Alimentazione vegetariana: guida per principianti

13 Giugno 2020
L'alimentazione vegetariana e quella vegana si basano sull'idea di non consumare prodotti di provenienza animale, esclusi o meno uova e latticini a seconda del caso. Quali caratteristiche presenta questa dieta e come dobbiamo affrontarla?

L’alimentazione vegetariana prevede solo il consumo di cibi di origine vegetale. Comprende frutta, verdura, legumi e cereali sia freschi che secchi.

Accanto all’alimentazione vegetariana si trova quella vegana, che esclude qualunque alimento di origine animale tra cui uova e latticini. Si tratta di un modello di alimentazione relazionato a uno stile di vita alternativo e più sano.

Molte persone decidono di diventare vegetariane in nome dei grandi benefici per la salute offerti da questo stile alimentare. Altri, invece, scelgono di seguire questa dieta per empatia e solidarietà con il mondo animale o per rispetto per l’ambiente.

Tuttavia, seguire un’alimentazione vegetariana può non essere così semplice. Per assicurarsi di soddisfare tutti i fabbisogni nutrizionali, è fondamentale consumare un’ampia varietà di alimenti. Nelle righe che seguono vi offriamo una guida per principianti.

Guida per principianti a un’alimentazione vegetariana

Iniziare gradualmente

Ragazza che mangia una insalata
Un inizio brusco può generare ansia e problemi di salute; una scelta migliore, quindi, consiste nel cambiare alimentazione progressivamente.

Smettere di mangiare carne, pesce e altri prodotti di origine animale non è così facile. Si consiglia di farlo con calma e operare la transizione poco per volta. All’inizio, ogni nuova abitudine risulta difficile. È importante rispettare i ritmi dettati dal proprio corpo. Con il passare dei giorni, sarà sempre più facile.

L’ideale è effettuare questo cambiamento gradualmente. Per esempio, seguire un’alimentazione vegetariana per due o tre giorni alla settimana o per una parte della giornata. Se qualcuno, però, preferisce eseguire il cambiamento in modo radicale, è possibile anche adottare questa soluzione. Dipende tutto dalle preferenze personali.

In questo secondo caso, è importante portare pazienza se non si riesce a rispettare le regole sin da subito ed evitare di sentirsi in colpa. Bisogna ricordare che nessuno è perfetto e che è sempre possibile ricominciare il giorno successivo.

Potrebbe interessarvi anche: Adottare una dieta vegetariana senza carenze nutritive

Il contesto sociale

Le persone che hanno deciso di adottare un’alimentazione vegetariana vedono spesso messa in discussione la propria scelta dalla famiglia e dagli amici. È importante spiegare le proprie ragioni con entusiasmo e allegria, esprimendo chiaramente come ci si sente.

Non c’è ragione di imporre lo stesso regime alimentare agli altri, in caso contrario genereremo conflitti e ostilità. Oltre a ciò, quando riceviamo un invito, l’ideale è rendere le cose più semplici possibile. Bisogna evitare che questo nuovo stile di vita si trasformi in un problema per chi preparerà il pasto.

Un buon modo per iniziare la dieta consiste nel consumare alimenti che possano sostituire le proteine animali. Alcuni esempi possono essere gli hamburger vegetariani o le carni vegetali.

La spesa al supermercato quando si segue l’alimentazione vegetariana

Leggere l'etichetta degli alimenti
Non limitatevi unicamente alla frutta e alla verdura. In realtà, avete a vostra disposizione una grande varietà di prodotti di origine vegetale.

Quando si inizia a seguire un’alimentazione vegetariana, la spesa al supermercato può diventare una vera e propria sfida. Tuttavia, sono molti gli alimenti che non contengono né carne né pesce.

Non c’è ragione di limitare gli acquisti alla frutta e alla verdura. Anche il pane, la pasta, il riso, i biscotti o le patate costituiscono ottime opzioni per preparare dei pasti deliziosi.

Un altro ingrediente che non deve mancare nella spesa di un neo-vegetariani sono la frutta secca e i cereali. Nel caso in cui la dieta scelta non sia vegana, poi, sono disponibili anche le uova e i latticini.

I legumi o le zuppe in lattina sono ottimi alleati, perché consentono di avere sempre a portata di mano cibi buoni e nutrienti. Semplificano anche la preparazione dei pasti, di grande aiuto agli inizi.

Esistono poi opzioni deliziose vegetariano con cui sostituire la carne. Si tratta di alimenti la cui produzione non ha provocato alcuna forma di crudeltà verso gli animali, inoltre, sono molto buoni e facili da preparare. Tra le varie possibilità, per esempio, esistono nugget vegetariani che sostituiscono quelli di pollo, salsicce vegetariane a base di seitan e hamburger di soia.

Vi consigliamo di leggere anche: Formaggi vegani: varietà e apporto nutrizionale

Un’alimentazione equilibrata

Per assicurarsi che l’alimentazione vegetariana appena inizia offra all’organismo tutti i nutrienti necessari per il suo corretto funzionamento, è sufficiente seguire alcune raccomandazioni. La prima è quella di seguire una dieta molto varia, di tutti i colori dell’arcobaleno.

D’altra parte, se il nuovo sistema alimentari ci rende stanchi e privi di energie, forse non si stiano consumando le calorie sufficienti. Non basta consumare frutta e verdura: bisogna mangiare anche noci, semi, fagioli, lenticchie e oli sani.

In seguito a tutti questi motivi, seguire una dieta vegetariana comporta anche alcuni possibili rischi che bisogna valutare. Se avete qualche dubbio, prima di iniziare una dieta vegetariana consultate il medico oppure il nutrizionista.

  • Naseeb MA., Volpe SL., Protein and exercise in the prevention of sarcopenia and aging. Nutr Res, 2017. 40: 1-20.
  • Holscher HD., Dietary fiber and prebiotics and the gastrointestinal microbiota. Gut Microbes, 2017. 8 (2): 172-184.