7 segnali d’allarme del cancro al collo dell’utero

9 febbraio 2015

Fino a circa 40 anni fa il cancro al collo dell’utero rappresentava una delle principali minacce di morte da cancro per le donne. Al giorno d’oggi, con il progresso della medicina e della tecnologia, le morti a causa di quella malattia sono diminuite in modo significativo, anche se non smette di essere una minaccia. Le ricerche, la medicina e lo sviluppo della tecnologia hanno permesso di individuare alcuni sintomi chiave tramite i quali è possibile individuare in tempo questa malattia e ricorrere ad una cura opportuna. Per questo motivo, è molto importante che tutte le donne si informino bene sui segnali di questa malattia e consultino il prima possibile un medico se credono di esserne a rischio.

Quali sono i fattori di rischio del cancro al collo dell’utero?

Conoscere i fattori di rischio del cancro al collo dell’utero è importante per prevenirlo ed individuarlo in tempo. Grazie a queste informazioni, le donne potranno capire se sono a rischio di soffrire di questa malattia.

  • Infezione dal Virus del Papilloma Umano (HPV): il virus del papilloma umano è una delle principali cause di cancro al collo dell’utero. Si trasmette attraverso i rapporti sessuali e, in generale, si può individuare con un Pap test o mediante l’individuazione di verruche nell’area genitale.
  • Alimentazione: un’alimentazione scorretta può portare le donne ad uno stato di sovrappeso, cosa che aumenta il rischio di sviluppare il cancro al collo dell’utero.
  • Genetica: le donne che hanno precedenti in famiglia di cancro al collo dell’utero presentano una possibilità 3 volte superiore di sviluppare questa malattia.
  • HIV: questo virus debilita il sistema immunitario e rende il corpo più predisposto a contrarre Il HPV.
  • Consumo di tabacco.
  • Età precoce di inizio dei rapporti sessuali.
  • Elevato numero di figli.
  • Menopausa dopo i 52 anni.
  • Diabete.
  • Pressione arteriosa elevata.
  • Esposizione ad elevati livelli di estrogeni.

Quali sono i segnali di allarme del cancro al collo dell’utero?

Uno degli svantaggi del cancro è che di solito è una malattia silenziosa durante le sue prime fasi. Questo è uno dei motivi per cui continuano ad esserci ancora molte morti a causa di questa malattia. Tuttavia, intervenire in tempo in seguito ad alcuni sintomi chiave è il segreto per individuare e trattare in tempo questo problema.

Dolore alle gambe

gambe stanche

Uno dei sintomi che si possono presentare durante le prime fasi del cancro al collo dell’utero è dolore e gonfiore alle gambe. Questo avviene perché il collo dell’utero si gonfia e non permette al flusso sanguigno di scorrere in modo corretto, provocando infine questa sensazione dolorosa.

Perdite vaginali

Le perdite vaginali sono normali quando avvengono con poca frequenza e sono prive di colore e odore. Se queste perdite aumentano, vengono prodotte con maggiore frequenza, hanno un cattivo odore e presentano un aspetto irregolare, la cosa migliore da fare è consultare un medico perché potrebbe essere un chiaro sintomo di un cancro al collo dell’utero.

Ciclo mestruale irregolare

Sangue

Si tratta di uno dei sintomi più comuni del cancro al collo dell’utero. Alcune donne presentano un ciclo mestruale irregolare e devono consultare un medico per individuarne la causa. Se in precedenza il ciclo è sempre stato regolare oppure se si sanguina tra una mestruazione e l’altra o dopo il coito sessuale, è importante allarmarsi e consultare un dottore.

Minzione fastidiosa

Analizzare le caratteristiche della minzione può aiutare ad individuare il cancro al collo dell’utero in diversi modi. Il sintomo più evidente è provare dolore quando si urina, come ad esempio bruciore e fastidio. Questi sintomi, nella grandissima maggioranza dei casi, indicano un’infezione delle vie urinarie, ma quando tali sintomi urinari sono abituali e duraturi, è importante rivolgersi il prima possibile ad un medico.

Minzione irregolare

Stitichezza

Oltre al dolore, anche i cambiamenti nelle abitudini di minzione possono essere un segnale chiave per individuare questa malattia. Iniziare a soffrire di incontinenza oppure urinare con maggiore frequenza del normale o ancora notare un colore diverso dell’urina sono tutti segnali da non sottovalutare.

Dolore durante i rapporti sessuali

Sentire fastidio o dolore durante i rapporti sessuali è un altro sintomo chiave per individuare il cancro al collo dell’utero. In questo caso, la cosa migliore è consultare un medico per determinare il motivo del dolore che si prova durante il coito.

Dolore pelvico

Il dolore pelvico di solito è molto comune durante il ciclo mestruale. Tuttavia, quando i crampi ed i dolori pelvici si presentano per più tempo, con maggiore frequenza o maggiore intensità, è importante non ignorare la situazione e consultare uno specialista.

Guarda anche