Come alleviare il prurito

· 3 maggio 2016
Uno dei modi più rapidi per alleviare il prurito consiste nell'applicare un impacco freddo oppure del ghiaccio sulla zona interessata, prestando attenzione a non bruciarsi

Il prurito o il bruciore possono risultare davvero molto fastidiosi e irritabili, a prescindere dalla parte del corpo in cui si manifestano. Le cause sono molteplici e differenti, così come i trattamenti. Ciò che dovete tenere in conto è che se vi grattate, la situazione peggiora. Per questo motivo, sarebbe opportuno cercare sempre una soluzione al problema. Leggete questo articolo su come alleviare il prurito.

Sintomi e cause del prurito

Una delle conseguenze tipiche è l’irritazione che si presenta sulla pelle dopo essersi grattati. La medicina moderna include, nella categoria dei pruriti, anche il dolore che avverte il paziente. Si tratta di una risposta involontaria ad uno stimolo, quindi non si può né fermare né controllare. Non sempre è qualcosa di fisico, perché può essere prodotto da cause neurologiche (i cosiddetti “tic”).

Il prurito dermico implica l’irritazione in differenti gradi: non si avverte nei muscoli e nemmeno nelle articolazioni, perché è superficiale. Il prurito può presentare diversi sintomi e gradi di intensità: nel momento in cui la pelle inizia a prudere e ci si gratta, si trasforma in dolore e arrossamento. Alcuni dei sintomi fisici del prurito sono l’orticaria, la pelle secca o screpolata, l’aspetto “squamoso” e le vesciche o protuberanze.

donna che si gratta la spalla

Il prurito può dipendere da diversi stimoli esterni, come la stimolazione meccanica, elettrica, chimica e termica. Ciascuna di queste potrebbe scatenare una serie di reazioni tramite la istamina della pelle che provoca l’irritazione e la voglia irresistibile di grattarsi.

La causa più frequente è la pelle secca a causa dell’esposizione ad elementi nocivi e dannosi come l’aria condizionata o il riscaldamento, bagni con acqua molto calda; anche bagnare molto la parte affetta può essere pericoloso. Quando il prurito è eccessivo e la persona si gratta, possono sorgere infezioni batteriche o cicatrici permanenti. 

Altre cause del prurito possono essere i disturbi cutanei coma la psoriasi, la dermatite, la rogna, la forfora o l’orticaria, ma anche malattie come la varicella, disturbi gravi come l’anemia, problemi relazionati alla tiroide, la leucemia, i linfomi, la celiachia, la gravidanza in quanto secca la pelle, malattie del sistema nervoso e le reazioni allergiche a farmaci o creme.

zanzara

Altre cause del prurito possono essere le punture di insetti, il contatto con alcune erbe o piante, il cambio climatico, il consumo di alcuni alimenti come molluschi, frutta secca e fritture, nuotare in acque fredde, immergersi in una vasca da bagno comune e l’esposizione al sole.

Rimedi popolari per il prurito

  • Tagliate a fette una cipolla grande e applicatele sulla pelle fissandola con una garza o con una benda. Se la zona da trattare è estesa, strofinate la cipolla sulla pelle per qualche minuto senza premere esageratamente.
  • Preparate un bagno con acqua calda e una tazza di bicarbonato di sodio. Mescolate bene e introducete la parte affetta dal prurito, lasciandola a bagno per 20 minuti. Se il prurito è presente in tutto il corpo, fate un bagno completo in questo miscuglio.
bicarbonato di sodio

  • Applicate latte di magnesio o acqua di amamelide nella zona interessata e, in pochi minuti, allevierete il fastidio. Ripetete l’applicazione se necessario.
  • Bollite due cucchiai di tiglio, valeriana o camomilla in una tazza d’acqua. Bevetelo durante i pasti principali. Questi infusi hanno un effetto tranquillizzante o sedante, essendo ottimi in caso di prurito nervoso, emotivo o ansioso.
  • Applicate il gel d’aloe vera direttamente sulla zona interessata. Potete anche tagliare una foglia della pianta e strofinarlo leggermente sulla parte.
  • Mettete una borsa per il ghiaccio o una panno molto freddo sulla zona in cui avvertite prurito. Un’altra opzione sarebbe strofinarvi direttamente un cubetto di ghiaccio. Questo non è consigliato in caso di orticaria o prurito causati dal freddo. In questo modo, i vasi sanguigni della superficie dermica si contraggono e diminuisce la quantità di istamine irritanti che si producono.
donna con ghiaccio

  • Avvolgete in un panno sottile 1 tazza di farina di mais e alcuni fiori di camomilla in polvere o liquida. Bagnatelo in un recipiente e applicatelo sulla zona interessata.
  • Bollite alcuni cucchiai di farina d’avena fino a formare una pasta. Lasciatela raffreddare e applicatela sull’aria che vi prude. Bendate il tutto con una garza.
  • Fate macerare per tutta la notte 1 cucchiaio di salsapariglia in un litro d’acqua. Il mattino successivo, bollite il tutto per 20 minuti e prendetene un cucchiaio al giorno, preferibilmente a digiuno. 
  • Riempite la vasca da bagno con acqua tiepida e versatevi un litro d’acqua di zagara. Bagnatevi per 15 minuti. Questo rimedio è adatto per i casi di orticaria. Se avvertite prurito solo in una parte del corpo, passate una pezzo di cotone imbevuto d’acqua di zagara sulla zona interessata.
  • Fate bollire un pugno d’ortica, uno di salvia e uno di melissa in un litro d’acqua. Bevete tre tazze al giorno di questa bevanda fino a quando non cessa il prurito.
  • Tagliate finemente un pugno di foglie e fiori di malva. Mescolateli con del burro fino ad ottenere una crema omogenea. Mettetela in garze sterili e applicatela sull’area interessata lasciandolo attuare alcuni minuti. Oltre ad essere un ottimo rimedio per il prurito, ammorbidisce la pelle.
  • Fate bollire per 10 minuti mezzo litro d’acqua con due gambi di sedano. Colate ed utilizzate questo liquido per inzuppare una benda o una garza da applicare nella zona che prude. Lasciate attuare tutta la notte.
donna che si gratta la testa

Guarda anche