Affrontare il tumore al seno nel migliore dei modi

16 Novembre 2020
Il tasso di guarigione dal tumore al seno è in continua crescita. Al giorno d'oggi, di fatto, si guarisce nella maggior parte dei casi, soprattutto se la malattia viene identificata nelle sue fasi iniziali. Come affrontarlo al meglio?

A livello mondiale il tumore al seno è uno dei più frequenti tra le donne, nonché uno dei più studiati. I trattamenti per combatterlo migliorano di continuo e il tasso di guarigione si aggira al 90% quando la malattia viene diagnosticata nelle sue fasi iniziali. Come si può affrontare il tumore al seno e le sue conseguenze?

In realtà, nessuna persona è pronta per ricevere una simile diagnosi. Questo è vero soprattutto se consideriamo che meno di un quarto delle donne alle quali viene diagnosticato presenta un fattore di rischio, genetico o di altra natura.

Consigli per affrontare il tumore al seno

Durante un colloquio con il medico.
Il tumore al seno è uno dei più diffusi, ma anche uno dei più studiati e con le maggiori possibilità di trattamento.

La notizia viene ricevuta come una sorpresa desolante e sconcertante che può avere ripercussioni negative sulla salute fisica e psicologica della donna. In un primo momento bisogna mantenere la calma.

Per quanto possa essere duro ricevere una diagnosi di tumore al seno, sottoporsi al trattamento e fare i conti con le conseguenze del caso, alcuni consigli possono aiutare le donne che si trovano in questa situazione.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Dieta per il tumore al seno: cibi consigliati e perché

Ottenere la maggior quantità possibile di informazioni

Uno degli aspetti che destabilizzano maggiormente in questi casi è l’incertezza. È per questo motivo che ottenere la maggior quantità possibile di informazioni sulla malattia, il trattamento e le possibili conseguenze può essere molto utile. La persona potrà sentirsi più tranquilla nei confronti delle decisioni che dovrà prendere.

La paziente deve poter contare su uno specialista che la ascolti e si prenda cura di tutte le sue inquietudini, dedicandole il suo tempo e pazienza. Prima dell’appuntamento. è possibile stilare una serie di domande sul tumore, il suo stadio, i possibili trattamenti, le probabilità di guarigione, ecc.

Si consiglia di recarsi ai primi appuntamenti accompagnate da un familiare o un amico così da capire e ricordare meglio le parole del medico. Una volta superata questa prima tappa, avere piena fiducia nell’équipe medica e affidarsi agli specialisti è il modo migliore per affrontare il tumore al seno.

Cercare sostegno psicologico e affettivo per affrontare il tumore al seno

Donne attive nella sensibilizzazione contro il tumore al seno.
Sapere di avere il tumore al seno può essere desolante, ma grazie all’aiuto di associazioni e psicologi, è possibile vincere questo stato d’animo.

Oltre a sottoporsi alla terapia farmacologica, altri aspetti importanti possono aiutare le donne affette da tumore al seno ad affrontare la propria malattia. Uno di questi è l’aiuto psicologico.

Anche se in molti casi la paziente crede di stare bene e di poter affrontare da sola quello che le sta accadendo, prima o poi crollerà. L’aiuto di uno specialista è fondamentale in questo momento e durante tutta la durata del trattamento (e perfino dopo).

Il sostegno da parte dei propri cari, e in generale di tutto il contesto familiare, sociale e lavorativo, è indispensabile per poter affrontare il tumore al seno nel miglior modo possibile. Queste persone offriranno alla paziente una sorta di scudo protettivo che le sarà di grande aiuto. È importante che la donna consenta loro di manifestarle il proprio affetto e prendersi cura di lei.

Vi consigliamo di leggere anche: Conseguenze emotive del cancro

Mantenersi occupate e positive

Il percorso di guarigione dal tumore al seno è di solito lungo e tortuoso. Un atteggiamento positivo risulta particolarmente utile per superare questo periodo nel migliore dei modi.

In questo campo la medicina ha compiuto notevoli progressi e oggi le probabilità di guarigione sono molte. È importante ricordare che questo momento difficile rappresenta il cammino verso la guarigione e che, dopo la sua conclusione, sarete sane come prima.

Anche mantenere la mente occupata risulta utile. La donna che si trova a dover affrontare un tumore al seno deve essere consapevole che la sua vita non si esaurisce con la malattia. Il tumore non può occupare tutti i suoi pensieri: per evitare questo meccanismo, è necessario aiutare la mente.

Il lavoro rappresenta senza alcun dubbio un notevole stimolo e, nella misura del possibile, è bene proseguire la propria routine quotidiana e mantenerla il più possibile intatta. Altrettanto utile è cercare passioni e attività che rendano felice la donna.

Indubbiamente, durante il trattamento ci saranno giorni in cui si sentirà esausta, priva di forze e svogliata. È fondamentale, però, fare uno sforzo nel tentativo di dedicarsi ad attività che le diano piacere e le facciano sentire che la malattia non riuscirà ad avere la meglio.

  • Asociación española contra el cáncer. 2014. Guía sobre el cáncer de mama. Extraído de: https://www.aecc.es/sites/default/files/migration/actualidad/publicaciones/documentos/cancer-mama-2014.pdf
  • Sociedad española de oncología. 2011. Hablemos del cáncer de mama. Extraído de: http://fecma.vinagrero.es/documentos/HABLEMOS_DE_CANCER_MAMA.pdf
  • REVISTA MEDICA DE COSTA RICA Y CENTROAMERICA LXXI. 2015. Oncología y cáncer de mama. Extraído de:http://www.binasss.sa.cr/revistas/rmcc/617/art20.pdf