7 alimenti che migliorano la connettività dei neuroni

· 28 ottobre 2016
Non esitate ad includere questi alimenti nella vostra dieta per ottimizzare la connettività dei vostri neuroni, qualsiasi sia la vostra età. Vi aiuteranno anche a migliorare il vostro stato d'animo.

Per connettività neuronale si intendono le unioni o sinapsi che si creano tra i neuroni o cellule cerebrali. Maggiore è la connettività, più forte sarà la rete neuronale e quindi in grado di migliorare i processi cognitivi.

Fattori come l’attenzione o la memoria sono legati a questi processi. Ora, come tutti sapete, abitudini come l’apprendimento continuo, la lettura o i giochi mentali sono fondamentali per garantire una buona connettività neuronale.

Tuttavia, c’è un altro aspetto da tenere in considerazione: l’alimentazione.

Il nostro cervello ha bisogno di diversi nutrienti con cui favorire gli impulsi nervosi, migliorare l’ossigenazione o potenziare la circolazione vascolare delle diverse aree cerebrali.

A seguire, vi riveliamo quali alimenti dovreste includere nella vostra dieta per favorire la connettività neuronale.

1. Migliorare la connettività neuronale con la curcuma

Già ampiamente utilizzata nei paesi orientali, la curcuma sta diventando una spezia molto comune anche nella nostra dieta.

Secondo diversi studi condotti dai ricercatori dell’Università della California (Stati Uniti), la curcuma ci protegge dalla comparsa dell’Alzheimer.

Vi consigliamo di scoprire anche i benefici della Bevanda a base di zenzero, curcuma e peperoncino di Cayenna per disintossicare il corpo

Inoltre, grazie alla sua componente essenziale, la curcumina, questa spezia protegge il nostro cervello dalle infiammazioni, stimola l’impulso nervoso e migliora anche l’agilità mentale.

Potete consumare fino a 500 mg di curcuma al giorno, suddivisi in tre momenti della giornata.

2. Il tè verde, un regalo per il nostro cervello

te-verde

Sembra strano, ma il tè è la bevanda più consumata al mondo, addirittura più del caffè. Ora, tra le tante varietà di tè, il tè verde è sicuramente quello dai maggiori benefici.

  • Le sue proprietà principali dipendono da due tipi di antiossidanti: le teaflavine e le tearubigine. Sono antinfiammatori e combattono l’ossidazione cellulare.
  • Inoltre, i polifenoli del tè verde favoriscono una migliore connettività neuronale tra la corteccia parietale e frontale del cervello.
  • Migliora la memoria a breve termine, la concentrazione e riduce il rischio di sviluppare demenza.

Non esitate a bere una o due tazze di tè verde al giorno, vi farà sentire bene.

3. Il cioccolato fondente, un piacere salutare

Ve l’abbiamo detto in più occasioni: consumare circa 30 grammi di cioccolato fondente al giorno è sinonimo di salute e benessere, oltre al fatto che al cervello piace tantissimo.

  • Il cioccolato fondente senza zucchero è incredibilmente ricco di antiossidanti.
  • I flavonoidi favoriscono la circolazione sanguigna verso il cervello, migliorano la concentrazione e stimolano il tempo di reazione: reagiamo più rapidamente agli stimoli.
  • Studi come quello pubblicato sulla rivista Science Direct spiegano che il cioccolato fondente migliora il flusso sanguigno e i vasi sanguigni.
  • Questo ottimizza l’apporto di ossigeno al cervello e migliora le capacità cognitive.

4. Semi di zucca contro il deterioramento cognitivo

semi-di-zucca

I semi di zucca contengono un tipo di minerale fondamentale per migliorare la connettività neuronale: lo zinco.

Scoprite anche i 5 consigli per calmare la mente e trovare la pace interiore

Non dimentichiamo che i semi di zucca sono ricchi di magnesio e che riducono lo stress grazie al triptofano, precursore della serotonina e componente della “neurochimica” che migliora lo stato d’animo.

5. Sì ai broccoli!

I broccoli sono una ricca fonte di vitamina K. Sebbene questa vitamina non sia molto conosciuta, sappiate che ha il compito di migliorare la nostra funzione cognitiva e di favorire le capacità intellettive.

  • Il motivo per cui i broccoli fanno bene al cervello è legato ai glucosinolati.
  • Questi composti ritardano il deterioramento cognitivo grazie all’azione che esercitano sull’acetilcolina. Non dimentichiamo che se questo composto manca nel cervello, aumenta il rischio di sviluppare l’Alzheimer.

* Fate in modo che anche i più piccoli consumino i broccoli due volte alla settimana.

6. La salvia migliora la concentrazione

Potete preparare infusi di salvia, oppure aggiungerla alle insalate come condimento. Gli oli essenziali della salvia migliorano la memoria, la concentrazione e la connettività neuronale.

E’ favolosa per la salute delle donne!

Potete acquistarla in un negozio di prodotti naturali o in erboristeria.

 7. Aumentare il consumo di noci

noci-e-miele

Siamo sicuri che sapevate già che avremmo incluso le noci in questa lista di alimenti per favorire la connettività neuronale. Non potevano mancare, difatti, medici e nutrizionisti ne raccomandano il consumo regolare.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista American Journal of Epidemiology, mangiare da 3 a 5 noci al giorno aiuta a prevenire il deterioramento cognitivo grazie alla vitamina E.

Un altro dato da tenere in considerazione è il contenuto di acidi grassi Omega 3. Si tratta di componenti molto potenti quando si tratta di migliorare il rendimento cognitivo e di frenare il deterioramento associato all’età.

Non dimenticate di leggere anche: Perché il fai da te è eccellente per il cervello?

Se desiderate sfruttare al massimo i benefici delle noci, mangiatene 4 a colazione assieme ad un cucchiaio di miele (25 grammi).

In conclusione, se consumate regolarmente questi alimenti e vi mantenete attivi e curiosi, il vostro cervello ve ne sarà riconoscente.

Inoltre, non dimenticate di imparare a gestire meglio lo stress di tutti i giorni e le vostre emozioni.

Questi semplici consigli miglioreranno la vostra qualità di vita.

Guarda anche