Betaina: proprietà, benefici e integratori

· 24 Marzo 2019
La betaina è un nutriente naturale dell'organismo, interviene assieme ad altri organi e aiuta a prevenire malattie coronariche, muscolari e associate al sistema digestivo.

A volte i medici ci consigliano di aumentare il consumo di alcuni nutrienti necessari affinché per l’organismo. Altre volte ci raccomandano guide o diete per evitare problemi di salute. Chissà se tra questi consigli abbiamo sentito parlare di betaina.

Su Vivere più Sani proveremo a farvi conoscere meglio la betaina e qual è la sua funzione nella nostra vita quotidiana.

Cos’è la betaina

La betaina è una sostanza prodotta dal corpo. Fornisce acido cloridrico ed è fondamentale per l’assimilazione della vitamina B12, calcio e ferro.

È un nutriente che distribuisce il metile nell’organismo affinché ogni organo possa usarlo per far fronte ad alcuni squilibri.

Alimenti ricchi di betaina

Betaina nelle barbabietole

  • Barbabietole, sono una delle maggiori fonti di betaina, infatti il loro nome deriva proprio da questa sostanza.
  • Pesce
  • Spinaci
  • Broccoli
  • Legumi

Vedi anche: 7 benefici della barbabietola

A cosa serve la betaina

Fegato normale e grasso

Può essere complicato capire come lavora questa sostanza, ma risulta più semplice analizzando alcuni punti.

Regola l’omocisteina

La betaina regola e abbassa i livelli di omocisteina. In questo modo aiuta a prevenire quelle patologie causate proprio da un eccesso di omocisteina.

Sebbene l’omocisteina sia necessaria, deve però essere regolata per non causare alterazioni. Se è presente in eccesso, potrebbe provocare conseguenze come un attacco cardiaco, Alzheimer, coaguli o ictus.

Protegge il fegato

Questo amminoacido agisce come un agente lipotropico quando cede il metile per scomporre i grassi e liberare il fegato.

In questo modo previene il fegato grasso. In alcuni casi si utilizza proprio per curare questo organo.

Vi consigliamo di leggere: Fegato grasso, cosa fare 

Oltre alle funzioni già menzionate, la betaina:

  • Collabora nella digestione apportando acido cloridrico, necessario nel processo digestivo per scomporre le proteine.
  • Evita la disidratazione delle cellule equilibrando la quantità di acqua presente. Collabora nel trasporto di liquidi in tutto il corpo.
  • È importante nella sintesi della creatina per aumentare lo sviluppo muscolare. 

Benefici della betaina

Benefici della betaina

Ogni funzione della betaina che abbiamo menzionato è associata a una serie di benefici per la salute. Un individuo con un livello adeguato di questa sostanza avrà:

  • Un rischio minore di soffrire di patologie gastrointestinali. Il livello di acidità necessario per la corretta digestione sarà regolato.
  • Una diminuzione del grasso nel fegato. Combatte gli eccessi che si formano attorno a esso e lo mantiene libero.
  • Arterie e sistema cardiovascolare più in salute grazie al lavoro del metile. Il sangue può così circolare con più fluidità.
  • Maggiore resistenza muscolare e forza. Con la produzione di una maggiore quantità di ossido nitrico, aumentano i livelli di resistenza e forza nelle attività fisiche. Non a caso, molti sportivi di alto livello assumono integratori di questa sostanza.

Benché non se ne senta parlare molto, la betaina svolge un lavoro molto utile collaborando al funzionamento di alcuni organi del corpo. 

Come abbiamo visto, il suo ruolo è molto importante sia nella vita quotidiana che nella prevenzione di possibili patologie future.

È possibile acquistare degli integratori per aumentare la quantità prodotta naturalmente dal corpo o che assumiamo tramite gli alimenti che la contengono.

Le dosi possono variare secondo il caso e ogni paziente deve seguire i consigli del proprio medico per evitare effetti collaterali. 

Effetti collaterali degli integratori con betaina

Donna con malessere

Alcuni specialisti prescrivono farmaci con betaina per trattare alcuni problemi di salute.

Come accade con tutti gli elementi chimici, potrebbero esistere degli effetti collaterali, per cui è bene prestare attenzione. Nel caso in cui si manifestino i seguenti disturbi, dobbiamo dirigerci a un centro medico:

  • Nausea
  • Mutamenti dell’odore corporeo
  • Sensazione di perdita di coscienza
  • Debolezza muscolare
  • Visione distorta
  • Alterazioni della memoria
  • Difficoltà motorie

Alcuni istituti hanno rivelato casi di edema cerebrale in pazienti che sono stati trattati con betaina. In caso di disturbi, è raccomandabile sospendere l’assunzione di questa sostanza.

Dopo i 50 anni, i livelli di produzione di betaina diminuiscono. Essere consapevoli di questo e integrare nella nostra dieta alimenti che la contengono è vantaggioso per mantenere l’equilibrio nel nostro organismo. Potrebbe essere utile recarsi in un centro ospedaliero per analizzare l’assunzione chimica di betaina.

  • https://www.mendeley.com/catalogue/betaine-human-nutrition-1/
  • https://www.mendeley.com/catalogue/homocysteine-metabolism/
  • https://www.mendeley.com/catalogue/nonalcoholic-fatty-liver-disease/