Trattare l’ipotensione: 6 rimedi naturali

7 Luglio 2016
La pressione bassa provoca capogiri e debolezza, ma è possibile trattarla. Provate con gli infusi e le tisane naturali. Vi sentirete molto meglio!

In altre occasioni abbiamo condiviso consigli e rimedi per tenere sotto controllo la pressione arteriosa alta, altrimenti detta ipertensione; tuttavia, cosa fare quando si verifica il contrario? Si può trattare l’ipotensione?

Se la pressione diminuisce troppo, ci troviamo di fronte a un quadro di ipotensione, ovvero il sangue scorre a un ritmo più lento del normale.

Questo implica un minor flusso sanguigno agli organi vitali come cervello, fegato, cuore, etc.

L’ipotensione può essere causata da molti fattori, tra cui deficit nutritivi, emozioni intense, problemi ormonali o disidratazione. Dato che il cuore ha difficoltà a pompare il sangue, si presentano sintomi quali svenimenti, capogiri e debolezza. È quindi fondamentale prestare attenzione e intervenire in modo adeguato.

In questa occasione vogliamo condividere 6 rimedi che aiutano a trattare l’ipotensione in modo naturale, riportando la pressione a livelli appropriati.

Trattare l’ipotensione in modo naturale

1. Infuso di liquirizia: il modo più diffuso per trattare l’ipotensione

infuso di liquirizia per trattare l'ipotensione

Si tratta di una delle piante più utilizzate per trattare l’ipotensione, perché ha effetto in breve tempo.

Le sue proprietà agiscono sulla circolazione ristabilendo i valori normali della pressione. Inoltre, allevia la sensazione di debolezza e, nelle donne, i crampi causati da un ciclo mestruale abbondante.

Bisogna assumere questo infuso sempre in piccole dosi perché in eccesso può avere effetti indesiderati.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di liquirizia (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Come prepararlo?

  • Mettete a bollire la tazza d’acqua e poi versate il cucchiaino di liquirizia.
  • Passati circa 10 minuti, filtrate l’infuso e bevetelo.
  • Bevetelo una volta al giorno, tutti i giorni, fino a miglioramento.

Consultate anche questo articolo: 5 modi di migliorare il flusso sanguigno del cervello

2. Biancospino

Il biancospino è una pianta dall’elevato contenuto di flavonoidi, potenti antiossidanti in grado di regolare il ritmo cardiaco e la pressione arteriosa.

Il suo effetto sulle arterie aiuta ad evitarne l’indurimento causato da un eccesso di lipidi; si tratta anche di un rimedio utile per i disturbi del sistema nervoso.

 Ingredienti

  • 1 cucchiaio di fiori e foglie secche di biancospino (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Come prepararlo?

  • Mettete a bollire la tazza d’acqua; una volta giunta ad ebollizione, aggiungete il cucchiaio di fiori e foglie secche di biancospino.
  • Mettete il coperchio e lasciate risposare circa 15 minuti prima di berlo.
  • È possibile assumere le stesse dosi due volte al giorno.

3. Tisana al tiglio

infuso di tiglio

Il tiglio possiede proprietà ipertensive che risultano utili per aumentare la pressione quando raggiunge livelli molto bassi.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di estratto secco di alburno di tiglio (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Come prepararla?

  • Versate un cucchiaino di tiglio in una tazza d’acqua e preparate un decotto della durata di un quarto d’ora.
  • Una volta pronto, filtrate e poi bevete.
  • Bevete due tazze al giorno.

4. Infuso di rosmarino: per trattare l’ipotensione e la debolezza

Le qualità del rosmarino vengono sfruttate per stimolare il sistema nervoso centrale e attivare la circolazione.

Il rosmarino ha effetto tonico sul corpo, ideale per trattare la debolezza fisica e mentale associate all’abbassamento della pressione sanguigna.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di rosmarino (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Come prepararlo?

  • Mettete a bollire la tazza d’acqua e poi aggiungete il rosmarino; lasciate cuocere per circa 10 minuti.
  • Colate e bevete due volte al giorno.

5. Infuso di zenzero e peperoncino di Cayenna

infuso di zenzero

La radice di zenzero è un altro ottimo alleato per controllare la pressione arteriosa grazie alla sua capacità di migliorare la circolazione e l’effetto anticoagulante.

Per potenziare questo effetto, lo si può mescolare con un po’ di peperoncino di Cayenna, ricco di antiossidanti.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di zenzero grattugiato (30 g)
  • 1 cucchiaino di peperoncino di Cayenna in polvere (5 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Come prepararlo?

  • Prima di tutto, mettete a bollire l’acqua e poi aggiungete il peperoncino di Cayenna e lo zenzero grattugiato.
  • Togliete dal fuoco, lasciate riposare circa 10 minuti e bevete.
  • Prendete una o due tazze al giorno, fino a regolare la pressione.

Leggete anche: Zenzero: 9 motivi per includerlo nella dieta

6. Acqua con sale

L’assunzione eccessiva di sale è una delle cause di ritenzione idrica e ipertensione; tuttavia, ingerirlo in piccole dosi risulta molto utile in caso di ipotensione.

Ingredienti

  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml).
  • ¼ di cucchiaino di sale (1,2 g).

Come prepararla?

  • Diluite il sale nel bicchiere d’acqua e bevete.
  • Non assumetelo per più di cinque giorni consecutivi.

Bisogna ricordare l’importanza di consultare il medico nel caso in cui soffriate di frequenti episodi di ipotensione.

Allo stesso modo, per evitare questa condizione, è importante evitare il consumo di alcolici e adottare sane abitudini, come seguire un’alimentazione sana e assumere la giusta quantità giornaliera d’acqua.