Caffè verde per dimagrire, come consumarlo?

4 Settembre 2019
A differenza del caffè tostato, il caffè verde è ricco di acido clorogenico, che ci aiuta a bruciare grassi. Ma lo è anche di fenoli, che ci donano un prolungato senso di sazietà.

Non c’è nulla come gustare una deliziosa tazza di caffè al mattino o a metà pomeriggio. Ma riuscite a immaginare di poter ottenere da una semplice bevanda un aiuto per raggiungere la forma desiderata? È possibile! Scoprite il potente contributo del caffè verde per dimagrire.

Il caffè verde è uno degli alleati di recente scoperta per chi desidera perdere peso evitando complessi procedimenti. Questo metodo era sconosciuto alla maggior parte delle persone fino al famoso programma del Dr. Oz del 2012.

Si era abituati a sentir parlare solo del caffè nero, in quanto ingrediente positivo per il benessere in generale. Tuttavia, si parlava poco dei benefici del grano allo stato grezzo, ovvero quello del caffè verde. Scoprite meglio di cosa si tratta e come sfruttarlo nel dimagrimento.

Cosa è il caffè verde?

Chicchi di caffè verde per dimagrire

Il grano verde è una strana variante del caffè? È difficile da reperire? Cosa ha il caffè verde che manca a quello nero o comune? Sono ancora molte le domande su questo nuovo alleato della salute.

Innanzitutto, bisogna sapere che la prima differenza tra un grano di caffè verde e un grano di caffè nero è che il primo è la fase precedente del secondo. Vale a dire che il caffè verde è il grano non essiccato che a seguito di questo processo si trasforma in un grano di caffè nero.

Il colore naturale del caffè non è marrone, bensì verde. Quindi viene raccolto dalla pianta. Successivamente viene tostato per essere venduto e per accompagnarci ogni mattina. Oltre al colore, la grande differenza tra il caffè nero e quello verde è il contenuto di acido clorogenico.

Non perdetevi: Usi del caffé: 14 impieghi alternativi

Il caffè verde e il suo acido che aiuta a dimagrire

Chiunque desideri sfruttare le proprietà di questo caffè per dimagrire, deve prima sapere cosa è l’acido clorogenico. Si tratta di un composto chimico racchiuso nei chicchi di caffè e la cui funzione è bruciare i grassi e abbassare i livelli di glucosio.

In ogni grano è possibile trovare fino a un 7% di concentrato di acido clorogenico. Oltre a eliminare il tessuto adiposo e a regolare i livelli di zucchero nel sangue, il suo potere antiossidante e quello antinfiammatorio sono riconosciuti.

Uno studio presentato durante un congresso della Società Americana di Chimica nel 2012 ha reso noto che l’acido clorogenico è stato in grado di aiutare nel dimagrimento 16 persone con diagnosi di sovrappeso.

Ma perché l’acido clorogenico non si trova nel caffè nero? Questo composto si disperde durante il processo di tostatura. Solo il caffè verde, dunque, è un alleato nella lotta contro i chili di troppo.

Altri benefici da conoscere

Sacco di iuta con chicchi di caffè verde

Il caffè verde non ha solo il potere di aiutare a bruciare il tessuto adiposo o di regolare i livelli di zucchero nel sangue. Ci sono altri benefici che possiamo trarre da ogni chicco di grano, oltre alla sua concentrazione di acido clorogenico. Alcuni di questi sono:

  • Permette di accelerare il metabolismo e di sfruttare i lipidi come fonte di energia.
  • Il suo contenuto di fenoli che prolungano la sensazione di sazietà.
  • Il suo acido clorogenico influisce sull’attività dei depositi di grasso su glutei e gambe, il che favorisce la riduzione della cellulite.
  • Ha un potere diuretico che riduce la ritenzione idrica nell’organismo.
  • Combatte i radicali liberi che causano la degenerazione cellulare.

Bere caffè con moderazione

Persino quello che fanno bene se consumate in eccesso diventa nocivo e questo vale anche per il caffè verde. Non dimenticate, infatti, che contiene caffeina. Si sconsiglia il consumo di caffè verde o nero a persone ipertese, donne in gravidanza o in allattamento, minori e anziani.

La caffeina ha il potere di alzare la pressione sanguigna. In caso di consumo eccessivo, può causare i seguenti disturbi,

  • Mal di stomaco
  • Dipendenza
  • Quadri di ansia
  • Tremori
  • Nervosismo
  • Insonnia

Non perdetevi questo articolo: Il tè verde e 4 modi per assumerlo

Modalità di consumo del caffè verde per dimagrire

Gomma da masticare

Vista la crescente popolarità del caffè verde per dimagrire, è possibile sfruttarne le proprietà in vari modi. Le modalità principali sono:

  • Compresse con estratto di acido clorogenico.
  • Gomma da masticare al caffè verde.
  • Chicchi macinati di questo ingrediente.
  • Infusi e  a base di caffè verde.

Chi vuole assumere direttamente il chicco può assumere compresse di estratto di acido clorogenico. È possibile reperirlo in qualunque negozio dedicato alla vendita di prodotti nutrizionali. Ma chiunque desideri sentire il sapore del caffè verde può ricorrere alle gomme da masticare, ai chicchi in polvere o preparare un infuso.

Qualunque alternativa è egualmente valida. A ognuno il suo metodo per consumarlo. Il segreto per perdere peso è racchiuso nell’impegno costante.