Callo dello scrittore: cause e trattamento

14 Marzo 2021
Il callo dello scrittore è dovuto all'accumulo di cellule morte, causato dalla continua frizione contro il dito. Cosa fare per eliminarlo? In questo articolo vi sveleremo alcuni metodi.

Il callo dello scrittore -noto anche come protuberanza dello scrittore o protuberanza da nerd– è un ispessimento che compare su una delle dita della mano, a causa della continua frizione dovuta all’utilizzo di matite, penne e di altri strumenti per scrivere. Possiamo liberarcene?

Sebbene non rappresenti un problema per la salute, questo callo è antiestetico e può irritarsi. Per questo c’è chi è alla ricerca di un trattamento utile a ridurne le dimensioni o a eliminarlo.

Fortunatamente esistono diverse opzioni per eliminarlo. In questo spazio approfondiremo l’argomento.

Per quale motivo compare il callo dello scrittore?

Come ben spiega un articolo pubblicato su American Family Physician, i calli sono la conseguenza di una risposta fisiologica della pelle, nota come “ipercheratosi”.

Quest’ultima compare a seguito di una costante pressione o frizione della pelle con un determinato tipo di materiale.

In particolare, il callo dello scrittore compare a causa dell’uso continuato di strumenti di scrittura, come le penne, le matite, gli evidenziatori e le matite colorate, per esempio.

Quando esercitiamo una certa pressione contro una delle dita della mano -che sia il dito medio o l’anulare- questi elementi formano un durone dall’aspetto rigonfio, composto da cellule morte.

La sua funzione principale è quella di proteggere la pelle sottostante, che altrimenti potrebbe irritarsi o sviluppare infezioni.

Per quanto inoffensivo, risulta fastidioso e dà un aspetto antiestetico al dito. Per questo motivo, spesso chi ne soffre è alla ricerca di soluzioni per attenuare il problema.

Scrittore di un libro.
Il meccanismo che determina la comparsa del callo dello scrittore è la frizione costante dovuta al fatto di scrivere molto.

Non perdetevi: Trattare i duroni in modo naturale: ecco come

Trattamenti consigliati per il callo dello scrittore

Non esiste un trattamento chirurgico per eliminare del tutto i calli. Eppure, come spiega in dettaglio l’American Academy of Dermatology Association, la maggior parte di questi tende a scomparire a seguito della sospensione del processo di frizione che ne è responsabile.

Nel caso del callo dello scrittore, ci sono alcuni approcci che in genere funzionano. Tuttavia, non danno risultati immediati ed è necessario agire con pazienza, per non provocare ulteriori lesioni. Prendete appunti!

Esfoliazione

La prima raccomandazione da seguire per minimizzare l’aspetto del callo dello scrittore sono ammolli ed esfoliazione. Secondo le informazioni pubblicate dalla Mayo Clinic, questo semplice processo permette di ammorbidire la pelle e rimuovere le cellule morte accumulate.

  • Per eseguire questa procedura, iniziate immergendo il dito in questione in acqua calda per 10 minuti.
  • Quindi, con una pietra pomice o con una lima per unghie, strofinate con cautela il callo. L’idea è eliminare le cellule morte.
  • Ripetete ogni giorno, fino a notare dei miglioramenti.

N.B.: non provate a tagliare il callo in nessun modo, perché potreste favorire un’infezione.

Idratazione

L’American Academy of Dermatology Association raccomanda l’applicazione di prodotti idratanti a base di acido salicilico, di ammonio lattato o di urea.

Questi ingredienti contribuiscono ad ammorbidire il callo dello scritto e, poco a poco, decompongono le cellule morte. In alternativa, potete utilizzare alcuni prodotti casalinghi per idratare:

  • Gel di aloe vera.
  • Olio di cocco.
  • Burro di karitè.
  • Olio di ricino.
  • Vitamina E.
  • Olio di oliva.

Rimedio a base di aspirina

L’ideale è applicare prodotti che contengono acido salicilico, prescritti da un dermatologo. Tuttavia, a scelta o a integrazione della terapia, potete provare ad applicare dei semplici rimedi casalinghi a base di aspirina.

Secondo uno studio del Clinical, Cosmetic and Investigational Dermatology, l’acido salicilico funge da agente cheratolitico e offre sollievo dai problemi dermatologici.

  • Per preparare questo rimedio, tritate da 3 a 5 compresse di aspirine fino a ottenere una polvere.
  • Quindi, inumiditelo con dell’acqua, fino a formare una pastella.
  • Applicate il preparato sul callo, strofinate con cautela e avvolgete per circa 10 o 15 minuti con un bendaggio.
  • Trascorso il tempo di posa, rimuovete la pastella e risciacquate.
  • Ripetete l’applicazione tutti i giorni, fino a quando il callo non si sarà ridotto.

Prevenire il callo dello scrittore

Se scrivete regolarmente, prevenire il callo dello scrittore diventa difficile. In ogni caso, ci sono alcune semplici misure da prendere, che possono aiutare a prevenire la comparsa di questa protuberanza. Nelle prossime righe parleremo delle principali:

  • Indossate delle protezioni per le dita quando scrivete. Dei bendaggi spessi o un paio di guanti di cotone possono aiutare a proteggere le dita dello strofinio contro gli strumenti di scrittura.
  • Procuratevi delle impugnature per matite. Un altro modo per interporre una barriera tra le matite e il dito è utilizzare un’impugnatura di gomma o di gommapiuma. Questo strumento va applicato sulla matita o sulla penna (ma alcuni di questi strumenti ne hanno già uno incorporato).
  • Scegliete le penne con inchiostro in gel: questa variante richiede una minore pressione quando la si applica su un foglio di carta. Di conseguenza, si riduce la pressione sul dito.
  • “Mollate la presa”: ovvero, provate a non applicare una forza eccessiva quando scrivete. Evitate di esercitare troppa pressione quando applicate la matita su un foglio. Inoltre, fate delle pause e muovete la mano per rilassarla.
Rimedio naturale con aspirina.
Possiamo macinare l’aspirina per formare una polvere per ridurre il callo dello scrittore. In ogni caso, sarebbe meglio che un medico prescrivesse dell’acido salicilico per uso topico.

Prima di andare via, leggete: Peeling naturali: diamo nuova vita alla nostra pelle

Chiedere un consulto dermatologico: sì o no?

Visto che si tratta di una lesione inoffensiva, in genere il callo dello scrittore guarisce da sé con il passare del tempo, senza bisogno dell’intervento di un dermatologo.

Tuttavia, il consiglio è chiedere consulto nel caso in cui i trattamenti descritti non diano risultati. Il professionista può proporre altri tipi di terapia, se lo ritiene necessario.

Infine, è importante richiedere l’intervento dello specialista in presenza di sintomi di infezione. In questo quadro rientrano sintomi come arrossamento, pus, dolore, infiammazione o sanguinamento. Tenetelo a mente!

  • Freeman DB. Corns and calluses resulting from mechanical hyperkeratosis. Am Fam Physician. 2002 Jun 1;65(11):2277-80. PMID: 12074526.
  • Al Aboud AM, Yarrarapu SNS. Corns. [Updated 2020 Aug 25]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2020 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK470374/
  • HOW TO TREAT CORNS AND CALLUSES. (n.d.). American Academy of Dermatology Association.
    Available in https://www.aad.org/public/everyday-care/injured-skin/burns/treat-corns-calluses
  • Arif T. Salicylic acid as a peeling agent: a comprehensive review. Clin Cosmet Investig Dermatol. 2015;8:455-461. Published 2015 Aug 26. doi:10.2147/CCID.S84765