Calze a compressione graduata: come agiscono?

10 Marzo 2021
Le calze compressive possono essere di diversi tipi e taglie, allo scopo di adattarsi a ogni paziente. Leggete questo articolo per saperne di più.

Le calze a compressione graduata sono speciali calze che negli ultimi anni hanno assunto un’importanza sempre maggiore nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica. In altre parole, vengono utilizzate per prevenire o migliorare le vene varicose che possono comparire sulle gambe.

Si tratta di calze elastiche più tese e resistenti delle calze normali. Possono essere fabbricate in materiali di diversi tipi, dalla seta al nylon allo spandex. Inoltre, vengono appositamente progettate in modo da adattarsi a ogni paziente e alle sue necessità.

Le calze a compressione graduata esercitano il loro effetto mediante elastocompressione. In altre parole, comprimono le gambe per stimolare il sangue a tornare dai piedi al cuore. In questo articolo vi spieghiamo tutto quello che bisogna sapere su questo argomento.

L’insufficienza venosa

Vene varicose.

L’insufficienza venosa è una malattia che colpisce quasi il 25% della popolazione e che, inoltre, sta gradualmente aumentando la propria incidenza. Colpisce le donne quasi cinque volte più degli uomini e aumenta con l’età.

In presenza di questa patologia, le vene delle gambe perdono la propria capacità di pompareil sangue dai piedi al cuore. Tra i vari motivi, Questo fenomeno accade perché le valvole delle vene che impediscono al sangue di retrocedere non funzionano più.

In questi casi, il sangue tende ad accumularsi nei piedi, con i conseguenti problemi. In primo luogo, le gambe tendono a gonfiarsi, diventando pesanti. Anche essere colti da crampi o sentire formicolii è un fenomeno normale.

Ciononostante, l’aspetto più evidente di questa malattia consiste nella presenza di vene varicose. Fanno la loro comparsa sotto forma di macchie violacee sulla pelle, che, in realtà, non sono che vene dilatate. La causa principale è dovuta alla sedentarietà, dal momento che l’attività fisica e il movimento dei muscoli aiutano le vene a riuscire a spingere il sangue.

Per questa ragione, accade molto spesso di osservare questo fenomeno nelle donne che trascorrono molto tempo sedute. Allo stesso modo, gli studi associano l’insufficienza venosa al consumo di tabacco, all’obesità, all’assunzione di alcol e al consumo di determinati medicinali.

Come funzionano le calze a compressione graduata?

Le calze a compressione graduata hanno reso più comodo, discreto ed efficace il trattamento dell’insufficienza venosa. Questi ausili aiutano a migliorare la circolazione venosa, alleviando i sintomi rappresentati dalle varici.

Come indica il loro nome, le calze a compressione graduata comprimono le gambe. Tuttavia, non lo fanno nella stessa misura sull’intera gamba, ma esercitano su ogni parte una pressione differente.

La pressione è massima nella zona dei piedi e decresce a mano a mano che ci si avvicina alla coscia. In questo modo, le calze spingono il sangue a proseguire il proprio percorso verso il cuore. Inoltre, evitano che le vene continuino a dilatarsi.

Potrebbe sembrare una soluzione molto scomoda; oggi, però, i progressi scientifici hanno fatto sì che le calze a compressione graduata siano facili da indossare ed esteticamente gradevoli. Infatti, non sono tutte uguali, ma vengono progettate su misura per ogni paziente e adattate in base alla sua malattia e alle sue caratteristiche specifiche.

Calze a compressione graduata per varici.

Potrebbe interessarvi leggere anche: 8 regole per curare le vene varicose

Quali tipi di calze a compressione graduata esistono?

In primo luogo, bisogna sottolineare il fatto che le calze a compressione graduata non presentano tutte le stesse forme e dimensioni. In base alla patologia che si intende trattare, può trattarsi di calzini oppure calze corte, lunghe o collant.

Le calze a compressione graduata corte arrivano sotto il ginocchio. La differenza principale che le distingue dai calzini è il tessuto, che in questi ultimi è generalmente più spesso e più adeguato per l’inverno. Le calze lunghe raggiungono invece la metà della coscia, mentre i collant si sostengono alla vita.

In base all’effetto che si desidera ottenere, le calze a compressione graduata possono variare anche in base alla pressione che esercitano. Quelle che presentano una pressione minore, che si aggira intorno ai 14 mmHg, vengono spesso utilizzate da persone che manifestano una predisposizione o un principio della malattia.

Con l’aumento dell’insufficienza e dei sintomi, le calze a compressione graduata incrementano anche la propria forza. È molto importante ricordare che devono essere fatte su misura, in modo da potersi adattare alle necessità del singolo paziente.

Vi consigliamo di leggere anche: Alternative per trattare le varici: 5 proposte

Un trattamento per l’insufficienza venosa

Le calze a compressione graduata sono delle calze resistenti, progettate per stimolare il ritorno venoso dai piedi al cuore. Vengono utilizzate da persone che soffrono di insufficienza venosa e rappresentano, attualmente, uno dei trattamenti più efficaci.

  • Escudero Rodríguez, J. R., Fernández Quesada, F., & Bellmunt Montoya, S. (2014). Prevalencia y características clínicas de la enfermedad venosa crónica en pacientes atendidos en Atención Primaria en España: Resultados del estudio internacional Vein Consult Program. Cirugia Espanola, 92(8), 539–546. https://doi.org/10.1016/j.ciresp.2013.09.013
  • Principios de funcionamiento de medias de compresión graduada información. (n.d.). Retrieved November 15, 2019, from https://www.solidea.com/es/salute-e-benessere/informacion-medico-cientifica/la-elastocompresion-prevencion-ideal-terapia-eficaz
  • Press, E. (n.d.). Medias de compresión para varices, ¿cómo elegir bien?
  • Las medias de compresión e insuficiencia venosa – Blog de ortopedia de ortoweb.com. (n.d.). Retrieved November 15, 2019, from http://www.ortoweb.com/blogortopedia/las-medias-de-compresion-e-insuficiencia-venosa/