Calmare la diarrea con 5 rimedi naturali

2 Luglio 2020
Per calmare gli episodi di diarrea, si può ricorrere a rimedi naturali che aiutano anche a recuperare i liquidi persi. Scoprite le migliori opzioni.

Esistono diversi rimedi di origine naturale indicati per calmare la diarrea. Questa condizione può essere il sintomo di un’infezione virale o batterica, un’intossicazione alimentare, l’assunzione prolungata di antibiotici o altro.

In alcuni casi è bene chiedere consiglio al medico per risalire alla causa sottostante, ma nel frattempo si possono alleviare i sintomi. I rimedi che vi consigliamo, inoltre, permettono di compensare la perdita di liquidi e di nutrienti a cui va incontro il nostro corpo in questa situazione.

5 rimedi che aiutano a calmare la diarrea

La diarrea è un disturbo intestinale che porta a evacuazioni frequenti e liquide. Spesso si presenta in forma lieve e destinata a scomparire senza complicazioni in un paio di giorni.

A volte, invece, può essere legata a un disturbo cronico. In questo caso sarà necessario consultare il medico che probabilmente consiglierà una cura per reintegrare i nutrienti persi. I seguenti rimedi naturali aiutano a calmare la diarrea e a combattere la disidratazione. Prendete nota!

1. Tisana allo zenzero

Tisana allo zenzero per calmare la diarrea
Secondo alcune ricerche, lo zenzero aiuta a contrastare i batteri intestinali come l’E. Coli.

Diverse ricerche considerano lo zenzero un buon rimedio contro la diarrea. Un articolo pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, ad esempio, gli attribuisce la capacità di inibire la crescita di batteri dannosi come l’Escherichia coli. Lo zenzero è considerato, pertanto, un antidiarroico naturale.

Possiede, inoltre, proprietà antinfiammatorie e digestive capaci di calmare il dolore addominale causato anche da altri disturbi, come l’indigestione o il gonfiore. È uno dei rimedi a cui spesso si ricorre per calmare la nausea, il vomito o i crampi allo stomaco.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di zenzero grattugiato (7 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete lo zenzero grattugiato a una tazza d’acqua bollente.
  • Fate bollire per circa 3 minuti, quindi spegnete e lasciate intiepidire. Filtrate con un colino.
  • Bevetene una tazza due volte al giorno.

Potrebbe interessarvi anche: Diarrea: alimenti da evitare

2. Aceto di mele

Anche l’aceto di mele aiuta a controllare le scariche di diarrea. Questo effetto lo si attribuisce alla sua azione antisettica e alla capacità di combattere alcune infezioni batteriche che provocano questo sintomo.

Sembra, inoltre, che l’aceto aiuti a recuperare i liquidi e stimoli lo sviluppo dei batteri buoni all’interno dell’intestino. Naturalmente deve essere assunto diluito. Puro, invece, risulterebbe troppo acido e potrebbe essere controproducente, soprattutto per chi soffre già di malattie gastrointestinali.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di aceto di mele (20 ml)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)
  • 1 cucchiaio di miele (15 g)

Preparazione

  • Diluite l’aceto in un bicchiere di acqua tiepida.
  • Dolcificatelo con un cucchiaio di miele quindi bevete.
  • Ripetete il trattamento non più di due volte al giorno.

3. Infuso di camomilla

Infuso di camomilla per calmare la diarrea
La camomilla favorisce la digestione, soprattutto in caso di eccessivo movimento intestinale.

Sebbene non sia indicato in modo specifico per calmare la diarrea, l’infuso di camomilla ha proprietà calmanti e con effetti positivi su questo disturbo. A tale proposito, un saggio pubblicato su Molecular Medicine Reports indica che la camomilla aiuta a ridurre i gas intestinali, calma il mal di stomaco e rilassa i muscoli addominali.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di fiori di camomilla (15 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • Miele (facoltativo)

Preparazione

  • Aggiungete i fiori di camomilla a una tazza d’acqua bollente.
  • Spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate in infusione per 10 minuti.
  • Filtrate con un colino e addolcite, se volete, con del miele.
  • Bevetene 2 o 3 tazze al giorno fino a miglioramento dei sintomi.

Leggete anche: Zuppe in caso di diarrea: recuperare le energie

4. Integratore fai da te per calmare la diarrea

Per controllare gli episodi di diarrea è importante reintegrare gli elettroliti che si vanno perdendo. Un buon rimedio è il seguente integratore a base di acqua e bicarbonato. 

Ingredienti

  • 1/2 cucchiaino di sale (2.5 g)
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio (2.5 g)
  • 1 cucchiaino di zucchero (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Preparazione

  • Diluite tutti gli ingredienti in un bicchiere di acqua tiepida.
  • Mescolate con cura fino a ottenere una soluzione omogenea e bevete.
  • Ripetete il trattamento 2 volte al giorno.

5. Tè alla scorza d’arancia

Tisana all'arancia
Le sostanze presenti nella scorza d’arancia aiutano la digestione.

Con i suoi fitonutrienti e flavonoidi, la scorza dell’arancia è un modo naturale per frenare la diarrea. Alle sostanze presenti nella scorza, infatti, si attribuiscono proprietà antinfiammatorie, calmanti oltre che digestive.

Ingredienti

  • La scorza di un’arancia
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Lasciate bollire la scorza di un’arancia in acqua per 5 minuti.
  • Trascorso questo tempo, spegnete, lasciate raffreddare e infine filtrate il liquido.
  • Potete dolcificarlo con un po’ di miele se vi piace.
  • Bevetene 2 tazze al giorno.

Altri consigli per calmare gli episodi di diarrea

La diarrea non rappresenta in genere un grave problema di salute. Oltre a considerare i rimedi naturali presentati, è tuttavia importante restare idratati e curare l’alimentazione. Per recuperare i liquidi e gli elettroliti persi, l’ideale è bere, oltre all’acqua, succhi di frutta e minestre. Se i sintomi persistono per diversi giorni o peggiorano, bisognerà consultare il medico.

  • Chen, J. C., Huang, L. J., Wu, S. L., Kuo, S. C., Ho, T. Y., & Hsiang, C. Y. (2007). Ginger and its bioactive component inhibit enterotoxigenic Escherichia coli heat-labile enterotoxin-induced diarrhea in mice. Journal of Agricultural and Food Chemistry. https://doi.org/10.1021/jf071460f
  • Khodaie, L., & Sadeghpoor, O. (2015). Ginger from ancient times to the new outlook. Jundishapur Journal of Natural Pharmaceutical Products. https://doi.org/10.17795/jjnpp-18402
  • Hlebowicz, J., Darwiche, G., Björgell, O., & Almér, L. O. (2007). Effect of apple cider vinegar on delayed gastric emptying in patients with type 1 diabetes mellitus: A pilot study. BMC Gastroenterology. https://doi.org/10.1186/1471-230X-7-46
  • Srivastava, J. K., Shankar, E., & Gupta, S. (2010). Chamomile: A herbal medicine of the past with a bright future (review). Molecular Medicine Reports. https://doi.org/10.3892/mmr.2010.377
  • Popkin, B. M., D’Anci, K. E., & Rosenberg, I. H. (2010). Water, hydration, and health. Nutrition Reviews. https://doi.org/10.1111/j.1753-4887.2010.00304.x
  • Rafiq, S., Kaul, R., Sofi, S. A., Bashir, N., Nazir, F., & Ahmad Nayik, G. (2018). Citrus peel as a source of functional ingredient: A review. Journal of the Saudi Society of Agricultural Sciences. https://doi.org/10.1016/j.jssas.2016.07.006
  • Chen, J. C., Huang, L. J., Wu, S. L., Kuo, S. C., Ho, T. Y., & Hsiang, C. Y. (2007). Ginger and its bioactive component inhibit enterotoxigenic Escherichia coli heat-labile enterotoxin-induced diarrhea in mice. Journal of Agricultural and Food Chemistry. https://doi.org/10.1021/jf071460f
  • Srivastava, J. K., Shankar, E., & Gupta, S. (2010). Chamomile: A herbal medicine of the past with a bright future (review). In Molecular Medicine Reports. https://doi.org/10.3892/mmr.2010.377