Camera da letto minimal: 6 consigli

La vostra camera da letto vi dà una sensazione di claustrofobia e mal di testa? Vi diamo i migliori consigli per un arredamento minimalista.
Camera da letto minimal: 6 consigli

Ultimo aggiornamento: 10 maggio, 2021

Grazie all’arredamento minimalista, le stanze danno un’impressione di splendore, igiene e spaziosità. In questo articolo, proponiamo alcuni consigli per ottenere una camera da letto minimal.

Semplificare è ancora più importante quando la stanza è di piccole dimensioni. Per di più, al giorno d’oggi è comune usare la camera da letto anche per diverse attività oltre a dormire, come studiare, fare smartworking e attività fisica.

Inoltre, si tratta di un ambiente che deve trasmettere comfort, uno degli spazi più intimi della casa che mostra molte sfumature della propria identità. Ecco perché è importante creare un’armonia tra estetica e funzionalità pratica attraverso i minimi elementi essenziali.

Potete iniziare a semplificare l’arredamento della camera da letto tenendo conto dei consigli che offriamo a seguire. Non perdeteveli!

Consigli per una camera da letto minimal

1. Texture audaci

Un buon modo per arredare la camera da letto minimal è azzardare con cuscini, tende, tappeti e coperte con trame non convenzionali. Questi elementi dalle texture differenti creeranno un’atmosfera accogliente. Un altro modo per creare uno spazio caldo e accogliente è utilizzare materiali come il legno o il cuoio.

2. Mobili geometrici

Per una camera da letto minimal si consiglia di dipingere i mobili con le tonalità del bianco. Tuttavia, alcuni oggetti come vasi, specchi, portalampade, cornici o sgabelli possono anche essere dipinti di nero o di rosso.

È importante che i mobili presentino forme geometriche per lo più rette. Le linee rette danno una visione d’insieme più ordinata.

Camera bianca minimal.
Il minimalismo si basa su un design semplice e funzionale degli spazi, che si può applicare anche in camera da letto.

3. Idea di calore con materiali di vario genere

Aggiungendo alla camera da letto elementi dai toni dorati, fotografie, oggetti personali e pregiati lavorati in legno, otterrete un effetto molto intimo e accogliente anche in sintonia alla propria personalità. Inoltre, bilanceranno la freddezza dei toni del bianco.

4. Prevalenza del bianco

Sebbene sia consigliabile inserire colori neutri, come le varie tonalità di marrone o grigio, questo vale in casi molto specifici.

In generale, scegliere soprattutto oggetti e mobili bianchi aiuta ad alleggerire la camera da letto. È una tonalità leggera che rilassa lo sguardo, inoltre trasmette un senso di pace, spazio e armonia.

Potrebbe interessarvi anche: Camera da letto più sana: 6 consigli

5. Non sovraccaricare o accumulare oggetti inutili per una camera da letto minimal

C’è una tendenza generale all’accumulo di cose praticamente inutili. L’ideale in questo caso è lasciare solo i mobili essenziali nella camera da letto. Dovreste sbarazzarvi di tutto il resto, o almeno spostare i soprammobili altrove.

6. Usare l’arte per un tocco di stile

Per personalizzare l’ambiente, oltre a semplificarlo, potete inserire qualche elemento suggestivo che spezzi, almeno in parte, la monotonia. A tale scopo, potete esporre un quadro dai colori vivaci.

Donna annusa libro letto.
I toni del bianco nella camera da letto aiutano a semplificare e donare eleganza allo spazio.

Feng shui e tecniche Marie Kondo per la camera da letto minima

Da qualche tempo, le tecniche di arredamento dell’imprenditrice giapponese Marie Kondo sono diventate molto popolari.

Tuttavia, secondo l’articolo pubblicato dall’Universidad Pontificia di Comillas, non propone affatto soluzioni innovative: le sue tecniche erano già state adottate da anni dagli ingegneri del marchio Toyota.

Secondo la tesi presentata da Carmen Graciela Pauta Freire all’Università Nazionale di Loja, lo stile minimalista nasce nel continente europeo grazie alle nozioni sulla purezza delle forme dell’architetto Ludwing Mies Van Der Roche.

Lo stile, adottato dalla città di New York negli anni ’60 e diffusosi in seguito in tutto il mondo, si può riassumere con la frase “less is more”, ovvero “meno è meglio”.

Il Feng shui, d’altro canto, è un’antica arte cinese basata su una teoria scientifica che prevede il miglioramento del contesto per favorire l’equilibrio e il benessere degli esseri umani, secondo la tesi di Hua Yang dell’Università Complutense di Madrid.

Questa disciplina ha la capacità di scoprire portali di creatività, meditazione e immaginazione, qualità che ampliano il valore pragmatico e culturale del design.

Potrebbe interessarti ...
Modifiche Feng Shui per una casa più armoniosa
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Modifiche Feng Shui per una casa più armoniosa

In questo articolo trovate alcuni suggerimenti per applicare alla casa piccole modifiche Feng shui, e ottenere così un ambiente equilibrato e armon...



  • Universidad Complutense de Madrid.  Yang, Hua. Fen Shui y espacio. España 2017.
  • Universidad Nacional de Loja. Pauta Freire, Carmen Graciela. Decoración de un espacio comercial para la venta de computadoras en la ciudad de Loja. Ecuador 2011.
  • Universidad Pontifica de Comillas.  The Conversation. Marie Kondo y los ingenieros de producción de Toyota. Estados Unidos 2020.