Come alleviare il dolore causato dalle varici

9 dicembre 2016
Sebbene la componente genetica giochi un ruolo fondamentale nella formazione delle varici, per evitarle, dovrete seguire un'alimentazione sana, evitare l'obesità e bere almeno 2 litri d'acqua al giorno

Le varici sono un problema molto comune nelle donne donne adulte, infatti circa il 50% della popolazione femminile ne soffre e possono provocare dolori e fastidi.

Se di notte avvertite un dolore tale alle gambe da non farvi riposare o se queste non hanno un bell’aspetto a causa delle vene varicose, prestate attenzione a quest’articolo in cui vi spieghiamo come alleviarne i sintomi.

Cosa sono le varici e perché fanno male

gambe-con-varici

Si tratta di vene dilatate che si infiammano e rimangono molto vicine alla superficie della pelle (infatti si vedono e si sentono facilmente).

Le varici hanno un colore bluastro, o violaceo scuro, e in alcuni casi sporgono molto attraverso la pelle. Causano crampi, pesantezza alle gambe e forti dolori. Alcune donne avvertono anche prurito che si trasforma in dolore dopo essersi grattate.

L’insufficienza venosa è la causa scatenante delle varici. Quando il ritorno del sangue al cuore non è buono, il fluido si blocca in alcune aree producendo infiammazioni ed edemi, oltre che varici.  

Una fattore da tenere in considerazione è la genetica; se in famiglia vi sono casi di varici (soprattutto vostra madre o vostra nonna) è probabile che ne possiate soffrire anche voi.  

Leggete anche: Frullato a base di barbabietola e prezzemolo contro le varici

Consigli per ridurre o evitare il dolore causato dalle varici

I consigli che leggerete in questo articolo possono esservi utili per prevenire il dolore causato dalle varici o per ridurne i sintomi, soprattutto quando avvertite crampi o pesantezza alle gambe:

Praticate esercizi fisici leggeri

Sicuramente già saprete che lo sport è ottimo per la salute in generale.

Nel caso in cui soffriate di varici o abbiate una predisposizione genetica ad esse, vi consigliamo di praticare uno sport di bassa intensità come lo yoga, il nuoto o la bicicletta; possono anche aiutarvi le lunghe camminate.

Ricordatevi sempre di non scegliere sport troppo intensi in quanto i movimenti bruschi o i salti possono aggravare i sintomi.  

Utilizzate scarpe comode

scarpe-comode

I tacchi sono molto eleganti e danno un tocco in più alle gambe, ma possono anche arrecare gravi danni alla salute.

Quando le calzature sono troppo strette, il sangue non può circolare liberamente impedendo il corretto ritorno al cuore. Questo consiglio vale anche per le calze e per i pantaloni troppo attillati, poiché comprimono troppo le gambe.

Vi consigliamo di calzare scarpe comode durante la maggior parte della giornata, soprattutto se dovete stare in piedi per molte ore.

Se il vostro lavoro vi costringe ad indossare scarpe con il tacco, potreste, per esempio, metterle in borsa mentre viaggiate in metro e indossarle una volta arrivate.

Alzate le gambe

Una volta tornate a casa, sollevate le gambe; inizialmente vi faranno un po’ male, proverete fastidio oppure potete avvertire formicolio ai polpacci. Tutti questi sintomi sono normali poiché il sangue sta provando a “scendere”.

Se siete sedute sul divano, mettete i piedi su uno sgabello o su una sedia di fronte a voi; se, invece, siete sdraiate, appoggiate i talloni alla parete. Per dormire, mettete dei cuscini sotto le gambe.

Tutte questi sono ottimi consigli che vi aiuteranno a favorire il ritorno venoso.

Cambiate posizione

I lavori abituali vi costringono a stare molte ore sedute oppure in piedi. Entrambe le posizioni non sono buone per la salute delle vostre gambe e possono essere la causa della comparsa delle varici. 

Per questo motivo, è importante cambiare posizione tutte le volte che potete durante l’arco della giornata.

Per esempio, se vi trovate alla scrivania, potete alzarvi e passeggiare per l’ufficio nel momento in cui dovete parlare al telefono oppure, se lavorate in un negozio, approfittate di quei lassi di tempo in cui non ci sono clienti per sedervi un po’.

Praticate massaggi

Non è necessario andare da un massaggiatore: potete farlo voi stesse a casa! Cercate solo di fare attenzione e di non esercitare troppa pressione sulle gambe. 

Il movimento è semplice: realizzate leggere pressioni sulla zona interessata e intorno alle vene sporgenti. Ripetete quest’operazione tutti i giorni per circa 15 minuti.

Per ottenere migliori risultati, potete utilizzare degli oli essenziali, come quelli al timo, alla lavanda o al rosmarino, in quanto le loro proprietà benefiche stimolano la circolazione sanguigna.

Seguite una corretta alimentazione

cibi-salutari

Il consumo moderato di grassi, idrati di carbonio e zuccheri è di vitale importanza affinché le vostre vene siano in salute. Dovrete dunque evitare il sovrappeso, causa di forti dolori alle gambe.

Non eccedete con bevande quali alcool e caffè e cercate di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno.

La vostra dieta deve essere composta da una buona quantità di fibre, antiossidanti e potassio. Ricordate anche che il consumo di frutta e verdura crude è ideale per ridurre la pesantezza alle gambe e per migliorarne l’aspetto.

Rimedi fatti in casa contro le varici

Per ridurre i dolori provocati dalle varici, oltre a cambiare alcune abitudini quotidiane, dovreste anche trarre benefici da alcune piante, frutti ed oli. A seguire vi diamo alcuni esempi:

Calendula

Migliora il tono delle vene rendendone le pareti più forti. La calendula, inoltre, è antinfiammatoria, riduce il gonfiore e ripara i tessuti danneggiati.

Praticate dei massaggi alle gambe con la crema ricavata da questo fiore prima di andare a dormire.

Amamelide

acqua-di-hamamelis

È astringente ed agisce direttamente sul sistema circolatorio, disinfiammando e alleviando la pesantezza causata dalle varici. Troverete l’olio essenziale di amamelide in erboristeria; applicatelo con leggeri massaggi tutte le sere prima di andare a dormire.

Mirtilli

Sono frutti perfetti per qualsiasi problema circolatorio; sono vasodilatatori e rafforzano le pareti delle vene apportando biovitamine e flavonoidi.

Mangiatene un po’ tutti i giorni come spuntino o come dolce.

Vi consigliamo di leggere anche: Un disintossicante naturale a base di yogurt e mirtilli

Cipresso

Si utilizza per qualsiasi malattia relazionata all’apparato circolatorio o all’infiammazione delle vene. Preparate un tè con le foglie di cipresso, bevetelo o applicatelo con un batuffolo di cotone sulle zone interessate delle gambe.

Guarda anche