Abuso di farmaci con prescrizione: come prevenirlo

26 Giugno 2020
L'abuso di farmaci con prescrizione può avere serie conseguenze sulla nostra salute. Come si può prevenire questa situazione?

L’abuso di farmaci con prescrizione può compromettere seriamente la nostra salute, al punto da mettere a rischio la nostra stessa vita.

Molto probabilmente sapete perché esistono medicinali che possono essere comprati solo con una prescrizione medica: si tratta di un modo per evitare un consumo eccessivo e incontrollato che possa danneggiare la salute delle persone. Nonostante tutte le misure adottate, questo fenomeno continua a verificarsi.

Molte patologie richiedono l’assunzione di analgesici che rendano il dolore più sopportabile. In altri casi, i farmaci depressori del sistema nervoso consentono di trattare problemi come l’ansia e i disturbi del sonno.

Il problema principale risiede nelle indicazioni fornite dal medico e, soprattutto, dalla condotta del paziente. Un uso improprio di questi medicinali può avere conseguenze terribili: si tratta, di fatto, di un grave problema di salute pubblica diffuso in tutto il tutto il mondo.

Perché si verifica l’abuso di farmaci con prescrizione?

Ragazza che fa abuso di farmaci
L’uso improprio dei medicinali si ripercuote sulla loro efficacia e ne riduce la sicurezza.

È certamente legittimo domandarsi quali possono essere i motivi per cui si verifica un abuso di farmaci con prescrizione. Si tratta di medicinali che, in alcuni casi, possono provocare dipendenza. Nelle righe che seguono esponiamo le ragioni di questo fenomeno.

  • Convinzioni errate. C’è chi crede che assumere quantità maggiori rispetto a quelle indicate dal medico possa migliorare l’efficacia del farmaco. Nel migliore dei casi, invece, l’organismo sviluppa una forma di resistenza e ha bisogno di dosi più elevate affinché il farmaco possa fare effetto.
  • Problemi emotivi. Se stiamo male psicologicamente, possiamo ricorrere a questi farmaci con prescrizione per dormire di più ed evitare di pensare, per sentire quella sensazione di benessere che ci provocano e liberarci del nostro dolore emotivo.

Quando i problemi emotivi sono molto gravi, il paziente potrebbe assumere più farmaci del dovuto nel tentativo di provocare una reazione negativa nel proprio organismo.

Nella maggior parte dei casi, l’abuso si verifica perché i medicinali vengono assunti in maniera scorretta, spingendo ad aumentare le dosi per avvertirne gli effetti. Ciononostante, anche un trattamento prolungato, per quanto caratterizzato da un consumo adeguato, può portare a questo risultato.

Vi consigliamo di leggere anche: Gli oppioidi: perché il medico decide di prescriverli?

Prevenire l’abuso di farmaci con prescrizione

Overdose da farmaci
L’abuso di farmaci con prescrizione può avere gravi conseguenze per la salute della persona e, in alcuni casi, il suo stato di salute complessivo.

Nonostante le misure adottate per evitare l’abuso di determinati medicinali, è necessario definire ancor meglio, se possibile, le conseguenze, dal momento che si tratta di un fenomeno piuttosto diffuso.

È indispensabile adottare alcuni metodi preventivi che aiutino a evitare situazioni sgradevoli, come overdose involontarie, danni per la salute o effetti indesiderati dovuti all’assunzione incontrollata dei farmaci.

Definire la durata del trattamento

Il medico deve definire in maniera adeguata la durate del trattamento a cui il paziente deve essere sottoposto. Per esempio, un trattamento a base di benzodiazepine, sostanze psicotrope che possono essere prescritte per risolvere problemi di insonnia, ansia o disturbi di varia natura (tra i tanti, il disturbo ossessivo compulsivo).

Il rischio di sviluppare dipendenza in seguito al consumo di queste sostanze è piuttosto elevato. In seguito a ciò, il loro consumo non è raccomandato per un periodo superiore alle 8 o 12 settimane. Trascorso questo tempo, il medico deve cercare altre soluzioni oppure cambiare farmaco, in modo da non favorire lo sviluppo di una dipendenza.

Assistenza psicologica

È molto importante che al paziente che cade nell’abuso di farmaci venga data la possibilità di ricevere un’assistenza psicologica che gli consenta di acquisire abitudini positive per ridurre il suo bisogno di consumare medicinali.

Bisognerà intervenire anche su diversi aspetti emotivi che possono favorire questo consumo abusivo; gli verranno dunque forniti gli strumenti per risolvere diversi problemi a cui potrebbe andare incontro nel corso della vita.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Dipendenza da alcol: come riconoscerla?

Sostegno di qualunque natura

Viste le ripercussioni del problema, il sostegno è fondamentale per allontanarsi dal consumo abusivo di farmaci con prescrizione.

Se il paziente è religioso, cercare supporto in persone che professino la stessa fede rappresenta una risorsa importante. In caso contrario, esistono numerosi gruppi di sostegno che possono offrire diversi benefici. Anche la famiglia, il partner e gli amici costituiscono un pilastro fondamentale in questo percorso.

Ci auguriamo che questo articolo abbia fatto luce sul perché è importante seguire le indicazioni del medico. Certi medicinali possono compromettere la nostra salute e la nostra vita se ne diventiamo dipendenti.

  • Ayuso Gutiérrez, José Luis. (2008). ¿Está justificado el tratamiento prolongado con benzodiacepinas?. Salud mental31(6), 429-430. Recuperado en 31 de enero de 2019, de http://www.scielo.org.mx/scielo.php?script=sci_arttext&;amp;pid=S0185-33252008000600001&lng=es&tlng=es.
  • Caballero Aranda, Inma, & Sevilla Lerena, MP.. (2014). Abuso de fármacos en medio sanitario: programas de tratamiento. Medicina y Seguridad del Trabajo60(235), 434-454. https://dx.doi.org/10.4321/S0465-546X2014000200014
  • Ramírez Ramírez, Martha Ofelia. (2006). La Prescripción de medicamentos y su repercusión socialDrug prescription and its social impact. Revista Cubana de Salud Pública32(4) Recuperado en 31 de enero de 2019, de http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&;amp;pid=S0864-34662006000400016&lng=es&tlng=es.