Abitudini che causano la depressione: 8 esempi

Oltre ad aiutarci a mantenerci in forma, l'esercizio fisico ci fa produrre endorfine, che migliorano il nostro stato d'animo.
Abitudini che causano la depressione: 8 esempi

Ultimo aggiornamento: 28 gennaio, 2021

Conoscete le 8 abitudini che causano la depressione? Scoprite di più in questo articolo.

Le cause, in realtà, possono essere tra le più disparate, ma se cerchiamo di cambiare alcune piccole abitudini che influiscono sul nostro stato d’animo possiamo notare dei miglioramenti in breve tempo.

Vi invitiamo a prendere coscienza di alcune abitudini che causano la depressione e che forse portate avanti ogni giorno in modo inconsapevole.

Abitudini che causano la depressione: carenza di nutrienti

Sebbene possa sembrare strano, è appurato che la depressione è collegata al sistema nervoso, che si nutre a sua volta degli alimenti che mangiamo.

Dunque, avete bisogno di assumere quotidianamente i seguenti alimenti per essere in equilibrio con voi stessi ed evitare la depressione o altri disturbi nervosi:

  • il magnesio, che trovate nelle noci, nella verdura a foglia verde e nell’avocado
  • il triptofano, presente nel cacao
  • gli acidi omega 3 dei semi di lino
  • la vitamina B12, contenuta nelle sardine, nelle uova e nei latticini
  • l’acido folico, presente nella frutta e nella verdura a foglia verde
Cioccolato

Alimenti nocivi

Dall’altro lato, ci sono alimenti che agiscono direttamente come un veleno, sottraendo vitamine e minerali all’organismo, che causano dipendenza, alterano l’equilibrio naturale dell’organismo e contribuiscono a peggiorare lo stato d’animo. Sono:

  • la carne consumata in eccesso
  • i grassi saturi
  • l’aspartame (edulcorante artificiale)
  • lo zucchero bianco e le caramelle
  • le bibite industriali
  • l’alcol
Grassi saturi tra le abitudini che causano la depressione

Abitudini che causano la depressione: mancanza di attività fisica

L’attività fisica è imprescindibile per la vita e aiuta anche a produrre endorfina, l’ormone della felicità. Molte persone credono che fare esercizio sia necessario solo per raggiungere un giusto peso, ma l’essere umano ha sempre fatto attività fisica, prima per sopravvivere e adesso più per un questione estetica.

Tuttavia, in fondo l’importante è farlo. Appena portate a termine degli esercizi noterete già un gran miglioramento.

Guardare in basso

Sicuramente vi sorprenderà, ma anche i movimenti degli occhi sono associati al nostro stato d’animo. Guardare in basso è collegato a sentimenti negativi, per cui potete fare la prova di cercare di guardare in alto e non fissarvi in un punto, ma solo in dettagli in alto.

Questo esercizio è semplicissimo e non richiede un grande sforzo.

Non affrontare i conflitti interiori

Secondo alcuni terapeuti, nella maggior parte delle depressioni bisogna cercare l’origine del problema perché normalmente c’è un conflitto e il problema nasce nel momento in cui questo viene ignorato, sperando che con il tempo passi.

Forse state facendo qualcosa che non volete fare, forse avete un accumulo di rabbia o tristezza dentro.

Per trattare queste questioni emotive vi consigliamo l’omeopatia e i Fiori di Bach, poiché non hanno controindicazioni né effetti collaterali e possono essere presi ad ogni età.

Ci dimentichiamo della natura

Gli squilibri mentali sono sempre più comuni anche tra i più giovani. Uno dei fattori che può aver influito su questo dato è la mancanza di contatto con la natura.

Il colore verde è un equilibrante naturale e i bagni di sole sono fondamentali, in particolare quando non stiamo bene.

Ci sono persone che intuitivamente sentono questa necessità, sebbene in realtà tutti ne abbiamo bisogno. Se vivete in città, dovreste cercare di immergervi nella natura almeno nel fine settimana.

Robertson Nature Reserve

Respiriamo appena

Oggigiorno respiriamo giusto per sopravvivere, ma ogni cellula del nostro organismo ha bisogno di ossigeno; quindi, se non glielo diamo, le stiamo sottoponendo ad una situazione di stress.

È importante imparare a respirare correttamente e per questo potete realizzare qualche tipo di terapia (yoga, tai-chi, antiginnastica, feldenkrais…).

Abitudini che causano la depressione: mancanza di contatto fisico

Una persona tendente alla depressione è solita isolarsi ed evitare il contatto con altre persone, tanto quelle conosciute superficialmente quanto quelle più vicine. Per questo motivo dovete lottare per recuperarlo, sebbene all’inizio sia un po’ faticoso. Una buona opzione, per esempio, è quella di lasciare che ci facciano dei massaggi.

Ancora meglio è usare oli essenziali con proprietà per risollevare l’animo, come quelli di origano, lavanda, camomilla, bergamotto, geranio, gelsomino, limone, legno di sandalo, mandarino, melissa, arancia, neroli, petitgrain, pompelmo, salvia bianca, verbena di limone e ylang-ylang.

In questo caso potete annusarli e lasciarvi guidare dal vostro intuito. Una volta scelto, potete mescolarlo con la vostra crema idratante.

Immagini per gentile concessione di: John Loo, cwd1978 e Poytr

Potrebbe interessarti ...
5 alimenti contro la depressione che dovete conoscere
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
5 alimenti contro la depressione che dovete conoscere

Sapevate che ci sono degli alimenti contro la depressione assolutamente naturali e sani? Scoprite quali sono e che tipo di benefici producono nell'...



  • Bedrosian, T. A., & Nelson, R. J. (2017). Timing of light exposure affects mood and brain circuits. Translational Psychiatry, 7(1), e1017. https://doi.org/10.1038/tp.2016.262
  • Fernandes, M., Mutch, D., & Leri, F. (2017). The Relationship between Fatty Acids and Different Depression-Related Brain Regions, and Their Potential Role as Biomarkers of Response to Antidepressants. Nutrients, 9(3), 298. https://doi.org/10.3390/nu9030298
  • Ferrer-Cascales, R., Albaladejo-Blázquez, N., Ruiz-Robledillo, N., Clement-Carbonell, V., Sánchez-SanSegundo, M., & Zaragoza-Martí, A. (2019). Higher Adherence to the Mediterranean Diet is Related to More Subjective Happiness in Adolescents: The Role of Health-Related Quality of Life. Nutrients, 11(3), 698. https://doi.org/10.3390/nu11030698
  • Gómez-Juanes, R., Roca, M., Gili, M., Garcia-Campayo, J. y García-Toro, M. (2017). Estilo de vida saludable: un factor de protección minusvalorado frente a la depresión, Psiquiatría Biológica,24(3), 97-105. https://doi.org/10.1016/j.psiq.2017.10.004
  • Gradari, S., Pallé, A., McGreevy, K. R., Fontán-Lozano, Á., & Trejo, J. L. (2016). Can Exercise Make You Smarter, Happier, and Have More Neurons? A Hormetic Perspective. Frontiers in Neuroscience, 10, 93. https://doi.org/10.3389/fnins.2016.00093
  • Grav, S., Hellzèn, O., Romild, U. and Stordal, E. (2012), Association between social support and depression in the general population: the HUNT study, a cross‐sectional survey. Journal of Clinical Nursing, 21(1-2)111-120. https://doi.org/10.1111/j.1365-2702.2011.03868.x
  • Hogarth, L., Hardy, L., Mathew, A. R., & Hitsman, B. (2018). Negative mood-induced alcohol-seeking is greater in young adults who report depression symptoms, drinking to cope, and subjective reactivity. Experimental and Clinical Psychopharmacology, 26(2), 138–146. https://doi.org/10.1037/pha0000177
  • Ju, S., & Park, Y. K. (2019). Low fruit and vegetable intake is associated with depression among Korean adults in data from the 2014 Korea National Health and Nutrition Examination Survey. Journal of Health, Population and Nutrition, 38(1), 39. https://doi.org/10.1186/s41043-019-0204-2
  • Knüppel, A., Shipley, M. J., Llewellyn, C. H., & Brunner, E. J. (2017). Sugar intake from sweet food and beverages, common mental disorder and depression: prospective findings from the Whitehall II study. Scientific Reports, 7(1), 6287. https://doi.org/10.1038/s41598-017-05649-7
  • Mammen, G. and Faulkner, G. (2013). Physical activity and the prevention of depression: a systematic review of prospective studies. American Journal of Preventive Medicine, 45(5), 649-57. https://doi.org/10.1016/j.amepre.2013.08.001
  • Rogerson, M., Gladwell, V., Gallagher, D., & Barton, J. (2016). Influences of Green Outdoors versus Indoors Environmental Settings on Psychological and Social Outcomes of Controlled Exercise. International Journal of Environmental Research and Public Health, 13(4), 363. https://doi.org/10.3390/ijerph13040363
  • Streeter, C. C., Gerbarg, P. L., Whitfield, T. H., Owen, L., Johnston, J., Silveri, M. M. et al. (2017). Treatment of Major Depressive Disorder with Iyengar Yoga and Coherent Breathing: A Randomized Controlled Dosing Study. The Journal of Alternative and Complementary Medicine, 23(3), 201–207. https://doi.org/10.1089/acm.2016.0140
  • Tarleton, E. K., Kennedy, A. G., Rose, G. L., Crocker, A., & Littenberg, B. (2019). The Association between Serum Magnesium Levels and Depression in an Adult Primary Care Population. Nutrients, 11(7), 1475. https://doi.org/10.3390/nu11071475
  • Wang, J., Um, P., Dickerman, B., & Liu, J. (2018). Zinc, Magnesium, Selenium and Depression: A Review of the Evidence, Potential Mechanisms and Implications. Nutrients, 10(5), 584. https://doi.org/10.3390/nu10050584
  • Won, E., & Kim, Y.-K. (2016). Stress, the Autonomic Nervous System, and the Immune-kynurenine Pathway in the Etiology of Depression. Current Neuropharmacology, 14(7), 665–673. https://doi.org/10.2174/1570159×14666151208113006
  • Zhang, Y., Yang, Y., Xie, M., Ding, X., Li, H., Liu, Z., & Peng, S. (2017). Is meat consumption associated with depression? A meta-analysis of observational studies. BMC Psychiatry, 17(1), 409. https://doi.org/10.1186/s12888-017-1540-7