10 alimenti che aiutano a dormire meglio

10 Settembre 2020
Dormire male è un problema che riguarda molte persone e che può essere molto fastidioso. Tuttavia, esistono alimenti che, insieme ad alcune buone abitudini, aiutano a migliorare la qualità del sonno. Ve ne parliamo in questo articolo.

Sapete che esistono 10 alimenti che aiutano a dormire meglio? Ve ne parliamo in questo articolo.

Dormire bene è importante per assicurare il giusto riposo al corpo, affinché possa svolgere tutte le sue funzioni in modo ottimale. Tuttavia, esistono alcuni fattori che interferiscono con la qualità del sonno, come ad esempio lo stress, alcune cattive abitudini legate al sonno o l’eccesso di cibo.

Tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo avuto difficoltà ad addormentarci, condizione che può manifestarsi attraverso interruzioni del sonno o l’impossibilità di dormire il tempo necessario.

Ragione per cui, questi 10 alimenti che aiutano a dormire meglio possono rivelarsi utili anche nel vostro caso. Tuttavia, per assicurarsi un buon riposo, è necessario abbinarli a una dieta sana e alla regolare attività fisica. Probabilmente conoscerete già le proprietà di alcuni di essi, ma gli altri vi sorprenderanno sicuramente.

 1. Ciliegie, tra i 10 alimenti che aiutano a dormire meglio

Potete optare per le ciliegie fresche o un po’ di succo di ciliegia per favorire il riposo notturno. Il succo è un buon sostituto delle bibite gassaste o di altre bevande ricche di zucchero.

Secondo uno studio dell’American Journal of Therapeutics, il succo di ciliegia contribuirebbe ad aumentare il tempo e l’efficienza del sonno, in quanto ridurrebbe l’infiammazione alleviando  l’insonnia.

Ciliegie
Non esistono evidenze scientifiche a conferma degli effetti delle ciliegie sulla qualità del sonno. Tuttavia, al momento rimangono un alimento consigliato.

2. Mandorle

La frutta secca e in particolare le mandorle, contengono sostanze nutritive benefiche per la salute. Di fatto, si ritiene che possano aiutare a conciliare il sonno.

Secondo questa pubblicazione della Cleveland Clinic, le mandorle contengono grassi insaturi ritenuti potenzialmente buoni per il cuore. Inoltre, sembrano avere un effetto positivo sull’aumento dei livelli di serotonina nel corpo, la quale ci aiuta a dormire meglio la notte.

Per quanto riguarda la serotonina, secondo questo studio della Sleep Research Society si tratta di una sostanza che può contribuire a regolare l’insonnia, l’umore e la funzione sessuale.

Inoltre, non bisogna dimenticare che uno dei requisiti principali del sonno ristoratore è quello di dormire diverse ore continuative. Ciò avviene più facilmente quando si è rilassati e liberi dallo stress.

Leggete anche: 10 modi semplici per curare il vostro fegato

3. Latticini

Questo studio della BMC Geriatrics condotto su persone anziane, ha riscontrato un legame positivo tra l’attività fisica moderata e il consumo di latte o latticini, con il conseguente miglioramento della qualità del sonno.

Pertanto, potete utilizzare diversi tipi di formaggi sani per preparare un panino quando avete fame la sera. In questo modo, eviterete che la fame vi impedisca di dormire bene. 

4. Tè, tra i 10 alimenti che aiutano a dormire meglio

Il tè è uno degli alimenti più comunemente usati per migliorare la digestione e si ritiene anche, che le sue proprietà contribuiscano a favorire il buon riposo. Esiste un’ampia varietà di tè, compresi alcuni particolarmente consigliati per promuovere il sonno.

Ad esempio, secondo questo studio pubblicato su Molecular Medicine Report, la camomilla potrebbe avere effetti positivi sul sonno, per via dei suoi effetti terapeutici. L’importante è evitare qualsiasi tè contenente caffeina, per evitare di ottenere l’effetto opposto a quello desiderato.

Tè e infusi
Il tè, purché privo di caffeina, risulta essere una buona opzione per favorire il riposo del corpo.

5. Basilico

Per le sue presunte proprietà calmanti, si ritiene che il basilico fresco abbia effetti benefici sul corpo. Motivo per cui, potrebbe rivelarsi utile nel ridurre la tensione e di conseguenza favorire il sonno.

Questo studio del Journal of Ayurveda and Integrative Medicine suggerisce che il basilico potrebbe contribuire a ridurre lo stress, l’ansia e la depressione.

Allo stesso tempo, si è osservato anche un miglioramento in alcune condizioni quali l’esaurimento e la mancanza di sonno. Ad ogni modo, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare tali effetti.

6. Pesce, tra i 10 alimenti che aiutano a dormire meglio

Il pesce, come il salmone, la trota e il tonno, sono una ricca fonte di grassi omega 3 e vitamina D. Secondo questo studio di Advances in Nutrition, i due nutrienti potrebbero svolgere un ruolo importante nella regolazione della serotonina.

Tale sostanza, come già accennato, potrebbe favorire il sonno, dato che interviene sui processi che inducono il riposo, oltre ad agire sull’umore.

7. Riso

Secondo questo studio pubblicato su Plos One, il consumo di riso è associato a una migliore qualità del sonno. A quanto pare, ciò è dovuto all’amido che ne aumenta l’indice glicemico.

Non bisogna però dimenticare, che indipendentemente dal suo contributo al riposo, è importante non eccedere nel consumo, in quanto può causare picchi di glicemia o disturbi metabolici.

10 alimenti che aiutano a dormire meglio: il riso
Il riso bianco, se consumato con moderazione, può rivelarsi benefico per il sonno.

8. Kiwi

La frutta è sempre una buona opzione da includere nell’alimentazione, in quanto il suo apporto calorico è basso e fornisce molteplici sostanze nutritive benefiche per la salute.

I kiwi, in particolare, potrebbero essere utili per migliorare l’inizio, la durata e la qualità generale del sonno, come riporta questo studio pubblicato sull’Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition. Ciò è dovuto essenzialmente alla loro capacità di stimolare la serotonina e al contenuto di antiossidanti.

Può interessarvi anche: Frullato di pera e kiwi contro il gonfiore

9. Miele, tra i 10 alimenti che aiutano a dormire meglio

Il miele possiede alcune proprietà medicinali che possono contribuire a trattare i sintomi del comune raffreddore. È opinione popolare che la miscela di latte e miele contribuisca a far prendere sonno.

Di fatto, uno studio pubblicato su Clinical Nutrition Espen, condotto su pazienti affetti da malattie coronariche, suggerisce che i risultati sulla qualità del sonno, legati al consumo di latte e miele,  sono stati soddisfacenti. Tuttavia, sono necessarie ulteriori evidenze.

10. Ananas

Questo frutto, oltre a essere rinfrescante e delizioso, potrebbe anche rivelarsi utile per conciliare il sonno, giacché, come suggerito da questo studio del Journal of Pineal Research, il consumo di ananas alla sera potrebbe contribuire a un migliore riposo, per il suo contenuto di melatonina, ovvero l’ormone responsabile del sonno.

Quando consultare il medico?

Sappiamo tutti quanto possa essere fastidioso passare una notte in bianco. Gli alimenti che abbiamo citato in questo articolo potrebbero aiutarvi a dormire meglio. Provate a includerli nella vostra alimentazione!

Tuttavia, non dimenticate che si tratta solo di consigli generali. Pertanto, se soffrite d’insonnia cronica, è bene che vi rivolgiate al vostro medico per ottenere il ​​trattamento più adatto al vostro casi. Questi alimenti vanno intesi solo come integratori, mai come un trattamento.

  • How Almonds Can Improve Your Heart Health. Cleveland Clinic. (2015). Recuperado el 21 de marzo de 2020.
  • Kitano, N., Tsunoda, K., Tsuji, T., Osuka, Y., Jindo, T., Tanaka, K., & Okura, T. (2014). Association between difficulty initiating sleep in older adults and the combination of leisure-time physical activity and consumption of milk and milk products: A cross-sectional study. BMC Geriatrics. https://doi.org/10.1186/1471-2318-14-118
  • Cohen M. M. (2014). Tulsi – Ocimum sanctum: A herb for all reasons. Journal of Ayurveda and integrative medicine5(4), 251–259. https://doi.org/10.4103/0975-9476.146554
  • Marie-Pierre St-Onge, Anja Mikic, Cara E Pietrolungo, Effects of Diet on Sleep Quality, Advances in Nutrition, Volume 7, Issue 5, September 2016, Pages 938–949, https://doi.org/10.3945/an.116.012336
  • Yoneyama, S., Sakurai, M., Nakamura, K., Morikawa, Y., Miura, K., Nakashima, M., Yoshita, K., Ishizaki, M., Kido, T., Naruse, Y., Nogawa, K., Suwazono, Y., Sasaki, S., & Nakagawa, H. (2014). Associations between rice, noodle, and bread intake and sleep quality in Japanese men and women. PLoS ONE. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0105198
  • Lin, H. H., Tsai, P. S., Fang, S. C., & Liu, J. F. (2011). Effect of kiwifruit consumption on sleep quality in adults with sleep problems. Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition. https://doi.org/10.6133/apjcn.2011.20.2.05
  • Fakhr-Movahedi, A., Mirmohammadkhani, M., & Ramezani, H. (2018). Effect of milk-honey mixture on the sleep quality of coronary patients: A clinical trial study. Clinical Nutrition ESPEN. https://doi.org/10.1016/j.clnesp.2018.08.015
  • Sae-Teaw, M., Johns, J., Johns, N. P., & Subongkot, S. (2013). Serum melatonin levels and antioxidant capacities after consumption of pineapple, orange, or banana by healthy male volunteers. Journal of Pineal Research. https://doi.org/10.1111/jpi.12025
  • Srivastava, J. K., Shankar, E., & Gupta, S. (2010). Chamomile: A herbal medicine of the past with a bright future (review). In Molecular Medicine Reports. https://doi.org/10.3892/mmr.2010.377