7 alimenti che aiutano a potenziare l’attività cerebrale

16 settembre 2017
Mangiare il pomodoro ci permette di assumere maggiori quantità di licopene, una sostanza che migliora le funzioni cerebrali e previene la degenerazione precoce dei tessuti.

Il cervello è il nostro organo di controllo e, insieme al sistema nervoso, presiede alle funzioni cognitive e di interazione con gli altri organi.

Può ammalarsi, come il resto del corpo e con il passare degli anni si logora e invecchia.

Anche il cervello soffre in presenza di tossine e radicali liberi che possono compromettere l’attività delle cellule e dei tessuti.

È quindi molto importante mantenere uno stile di vita sano e adottare abitudini che aiutino a proteggere le sue funzioni. È bene, soprattutto, curare l’alimentazione mangiando quei cibi che apportino i nutrienti necessari a farlo funzionare in modo ottimale.

Oggi vi parliamo di 7 buone scelte alimentari da introdurre regolarmente nella dieta, specialmente se vi sentite affaticati mentalmente o se la memoria comincia a mettervi un po’ in difficoltà.

Scopritele con noi!

1. Broccoli

Il broccolo è uno di quei “super-alimenti” che migliorano l’attività cerebrale. Apporta una dose extra di antiossidanti e protegge il cervello dallo stress cellulare.

  • I broccoli, con le loro vitamine e sali minerali, stimolano la nascita di nuove cellule cerebrali e rafforzano le connessioni neurali. Il risultato è una riduzione del rischio di soffrire di demenza e di problemi legati alla memoria.
  • Contengono anche una buona quantità di colina, una sostanza nutritiva che protegge le membrane del cervello, migliorandone le funzioni e le capacità.

2. Noci

Le noci, oltre a essere buonissime, sono una ricca fonte di nutrienti essenziali in grado di proteggere i delicati tessuti del cervello.

  • Contengono acidi grassi omega-3, quindi migliorano la circolazione e riducono l’infiammazione; in questo modo viene assicurata un’ossigenazione ottimale delle cellule.
  • Le vitamine B, E e il magnesio, riducono il rischio di deterioramento cognitivo e proteggono il sistema nervoso bilanciando l’attività dei neurotrasmettitori.

3. Curcuma

La curcumina, il principio attivo della curcuma, agisce come potente antiossidante e antinfiammatorio. Protegge le cellule del cervello e riduce il rischio di sviluppare patologie croniche come l’alzheimer.

La curcuma rafforza le funzioni cerebrali e, dal momento che migliora la circolazione, potenzia il trasporto delle sostanze nutritive e dell’ossigeno alle cellule.

Le vitamine e i sali minerali offerti dalla curcuma partecipano alla secrezione degli ormoni del benessere e riducono lo stress e altri squilibri emotivi.

4. Pomodori

Quando si tratta di proteggere e di migliorare le funzioni del cervello, il pomodoro è tra gli ortaggi più consigliati. I suoi antiossidanti rallentano i danni cellulari causati dai radicali liberi ambientali.

I pomodori contengono inoltre licopene, una sostanza che aiuta a prevenire l’usura prematura dei tessuti. Il licopene contribuisce, in generale, a rafforzare la memoria e aumenta la nostra capacità di affrontare i piccoli problemi quotidiani.

5. Zucca

Molti di noi non hanno l’abitudine di portare la zucca a tavola; tuttavia, è bene sapere che si tratta di un ortaggio ricco di sostanze utili per la nostra salute cognitiva.

Contiene acido folico, vitamina E e acidi grassi essenziali, sostanze che aiutano a prevenire la perdita di volume cerebrale e i danni al sistema nervoso.

Possiede proprietà antinfiammatorie ed è in grado di stimolare la trasmissione delle informazioni attraverso le cellule nervose.

6. Spinaci

Consigliati per la prevenzione di un gran numero di malattie, gli spinaci sono un alimento completo. Aiutano a rafforzare la conduttività elettrica del cervello e le funzioni del sistema nervoso.

Grazie al loro apporto di potassio, ci aiutano a tenere sotto controllo gli stati infiammatori; ne risulta quindi migliorata la memoria e l’attività dei neurotrasmettitori cerebrali.

Da non sottovalutare, inoltre, le quantità importanti di acido folico, vitamina E e magnesio che contengono, elementi necessari al rafforzamento delle membrane cellulari e in grado di prevenire la demenza.

7. Banana

La banana è un alimento energetico che può aiutare a migliorare le funzioni del cervello. Ci permette di ottenere prestazioni mentali ottimali e quindi di svolgere bene le nostre attività quotidiane.

È una fonte interessante di vitamine, sali minerali e fibre: potenzia la memoria e protegge le cellule.

Grazie al suo contenuto di vitamina B e C, la banana stimola la produzione naturale di serotonina e dopamina, ovvero due neurotrasmettitori associati al benessere e alla concentrazione.

Allora, siete pronti ad aggiungerli alla dieta? Rendete questi 7 alimenti parte integrante della vostra alimentazione. Fornirete al cervello tutti i nutrienti necessari per mantenersi forte e sano.

Guarda anche