Alimentazione vegana: come iniziare

3 Agosto 2020
L'alimentazione vegana è sempre più diffusa. Eliminare la carne o qualsiasi altro derivato animale dalla dieta è assolutamente possibile. Ma prima di adottare un cambiamento di tale portata è meglio procedere gradualmente.

L’alimentazione vegana ha come principio generale quello di non consumare alimenti di origine ​animale. Aderire a questo stile alimentare comporta cambiamenti radicali nelle abitudini alimentari.

Coloro i quali decidono di adottarlo devono informarsi adeguatamente e prendere le precauzioni del caso per evitare di abbandonare prima del tempo. Ma come adottare un’alimentazione vegana in modo sano?

Il veganismo è una tendenza globale che conquista sempre più persone spinte dall’amore per gli animali o perché intendono adottare un approccio più olistico riguardo la salute generale. Il passaggio all’alimentazione vegana è una scelta che, abbinata all’esercizio fisico, offre numerosi benefici al corpo. Tuttavia, va effettuata in modo graduale e controllato.

7 cose da fare prima di adottare l’alimentazione vegana

Prima di iniziare il passaggio a un’alimentazione vegana, è bene tenere conto di alcuni aspetti importanti. In tal modo si eviteranno bruschi cambiamenti nell’organismo, preservando il benessere generale. Vediamo, qui di seguito, 7 aspetti da tenere in considerazione.

1. Stabilire un obiettivo a medio termine

L’entusiasmo per la novità rischia di diventare una trappola; alcune persone decidono di smettere di mangiare carne dal giorno alla notte. Tuttavia, le abitudini alimentari ed emotive possono trasformarsi in ostacoli difficili da superare. È molto più probabile cadere in tentazione e poi sentirsi in colpa per non aver raggiunto l’obiettivo.

Adottare un’alimentazione vegana diventa più semplice se si inizia a seguirla gradualmente; senza porsi scadenze fisse o maturare esigenze strutturali che accelerino il tutto.

Iniziare preparando piatti vegani una o due volte a settimana nella propria dieta e favorisce la transizione. Oltre a ciò, consente di accedere a una maggiore varietà di alimenti e a nuove alternative.

Ragazza che ha deciso di adottare la dieta vegana.
Per adottare l’alimentazione vegana in modo efficace, è importante iniziare ad apportare le modifiche in modo graduale. Così facendo, l’organismo ha tutto il tempo per adattarsi alle nuove abitudini alimentari.

Ricorrere alla lista della spesa per facilitare l’adozione dell’alimentazione vegana

La lista della spesa deve prevedere la sostituzione degli alimenti animali con cereali, semi e verdure. La pianificazione deve essere ben ragionata, ovvero deve prevedere gli ingredienti necessari per le nuove ricette, in particolare quelli più adatti ai propri gusti.

Si possono aggiungere al menù: anacardi, semi di lino, di sesamo, di zucca, latte vegetale e prodotti fermentati non lattiero-caseari. Questi ultimi comprendono formaggi, salse e diverse altre alternative agli alimenti tradizionali.

Leggete anche: Formaggi vegani: varietà e apporto nutrizionale

Analisi dei piatti preferiti

L’adattamento alla nuova dieta deve essere graduale. Per prima cosa, è bene analizzare quali piatti vegetariani sono già presenti nelle nostre abitudini alimentari. In secondo luogo, sceglieremo i piatti da trasformare per renderli vegani. È estremamente facile trovare ricette alternative vegane ai piatti a base di carne.

Pianificazione dei pasti durante la settimana

L’abitudine di stilare una lista dei pasti possibili, da consumare a pranzo e cena durante la settimana, favorisce la gestione della dieta vegana. Sapere quali pasti consumare eviterà di preparare pasti veloci a base di carne.

Al tempo stesso, una corretta pianificazione consente di visualizzare le opzioni più valide e gustose. In tal senso, si può sostituire lo yogurt con il latte di soia o lasciarsi consigliare da qualcuno. In ogni caso l’idea di base è avere una guida di riferimento per organizzare l’alimentazione in base alle proprie esigenze.

Donna che pensa alle ricette vegane da preparare.
Quando si adotta un’alimentazione vegana, è importante pianificare i propri menu. È così possibile preparare piatti nutrienti e disporre di più alternative. 

Informarsi sulle proprietà nutrizionali degli alimenti

La carne, i latticini e gli altri alimenti che sostituiremo fornisco nutrienti, vitamine e minerali. È dunque importante conoscere i prodotti che possono soddisfare i fabbisogni nutrizionali dell’organismo. Per esempio, il latte e i suoi derivati ​​contengono calcio e vanno sostituiti con altre fonti naturali o con degli integratori.

Può interessarvi anche: Alimenti vegani ricchi di calorie e sani

Adottare un’alimentazione vegana variata, ma anche creativa

Utilizzare la creatività nella preparazione dei piatti è un aspetto altrettanto importante. L’alimentazione deve essere varia, anche per evitare di cadere nella noia. Non è mai salutare né piacevole mangiare sempre le stesse cose. Finiremmo presto per mollare.

Adottare nuove abitudini alimentari vuol dire anche provare nuove opzioni. È un modo per rieducare il palato e ampliare le capacità gustative. È sorprendente la quantità di ricette che si possono trovare oggigiorno.

Includere nuove fonti di informazione

Le etichette alimentari presenti nei prodotti al supermercato contengono utili informazioni sui diversi prodotti. Inoltre, online esistono siti di svariate associazioni vegane e altre pagine che forniscono il supporto necessario. Ci si può facilmente iscrivere a diversi forum e gruppi in cui fare domande, imparare nuove ricette e scambiare esperienze.

L’alimentazione vegana è estremamente benefica per la salute. Come per tutti i piani alimentari, si consiglia in ogni caso di sottoporsi a controlli medici regolari per verificare eventuali carenze nutrizionali.

  • unionvegetariana.org. 2017. Dieta vegana equilibrada, de la teoría a la práctica. Extraído de: https://unionvegetariana.org/wp-content/uploads/2017/08/dieta_vegetariana_equilibrada.pdf
  • María Josefa Andreu Ivorra. 2015. Nutrición y salud en la dieta vegana. Extraído de: http://openaccess.uoc.edu/webapps/o2/bitstream/10609/58407/3/fandreuiTFM211216.pdf
  • Andreu, M. J. (2015). Nutrición y salud en la dieta vegana.
  • Craig, W. J. (2009). Health effects of vegan diets. American Journal of Clinical Nutrition. https://doi.org/10.3945/ajcn.2009.26736N