Alimenti che aumentano la pressione arteriosa

10 dicembre 2017
Sebbene ci siano alimenti che possono alterare i livelli della nostra pressione arteriosa, una dieta ricca di frutta e verdura sarà di grande aiuto per tenerli sotto controllo

Soffrite di ipertensione? Allora, dovreste conoscere gli alimenti che aumentano la pressione arteriosa!

La pressione arteriosa è la forza con cui il sangue viene pompato nel nostro corpo. Sebbene sia costantemente soggetta a cambiamenti, possono verificarsi forti aumenti, noti come ipertensione, o abbassamenti, chiamati ipotensione:

  • Quando i valori superano 140 mmHg e 90 mm Hg si può parlare di ipertensione.
  • Quando i valori sono sotto 100 mm Hg e Hg 60 mm, siamo in presenza di ipotensione.

Le persone che soffrono di ipertensione di solito assumono farmaci appositi, mentre i pazienti che soffrono di ipotensione no.

Entrambi gli estremi sono nocivi per la salute cardiaca e una corretta alimentazione è essenziale per mantenere i giusti livelli.

Se avete bisogno di abbassare o, viceversa, aumentare la pressione in modo naturale, oggi vi diciamo quali sono gli 8 alimenti che aumentano la pressione arteriosa.

Alimenti che aumentano la pressione arteriosa

1. Sale

Consumo di sale

Il sale è uno degli alimenti che aumentano la pressione arteriosa.

Qualora si soffra di ipertensione, è preferibile ridurne il consumo. Al contrario, se si soffre di ipotensione, è indicato aumentare l’assunzione di sale durante i pasti, chiaramente senza esagerare.

I sottaceti sono una fonte eccellente di sale nel caso di un’improvviso abbassamento di pressione.

Vedi anche: 5 tecniche respiratorie per abbassare la pressione arteriosa

2. Frutta secca

La frutta secca quali noci, mandorle e nocciole sono un’ottima fonte di vitamina B, essenziale per mantenere regolari i livelli della pressione arteriosa.

Un basso consumo di alimenti contenenti vitamina A può portare ad abbassamenti di tensione molto più frequenti.

A parte la frutta secca, è possibile assumere la vitamina B anche tramite uova, cereali e latticini.

3. Insaccati

Insaccati

Le carni quali salsicce, salame e prosciutto sono note per contenere alti livelli di sale e di grassi, e sono quindi molto adatti per le persone che soffrono di ipotensione.

Nel caso in cui si soffra di ipertensione è bene tenerne conto, in modo da evitarli e prevenire picchi di pressione sanguigna.

È importante notare anche che in entrambi i casi non è consigliabile mangiarne in grandi quantità, perché apportano un significativo contributo di grassi.

Si consiglia di leggere: Scoprite i grassi sani che non fanno ingrassare

4. Caffè o tè

Bevande come il caffè, il tè e anche le bevande analcoliche aumentano la frequenza cardiaca e, di conseguenza, anche la pressione sanguigna.

Per le persone con ipotensione è consigliabile bere una o due tazze di caffè al giorno per mantenere la pressione a livelli normali.

Le persone con ipertensione, invece, dovrebbero ridurne il consumo per evitare squilibri.

In ognuno dei due casi è importante controllare il consumo di caffeina, soprattutto derivante da caffè, in modo da evitare la comparsa di tachicardia.

5. Cioccolato

Cioccolato

Tra gli alimenti che aumentano la pressione troviamo il cioccolato. Grazie al suo contenuto di teobromina, il cioccolato è eccellente per migliorare la frequenza cardiaca.

La cosa migliore è consumare, al mattino, uno o due pezzi di cioccolato fondente o con almeno il 70% di cacao.

Contiene meno grassi e apporta molti benefici per la salute. La migliore opzione per le persone ipertese è ridurne il consumo.

Leggi anche: Cosa succede al vostro corpo quando mangiate cioccolato fondente

6. Carne

La carne è un’opzione molto consigliata se si è sofferto di un grave episodio di ipotensione. Meglio ancora se si tratta di carne rossa con alto contenuto di grassi.

È comunque molto importante non esagerare in nessun caso, per evitare ulteriori complicazioni, quali problemi di colesterolo o trigliceridi.

Per i pazienti che hanno ricevuto una diagnosi di ipertensione, è meglio scegliere carni magre e ridurre l’assunzione a 1 o 2 volte a settimana.

7. Bevande energetiche o con elettroliti

Bevande energetiche

Ottime per aumentare la pressione arteriosa. Grazie al loro elevato contenuto di potassio, magnesio e sodio sono ideali per aumentare la tensione nel caso di ipotensione.

8. Alcol

Con alcol ci riferiamo in particolare al vino. È stato dimostrato che bere un bicchiere di vino al giorno è fa molto bene alla salute.

È consigliato ai pazienti con ipotensione. Se si soffre di questa condizione, si può quindi decidere di bere un bicchiere di vino al giorno.

Se al contrario si soffre di ipertensione, la cosa migliore sarebbe evitare il più possibile qualsiasi bevanda alcolica.

Guarda anche