Accelerare il metabolismo: 5 utili consigli

· 11 luglio 2018
Sapevate che per accelerare il metabolismo non dovete smettere di mangiare, bensì consumare più pasti nel corso della giornata? Cercate di mangiare più spesso, ma porzioni più piccole

Per aumentare il nostro benessere e ottenere una perdita di peso significativa, è opportuno tenere sotto controllo e accelerare il metabolismo. Un metabolismo lento renderà più difficile perdere peso.

Per questo motivo vogliamo darvi alcuni consigli grazie ai quali potrete accelerare il vostro metabolismo. Grazie a queste semplici regole, il metabolismo lavorerà meglio, con esso, le reazioni chimiche che hanno luogo in ogni cellula.

Un metabolismo veloce agevola una rapida perdita di peso e un migliore consumo di calorie, anche quando non si svolge nessuna attività fisica. In questo caso si parla di metabolismo basale, che non è altro che la quantità di energia che il nostro corpo brucia per mantenersi in funzione nel corso della giornata.

Si ha bisogno di più calorie per mantenere i muscoli, piuttosto che per il tessuto adiposo. Una quantità elevata di tessuto muscolare e una riduzione di quello adiposo contribuiranno quindi ad accelerare il metabolismo.

Per farlo funzionare al meglio, dovremo fare regolare attività fisica e seguire una dieta sana.

Consigli per accelerare il metabolismo

1. Sviluppare la massa muscolare

Sollevamento pesi

Guadagnare massa muscolare è importante quanto l’allenamento aerobico. Per questo motivo dobbiamo dedicare del tempo al sollevamento pesi, all’uso di attrezzi da palestra o allo svolgimento di flessioni e addominali. Un tempo maggiore, forse, di quello che dedichiamo a esercizi aerobici come la corsa, la bicicletta o il nuoto.

A causa del loro elevato fabbisogno energetico, i muscoli bruciano calorie anche quando non ci muoviamo.

Per questo motivo, aumentare la nostra massa muscolare ci consentirà di accelerare il metabolismo basale, e questo porterà il corpo a bruciare più calorie per il solo fatto di essere in funzione.

2. Allenamento a intervalli ad alte intensità

Hiit

L’HIIT (High Intensity Interval Training) è un allenamento basato su intervalli ad alta intensità. Si alternano brevi allenamenti ad alta intensità durante lo svolgimento di attività aerobica.

A titolo di esempio, possiamo sprintare ripetutamente mentre corriamo oppure spingere progressivamente al massimo quando andiamo in bicicletta.

Questo metodo è formidabile per bruciare calorie. L’esercizio aerobico a intensità costante, infatti, non è l’ideale per bruciare energia, dal momento che dopo un certo tempo il corpo regola il consumo calorico. L’HIIT, introducendo intervalli di allenamento ad alta intensità, lo obbligherà a bruciare un’elevata quantità di energia.

3. Mangiare spesso

Per accelerare il metabolismo, è opportuno ridurre l’intervallo di tempo tra un pasto e l’altro. Se trascorriamo molto tempo senza mangiare, i livelli di glucosio nel sangue si abbassano facendoci sentire senza forze e rallentando il metabolismo.

Mangiare più spesso, invece, mantiene l’apparato digerente attivo più a lungo e con maggiore frequenza, contribuendo ad accelerare il metabolismo.

Sarà sufficiente mangiare un po’ di frutta secca o un frutto ogni due ore. In questo modo ridurremo il consumo di calorie e manterremo il metabolismo in una condizione di accelerazione.

4. Spezie piccanti

Spezie piccanti

I cibi piccanti come il chili, il peperoncino di cayenna o i peperoni piccanti contengono una sostanza conosciuta come capsaicinaQuesta sostanza consente al corpo di sudare quando mangiamo cibi piccanti. La sua funzione, però, non si limita a questo.

La capsaicina contribuisce a ridurre il grasso corporeo perché stimola la morte delle cellule adipose immature.

In definitiva, mangiare spesso cibi piccanti può favorire la perdita di peso e l’eliminazione dei lipidi.

5. Consumare soprattutto proteine

Il nostro apparato digerente impiega più tempo e più energie per scomporre e assimilare i cibi ricchi di proteine, rispetto a quelli ricchi di zuccheri o grassi.

Il nostro organismo deve spendere tra il 20 e il 30 percento delle calorie ottenuta dalle proteine, solo per assimilarle.

D’altro canto, i carboidrati determinano una spesa energetica che va dal 5 al 15 percento.

Inoltre, mentre i cibi ricchi di idrati di carbonio vengono immagazzinati sotto forma di grassi, le proteine servono per costruire massa muscolare.

Una dieta ricca di proteine favorisce l’aumento della massa muscolare e costituisce un punto fondamentale per mettere in pratica il primo consiglio della lista.

Guarda anche