6 motivi per cui si soffre di palpitazioni

· 6 dicembre 2017
Tanto l'inattività fisica quanto un eccesso di sport possono provocare palpitazioni. Occorre quindi cercare una sana via di mezzo. 

Soffrite di palpitazioni e non capite il motivo? Le ragioni per cui si avverte un’accelerazione del battito cardiaco sono varie e non sono sempre così ovvie.

Esiste, alla base, un buon numero di motivi. Ecco i principali.

Che cosa sono le palpitazioni?

Salute del cuore

Prima di parlare dei motivi per cui si avvertono le palpitazioni occorre sapere che si tratta di una condizione in cui il cuore tende, in alcuni momenti, a battere più velocemente del normale.

Alcune persone descrivono questa situazione come un tuffo al cuore o un fremito.

Le palpitazioni possono essere accompagnate da:

  • Vertigini
  • Nausea
  • Attacchi di panico
  • Dolore alla gola e al collo

Alcuni motivi per cui si soffre di palpitazioni

Se negli ultimi tempi vi capita di soffrire di palpitazioni, sarà bene analizzare il vostro stile di vita. In genere bastano piccoli cambiamenti per dimenticarvi di questo problema.

1. Ansia

Donna ansiosa

L’ansia è uno dei motivi principali. È importante saper controllare e gestire le vostre emozioni.

Quando le palpitazioni sono provocate dall’ansia non comportano un rischio serio, ma è senza dubbio necessario riuscire a ritrovare la calma e dominare le emozioni per una scomparsa rapida del disturbo.

Un buon modo per riprendere il controllo è sdraiarsi e pensare a qualcosa di rilassante o di allegro, dimenticando per un momento i battiti del cuore.

In poco tempo sentirete il cuore ritornare alla normale frequenza.

Un altro consiglio è quello di evitare bevande a base di caffeina nei periodi in cui vi sentite più ansiosi. Al loro posto, preferite una tisana alla menta o alla camomilla.

Leggete anche: Ecco come calmare l’ansia con 10 alimenti

 2. Stress

Se siete molto stressati il cuore ne risente. Il secondo motivo per cui potreste soffrire di palpitazioni è una vita frenetica.

Il flusso di sangue si riduce e cominciano a comparire disturbi delle pressione e del cuore.

In questo caso sarà bene:

  • Fare sport: vi aiuterà a liberare energia e stress.
  • Rallentare le vostre attività.
  • Stabilire un orario lavorativo preciso e non oltrepassarlo.

3. Mancanza di attività fisica

Uomo sul divano davanti alla tv

Siete una di quelle persone che scappano solo a sentire parlare di sport? Se avete a cuore la vostra salute, sarebbe meglio riconsiderare la questione.

Vi sembrerà strano, ma un’attività fisica scarsa o nulla è un altro motivo per soffrire di palpitazioni. È fondamentale dedicare almeno mezz’ora alla settimana ad attività come camminare o fare ginnastica.

Molti di noi pensano che il tragitto da casa all’ufficio o da casa al supermercato sia un esercizio sufficiente.

In realtà, più di un esperto afferma che l’attività fisica deve essere praticata con l’obiettivo specifico di fare esercizio.

Insomma, se non prendete il tempo necessario per mettervi in tenuta sportiva e praticare consapevolmente attività fisica, il corpo e la mente non la registrano come sport.

4. Eccesso di attività fisica

Gli eccessi, si sa, non vanno mai bene. Fare troppo esercizio fisico, ad esempio, è negativo quanto non fare nulla.

L’effetto si fa sentire ancora di più dopo i 40 anni, oppure se scegliete uno sport ad alta intensità.

Per essere sicuri che l’attività fisica non si faccia sentire sul cuore ricordate di:

  • Realizzare un’attività fisica a un ritmo commisurato al vostro stato fisico.
  • Cominciate con attività leggere per intensificarle gradualmente, man mano che aumenta il vostro allenamento.
  • Avvaletevi dell’aiuto di un istruttore sportivo.
  • Sottoponetevi a visita medica prima di cominciare un nuovo sport.
  • Realizzate sempre esercizi di stretching prima di ogni sessione.

Volete saperne di più? Camminare tutti i giorni: 4 benefici

5. Pressione bassa

Misurazione della pressione arteriosa

Anche la pressione molto bassa può essere una condizione pericolosa. Agisce direttamente sul cuore e può causare palpitazioni e una sensazione di “pesantezza” al cuore.

Se il vostro medico vi ha diagnosticato un’eccessiva ipotensione e ha stabilito una terapia, è essenziale seguirla alla lettera, evitando le cure fai da te.

Per evitare di mettere sotto sforzo il cuore, aiutatelo con una semplice passeggiata quotidiana.

6. Precedenti patologie cardiache

Elettrocardiogramma e stetoscopio

Avete mai avuto qualche anomalia cardiaca? Alcune persone ne soffrono durante l’infanzia o l’adolescenza e poi, in età adulta, il disturbo sparisce.

Il problema è che con il tempo, lo stress e le cattive abitudini, queste malattie “dimenticate” possono essere causa di palpitazioni.

Se avete una storia medica di questo tipo, ricordate di:

  • Evitare il consumo eccessivo di caffeina e alcool.
  • Fare esercizio fisico regolarmente, senza eccedere.
  • Sottoporvi a visita medica ogni 6 mesi.
  • Non apportare variazioni alle terapie prescritte dal medico.

Come potete vedere, le palpitazioni possono avere più di una causa. Vi consigliamo quindi di non ignorare un sintomo di questo tipo.

Quando si tratta di un fenomeno isolato, non è il caso di preoccuparsi, ma va comunque considerato come un invito del nostro cuore a condurre una vita più sana. 

Se invece le palpitazioni sono ricorrenti sottoponetevi quanto prima ad una visita cardiologica.

Guarda anche