Alimentazione per i pazienti ipotesi

· 30 Marzo 2019
Ipotensione è il termine medico per indicare la bassa pressione sanguigna. Questa condizione può influire sulle funzioni di alcuni organi del corpo. Ecco perché è così importante trattarla correttamente. Ciò può essere fatto non solo attraverso i farmaci, ma anche attraverso la corretta alimentazione.

Quella che in termini medici è chiamata ipotensione altro non è che la pressione sanguigna bassa. Tale condizione può essere trattata attraverso i farmaci, ma anche attraverso una corretta alimentazione per i pazienti ipotesi.

L’ipotensione è la diminuzione del normale ritmo del battito cardiaco. Quando la pressione sanguigna diminuisce mentre circola attraverso le arterie, gli organi del corpo non ricevono più la quantità adeguata di sangue di cui hanno bisogno per funzionare correttamente.

Qual è la giusta alimentazione per i pazienti ipotesi? Cosa dovrebbero mangiare e cosa dovrebbero evitare?

Sintomi dell’ipotensione

La bassa pressione sanguigna genera comunemente alcuni sintomi come:

  • Svenimento
  • Vertigini
  • Visione offuscata
  • Confusione o disorientamento
  • Sonnolenza
  • Sudore
  • Nausea
  • Pallore
  • Cefalea
  • Stanchezza
  • Ronzio alle orecchie
  • Ipotermia (mani e piedi freddi)

Leggi anche: Cause e sintomi della pressione sanguigna bassa e alta

Cause dell’ipotensione

Donna con mal di testa

La diminuzione della pressione sanguigna ha diverse cause. Alcune delle più comuni sono:

  1. Cambiamenti di postura. Alzarsi all’improvviso può produrre una breve ipotensione.
  2. Disidratazione dovuta a un insufficiente apporto di liquidi.
  3. Costituzione fisica. Alcune persone con costituzione magra possono soffrire costantemente di ipotensione.
  4. Consumo di farmaci. Alcuni farmaci come diuretici, analgesici, psicotropi e per il trattamento di malattie circolatorie possono causare un calo della pressione sanguigna.
  5. Malattie cardiovascolari. Alcune condizioni cardiache possono causare un calo della pressione sanguigna. È il caso, ad esempio, delle aritmie o dell’insufficienza cardiaca.
  6. Disturbi endocrini. Un malfunzionamento della tiroide, dell’ipofisi, del pancreas o delle ghiandole surrenali può avere come sintomo l’ipotensione.

Alimentazione per i pazienti ipotesi

Una dieta corretta può migliorare notevolmente i sintomi dell’ipotensione. Tuttavia, tenete presente che dovreste consultare il vostro medico prima di iniziare una dieta speciale. Anche se in linea generale migliora lo stato di salute di un soggetto ipoteso, in alcuni casi può essere controproducente.

Ciò si verifica, ad esempio, quando l’ipotensione è dovuta a insufficienza cardiaca. In questo caso, l’aumento dell’assunzione di liquidi e sodio è del tutto controindicato. È pertanto essenziale ottenere una diagnosi prima di seguire qualsiasi regime alimentare.

Vediamo a seguire le linee guida di una corretta alimentazione per i pazienti ipotesi.

Assunzione di liquidi

Poiché la disidratazione è una delle cause della bassa pressione sanguigna, si dovrebbero bere da 2 a 3 litri al giorno per evitarla. La stessa raccomandazione vale per l’ipotensione dovuta a colpi di calore.

La bevanda raccomandata è principalmente l’acqua, in quanto garantisce il corretto funzionamento di tutti gli organi del corpo.

Si consigliano anche succhi di frutta naturali diluiti, tisane e infusi. Si consiglia di bere tutte le bevande senza zucchero per evitare il sovrappeso e altri problemi di salute. Il caffè è consigliato in piccole dosi. In caso di ipotensione può aiutare a calmare temporaneamente i sintomi. Tuttavia, un eccesso può portare a tachicardia e nervosismo.

Le bevande alcoliche sono controindicate. L’alcol altera in diversi modi il sistema circolatorio e stimola l’eliminazione dei liquidi corporei, portando alla disidratazione.

Distribuzione degli alimenti durante la giornata

Tipi di interazione tra farmaci e alimentazione per i pazienti ipotesi

La giusta alimentazione  per i pazienti ipotesi prevede l’assunzione giornaliera di piccole porzioni più volte al giorno. In questo modo si evita che il flusso sanguigno si concentra nell’area addominale quando si ingeriscono grandi quantità di cibo, poiché questo produce un calo di pressione.

Mangiare piccole porzioni può anche aiutare a mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue. Questo perché i periodi di digiuno sono ridotti. Ciò riduce le possibilità di ipotensione.

Vedi anche questo articolo: Sintomi iniziali del diabete, quali sono?

Aumento di sodio nella dieta

Il sale favorisce la ritenzione idrica nell’organismo, che stimola l’aumento della pressione sanguigna. Per tale motivo si raccomandano alimenti ricchi di sodio.

La frutta secca a guscio come noci, pistacchi, mandorle, semi di girasole e arachidi contengono quantità significative di sodio. Inoltre, sono ricchi di vitamine del gruppo B. Questi offrono molteplici benefici per la salute, ad esempio proteggono il sistema nervoso.

I formaggi e la carne di tacchino sono un’altra buona scelta alimentare per i pazienti ipotesi grazie al loro contenuto di sodio.

Sebbene possa calmare i sintomi di un episodio di ipotensione, l’assunzione di sodio non è raccomandata in tutti i casi. Durante la gravidanza è controindicato, in quanto può causare ritenzione idrica nella donna incinta.

Si sconsiglia anche se l’ipotensione è correlata a insufficienza renale. Infine, è necessario prestare attenzione all’assunzione di sale in caso di malattie cardiache.

È sempre meglio consultare il proprio medico prima di aumentare l’assunzione di sodio.

Alimenti che i pazienti ipotesi devono evitare

Dolci fatti in casa nutritivi e con pochi ingredienti

La dieta per i pazienti ipotesi esclude tutti quegli alimenti che rappresentano calorie vuote, cioè senza sostanze nutritive per l’organismo. È il caso di:

  • Dolci e dessert in eccesso.
  • Bevande ricche di zucchero come le bibite gassate e in lattina.
  • Farine raffinate.
  • Grassi saturi contenuti negli alimenti fritti o trasformati.
  • Alimenti ricchi di sostanze chimiche e conservanti. Questi sono dannosi per la salute in tutti i casi.

Raccomandazioni generali sulla alimentazione per i pazienti ipotesi

La dieta delle persone che soffrono di ipotensione dovrebbe seguire i criteri di base di un’alimentazione sana.

Si consiglia quindi il consumo di alimenti equilibrati: proteine sane e carboidrati sani che devono essere consumati regolarmente.

È inoltre importante ridurre gli alimenti non sani come i prodotti ricchi di zuccheri, grassi, prodotti chimici, coloranti e conservanti.

Infine, la dieta per i pazienti ipotesi dovrebbe essere accompagnata dalla pratica di esercizio fisico che stimola l’attivazione del sistema circolatorio.