Alimenti da evitare per l’ipertensione

23 Dicembre 2020
Gli specialisti raccomandano uno stile di vita sano ai pazienti ipertesi e a chiunque voglia prevenire problemi di pressione. È il modo migliore per prevenire problemi futuri.

Un adulto su cinque soffre di ipertensione le cui complicazioni causano ogni anno 9,4 milioni di morti in tutto il mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS). Il primo passo per evitarlo è conoscere gli alimenti da evitare per l’ipertensione.  

Oltre a cambiare le abitudini alimentari, è essenziale abbandonare il fumo, fare sport regolarmente, evitare l’alcol. Ne parliamo in dettaglio nei seguenti paragrafi.

Cos’è la pressione alta e cosa la causa?

La pressione alta, o ipertensione, non è una condizione da sottovalutare sebbene spesso non si manifesti in modo evidente.

Si tratta di una delle malattie più frequenti nei soggetti adulti, colpendo circa il 33% della popolazione. Quando si soffre di ipertensione, è fondamentale seguire una dieta specifica. Corrette abitudini alimentari consentono di tenere sotto controllo questo disturbo e al nostro organismo di lavorare correttamente.

L’invecchiamento o fattori genetici sono alcune cause inevitabili che aumentano il rischio di soffrire di pressione alta. Ci sono, però, altri fattori che possono aumentare la pressione come un’alimentazione scorretta, il sovrappeso o la mancanza di attività fisica. 

Potrebbe interessarvi: Cause e sintomi della pressione sanguigna bassa e alta

Alimenti da evitare per l’ipertensione

1. Ridurre il consumo di sale

Saliera sul tavolo.
Provate a sostituire il sale con spezie e condimenti per dare sapore ai vostri piatti. In questo modo ridurrete il consumo di sodio.

Se soffrite di pressione alta, prima di tutto dovrete ridurre il sale perché il sodio è il peggior nemico dei soggetti ipertesi. Al massimo potete concedervi 1000 mg di sodio al giorno, che sarebbe l’equivalente di 2 g di sale comune. Tenete presente che il sodio è presente anche nella composizione di molti alimenti.

2. Evitare i cibi processati

Bisogna evitare tutti i tipi di cibi processati confezionati o in scatola. Anche quelli indicati come poveri di sale, possono contenere sodio in altri conservanti, come il benzoato di sodio, o negli aromi come il glutammato monosodico.

3. Limitare il consumo di caffeina

Ragazzo che beve dalla tazza.
La caffeina presente nel caffè, nella Coca-Cola e in alcuni tè, aumenta la pressione sanguigna.

Una semplice tazza di caffè può aumentare la pressione sanguigna. Il consumo quotidiano di questa sostanza, dunque, contribuisce all’ipertensione. Tutte le bevande contenenti caffeina possono provocare un aumento della pressione, e le bevande alla cola o gli infusi sono le più comuni.

4. I latticini sono tra gli alimenti da evitare per l’ipertensione

I latticini sono una buona fonte di minerali come il calcio e il magnesio, ma sono anche ricchi di grassi saturi che aumentano la pressione. Se siete amanti dei latticini, assicuratevi di assumere latte, yogurt e formaggi con pochi grassi o senza. 

5. Evitare i condimenti industriali

Le salse industriali sono alimenti da evitare per la ipertensione.
Molte salse e condimenti industriali includono componenti ricchi di sale, perciò conviene evitarle e sostituirle con aromi e spezie.

Tra le varie salse da evitare la senape, il ketchup e la salsa Worcester hanno un alto contenuto di sodio, per cui si trovano al primo posto nella lista degli alimenti da evitare per l’ipertensione. Molto meglio usare spezie e condimenti come basilico, prezzemolo, limone, ecc.

Leggete anche: Abbassare la pressione con la passiflora

6. I grassi tra gli alimenti da evitare per l’ipertensione

Il pollo o le patate fritte e croccanti sono tentazioni che possono costarci caro. Il cibo fritto è ricco di grassi, che contribuiscono al sovrappeso e alla pressione alta. Si consiglia di cuocere il pollo al forno o alla griglia e le patate al forno o bollite.

I grassi saturi, soprattutto quelli trans, fanno male al cuore e ai vasi sanguigni. Questo perché il sistema circolatorio deve far fronte all’aumento della pressione sanguigna che può essere devastante.

Infine, ricordate che gli specialisti raccomandano tanto ai soggetti ipertesi come a chiunque altro voglia prevenire problemi di pressione, la pratica di uno stile di vita sano come misura migliore per prevenire futuri problemi di ipertensione.

  • Farias, María Magdalena, Cuevas, Ada, & Ducci, Héctor. (2013). Más allá del sodio: cambios en la dieta y su efecto en hipertensión. Revista chilena de cardiología32(2), 141-151. https://dx.doi.org/10.4067/S0718-85602013000200009
  • MIDGLEY JP, MATTHEW AG, GREENWOOD CM, LOGAN AG. Effect of reduced dietarysodium on blood pressure: a meta-analysis of randomized controlled trials. JAMA. 1996; 275: 1590-1597.
  • VOLLMER WM, SACKS FM, ARD J, APPEL LJ, BRAY GA, SIMONS-MORTON DG, et al. Effects of diet and sodium intake on blood pressure: subgroup analysis of the DASH-sodium trial. Ann Intern Med. 2001; 135: 10191028.