7 alimenti per prevenire il diabete

· 4 luglio 2014
Se avete antecedenti familiari di diabete o abitudini alimentari che potrebbero predisporvi a soffrire di questo problema, esistono diversi alimenti che non dovrebbero mancare nelle vostre diete. Ve li presentiamo nel seguente articolo.

Negli ultimi anni, sempre più persone soffrono di diabete di tipo II e la cosa più preoccupante è che l’età media in cui si manifesta questa malattia è scesa nel giro di dieci anni dai 60 ai 40 anni. Per questo motivo, è molto importante imparare a conoscere gli alimenti che possono prevenire questa patologia.

In primo luogo, bisogna tenere in considerazione che gli alimenti di cui parleremo in questo articolo non danno gli effetti sperati se non vengono accompagnati da altri alimenti sani nella dieta di tutti i giorni. Inoltre, è necessario condurre uno stile di vita sano che comprenda anche un’attività fisica frequente, che si rivela anche molto utile per mantenersi in forma perfetta.

Gli alimenti che aiutano a tenere il diabete sotto controllo o, meglio ancora, lontano dal nostro organismo sono i seguenti:

Il curry

Anche se fino ad oggi non è stata pienamente dimostrata l’efficacia del curry nella prevenzione del diabete di tipo II, sono stati condotti alcuni studi che hanno fornito dei risultati positivi per quanto riguarda lo sviluppo di questa malattia. Come riferimento, sono stati presi in considerazione i dati di uno studio effettuato su un gruppo di 240 pazienti che presentavano un alto rischio di sviluppare il diabete, pur non avendo i livelli di zucchero nel sangue troppo elevati. Questi pazienti sono stati divisi in due gruppi. Al primo gruppo è stato dato estratto di curcuma (presente in grande percentuale nel curry), una spezia che contiene un componente chiamato curcumina che ha la capacità di prevenire il diabete. Il secondo gruppo, invece, ha ricevuto solo un placebo.

Alla fine dello studio, i ricercatori sono giunti alla conclusione che i pazienti trattati con la curcuma non hanno sviluppato la malattia, mentre gli altri pazienti hanno iniziato a soffrire di diabete.

La cannella

Cannella

La cannella possiede una grande capacità di migliorare i livelli di glucosio nel sangue. Vi raccomandiamo di aggiungerla ad una grande varietà e numero di pietanze e bevande, alle quali conferisce un sapore piuttosto gradevole. Se l’aggiungete alle mele cotte al forno, queste diventeranno un ottimo dessert; il caffè, la cioccolata o qualsiasi altra bevanda saranno ancora più gustosi e salutari con l’aggiunta di un pizzico di cannella. Non esitate a provarla!

Il caffè

Oltre ad essere una bevanda deliziosa e utile per mantenersi svegli e attivi, il caffè può prevenire la comparsa del diabete di tipo II. Infatti, alcune ricerche condotte dai ricercatori dell’Università della California, a Los Angeles, hanno rivelato che il consumo (controllato) di caffè aumenta il livello di una proteina chiamata SHBG che circola nel sangue, cosa che può evitare il rischio di soffrire di diabete.

I mirtilli e le mele

Le mele hanno proprietà ipotensive, una caratteristica che le rende dei potenti alleati in caso di ipertensione perché abbassano la pressione sanguigna.
Le mele hanno proprietà ipotensive, una caratteristica che le rende dei potenti alleati in caso di ipertensione perché abbassano la pressione sanguigna.

Il consumo frequente di questi frutti durante la settimana può evitare il rischio di soffrire di diabete di tipo II, infatti i mirtilli e le mele contengono grandi quantità di antociani (o antocianine), delle sostanze che possono prevenire questa malattia.

Il cioccolato fondente

Alcuni studi recenti hanno dimostrato che le persone abituate a consumare cioccolato fondente con una certa regolarità, presentano un rischio minore di sviluppare il diabete di tipo II; inoltre, nella maggior parte dei casi il consumo di cioccolato permette di evitare le malattie cardiovascolari.

Le noci

Noci

Un consumo regolare di noci o di qualsiasi altra varietà di frutta secca è molto importante per proteggere il nostro organismo da malattie quali il diabete o i problemi cardiovascolari. Per godere dei benefici di questi alimenti, occorre mangiarne almeno una manciata tutti i giorni.

Guarda anche