Antidepressivi e alcol: una combinazione da evitare

30 Dicembre 2020
L'esatta interazione tra alcol e antidepressivi non è ancora nota. Molte volte dipende dalla quantità di alcol consumato o dal tipo di antidepressivo assunto.

Molte persone combinano farmaci antidepressivi e alcol ignare del fatto che può avere gravi conseguenze per la salute.

Il 15% delle persone che soffrono di un disturbo di tipo affettivo soffre anche di dipendenza da alcol, il che aggrava la situazione.

Cosa sono gli antidepressivi?

Antidepressivi triciclici ed effetti sul cervello.

Gli antidepressivi sono farmaci molto diffusi per il trattamento della depressione, un disturbo che colpisce il 15% della popolazione.

Nel nostro corpo si trovano sostanze chiamate neurotrasmettitori che sono responsabili della trasmissione dei segnali neurali. Uno di questi neurotrasmettitori regola l’umore, e una sua carenza porta alla depressione. Stiamo parlando della serotonina, sebbene non sia l’unico coinvolto in tale processo fisiologico.

Lo scopo degli antidepressivi è aumentare la concentrazione di questo neurotrasmettitore nel corpo al fine di contrastare lo stato d’animo patologico. Esistono diversi tipi di antidepressivi, come:

  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI).
  • Inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina (SNRI).
  • Antidepressivi atipici.
  • Antidepressivi triciclici.
  • Inibitori delle monoaminoossidasi (IMAO).

Quali effetti producono nel corpo?

Nonostante il meccanismo d’azione di questi farmaci cambi a seconda del tipo, gli antidepressivi sono tutti elaborati allo scopo precedentemente descritto. Tra gli effetti collaterali che possono manifestarsi nell’organismo possiamo evidenziare:

  • Stanchezza e sonnolenza.
  • Nausea.
  • Insonnia.
  • Secchezza delle fauci.
  • Visione offuscata.
  • Costipazione.
  • Agitazione, irrequietezza e ansia.

Leggete anche: Trattare la stitichezza con 5 buone abitudini

Il pericolo di assumere antidepressivi e alcol

Metabolismo epatico e antibiotici con alcol.

L’esatta interazione tra alcol e antidepressivi non è ancora nota. Molte volte dipende dalla quantità di alcol consumato o dal tipo di antidepressivo assunto.

Per esempio, gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina aumentano la concentrazione di tale neurotrasmettitore prevenendone la ricaptazione. Anche l’alcol aumenta i livelli di serotonina, seppur temporaneamente.

In seguito a ciò, una persona che assume insieme antidepressivi e alcol rischia di raggiungere livelli troppo alti di serotonina nel cervello, di conseguenza di sviluppare la sindrome serotoninergica.

Scoprite: 9 segnali che indicano bassi livelli di serotonina

Cos’è la sindrome serotoninergica?

È una condizione clinica innescata da un eccesso di serotonina. La sua gravità varia notevolmente e dipende dalla causa scatenante.

Il soggetto con sindrome serotoninergica soffre di irrequietezza, agitazione, ipertensione, spasmi muscolari e diarrea. Oltretutto, nei casi più gravi, la sua vita può essere in pericolo.

Viceversa, un consumo di alcol cronico e prolungato può portare a bassi livelli di serotonina. La ragione di ciò è che il corpo si adatta alle sostanze psicoattive attraverso un meccanismo noto come assuefazione.

Quando ci si abitua a bere alcolici, compaiono sintomi depressivi perché la serotonina disponibile diminuisce. Se oltre a ciò, si assumono antidepressivi, il risultato sarà una diminuzione della loro efficacia.

Effetti della combinazione di antidepressivi e alcol

Uomo che beve alcolici al bancone.

La combinazione di queste due sostanze compromette l’efficacia dei farmaci antidepressivi. Ecco alcuni esempi:

  • Aggravamento del quadro depressivo: il consumo di alcol può contrastare gli effetti degli antidepressivi, complicando il trattamento dei sintomi.
  • Diminuzione dell’attività cognitiva: l’alcol altera la coordinazione, il pensiero e i tempi di reazione. Combinando le due sostanze, questi effetti saranno aggravati dall’azione degli antidepressivi sul sistema nervoso centrale.
  • Effetti sedativi: alcuni antidepressivi possono provocare sonnolenza, effetto caratteristico anche dell’alcol. In seguito a ciò, quando si assumono entrambe le sostanze, l’effetto sedativo risulta intensificato. Bisogna prestare particolare attenzione se ci si mette alla guida.
  • Rischio di morte: questa, ovviamente, è la conseguenza della combinazione di antidepressivi e alcol. Tale rischio è dovuto a un aggravamento del quadro della sindrome serotoninergica spiegato nella sezione precedente.

Conclusioni

L’uso combinato di antidepressivi e alcol può avere gravi conseguenze. Prima di iniziare un trattamento con questi farmaci, è molto importante discutere con il medico riguardo al consumo di alcol o della presenza di eventuali patologie che potrebbero aggravarsi a causa dell’assunzione di antidepressivi. In caso contrario, le conseguenze possono essere fatali.

  • Travé Rodríguez, A. L., & Reneses Sacristán, A. (2002). Manejo de los fármacos en el tratamiento de la depresión. Información Terapéutica Del Sistema Nacional de Salud.
  • Heerlein, A. (2002). Tratamientos farmacológicos antidepresivos. Revista Chilena de Neuro-Psiquiatria.
  • Robledo, T., & Córdoba, R. (2007). Cómo Actuar Ante El Consumo De Alcohol: Guía ded Referencia para Profesionales de Atención Primaria. Sociedad Española de Medicina Familiar y Comunitaria (SemFYC).