Valori nutrizionali delle uova, fanno bene alla salute?

· 19 novembre 2018
L'uovo è un alimento dai grandi valori nutrizionali, ma deve essere consumato in determinati modi e senza eccedere per ottenere una nutrizione bilanciata.

Gli alti valori nutrizionali delle uova vengono riconosciuti sin dalla metà del secolo XIX dagli specialisti della nutrizione, i quali ritengono le proteine in esse presenti indispensabili per lo sviluppo del corpo umano.

L’uovo, come la carne, è da sempre considerato un alimento importantissimo in un regime alimentare sano. In questo articolo vi diamo alcune informazioni sui valori nutrizionali delle uova.

Quanto spesso vanno consumate?

Le uova sono molto comuni nella dieta di ogni persona per vari motivi: il loro valore nutrizionale, il buon sapore e, certamente, la facilità con cui possono essere preparate. In linea di massima, inoltre, hanno un costo accessibile.

Presentano un alto indice di amminoacidi essenziali, acidi grassi, minerali e vitamine di cui il nostro organismo ha bisogni. L’uovo, come ben sappiamo, è formato da tuorlo e albume.

Il 30% del suo peso è costituito dal tuorlo, il 60% dall’albume e il guscio costituisce solo il 10% del peso. Grassi, colesterolo e alcuni nutrienti si trovano tutti nel tuorlo.

L’albume è composto per l’88% di acqua e il resto sono proteine. Tra queste la più importante è l’ovalbumina. Proprio per via di queste caratteristiche il consumo dell’albume è altamente consigliato.

Leggete anche: Benefici dell’albume d’uovo per la pelle

Perché l’uovo fa bene alla salute?

Uovo fritto in padella con pane avocado e pomodorini

Alla luce di quanto detto, è evidente che l’uovo è un’ottima fonte di proteine. È anche facile da digerire grazie al suo contenuto di amminoacidi. Un uovo intero contiene un 11% di grassi sani.

Contiene acido oleico, linoleico e alfa-linolenico. Queste sostanze sono indispensabili per l’organismo, perché non vengono prodotte naturalmente e possono essere acquisite solo attraverso determinati alimenti.

Inoltre, contiene ferro e zinco fungendo così da ottima alternativa alla carne rossa e per prevenire l’anemia. Tra le varie vitamine presenti nell’uovo sottolineiamo la presenza di quelle del gruppo B, A, E, K e D.

L’uovo contiene colesterolo?

Tuorli di uova

Il colesterolo è importante per il corpo umano e fa parte delle cellule che si trovano nella bile. Contribuisce al trasporto dei grassi e alla produzione di ormoni e vitamina D.

L’organismo ne produce una media di 800-1500 mg al giorno e, in media, usa solo il 50% del colesterolo che assumiamo attraverso il regime alimentare. Sorprendentemente si trova in tutti i prodotti di origine animale.

Per quanto riguarda le uova, il colesterolo è contenuto nel tuorlo. Un uovo di medie dimensioni contiene circa 186 mg di colesterolo, che equivale al 62% del consumo giornaliero raccomandato.

La relazione tra il colesterolo e le malattie cardiovascolari è un tema molto controverso; o meglio, sebbene l’uovo contenga colesterolo, ha un contenuto di grassi insaturi che migliorano la salute cardiaca e vascolare.

In uno studio effettuato dal Centro Nazionale dell’informazione Biotecnologica, risulta che le persone che consumano un uovo o meno alla settimana hanno, in media, il colesterolo più alto di chi consuma una quantità pari o superiore a 4 uova alla settimana.

Leggete anche: Colesterolo alto: rimedi naturali per abbassarlo

Valori nutrizionali delle uova

Uova fritte con verdure

Non bisogna solo pensare alla quantità dell’alimentazione, ma anche valutarne la qualità. Come già detto, le uova contengono grassi e colesterolo, ma questo non significa che siano un alimento nocivo.

Sono molte persone che raccomandano il consumo di almeno 5 uova alla settimana. Anche se non vi sono studi scientifici che possano confermarlo.

Quello che certamente possiamo fare, però, è seguire i consigli dei medici e dell’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) per quanto concerne le corrette abitudini alimentari. Consigliano di:

  • Ridurre il consumo di alimenti ricchi di grassi saturi e zuccheri.
  • Ridurre il consumo di sale nel cibo.
  • Aumentare il consumo di frutta e verdure fresche.
  • Fare attività fisica almeno un ora al giorno.

Che cosa significa tutto ciò? Che nel caso in cui non sia possibile seguire le indicazioni sopra indicate, sarebbe meglio ridurre il consumo di uova poiché non vi è modo di eliminare il colesterolo in eccesso.

Considerando l’importanza dei valori nutrizionali delle uova, l’ideale sarebbe consumare 1 uovo ogni 3 giorni. Ma perché condurre uno stile di vita sedentario? L’unica cosa di cui abbiamo davvero bisogno per stare bene è una dieta sana e fare attività fisica. Ricordate che non esistono alimenti che fanno male. bensì diete e abitudini sbagliate.

Guarda anche