroepigenetics and the gut microbiome: Can a high fiber diet improve brain health? Neuroscience Letters. https://doi.org/10.1016/j.neulet.2016.02.009
  • van Praag, H. (2009). Exercise and the brain: something to chew on. Trends in Neurosciences. https://doi.org/10.1016/j.tins.2008.12.007
  • Gómez-pinilla, F., Layer, A. M., & Gómez-pinilla, F. (2008). P e r sp e c ti v e s Brain foods : the effects of nutrients on brain function. Nature Reviews Neuroscience. https://doi.org/10.1038/nrn2421