Mobili vintage riciclati per arredare casa

· 15 Aprile 2019
Scoprite in questo articolo come arredare con mobili vintage riciclati, e sfruttare al massimo il potenziale della mobilia che avete già in casa.

Arredare con mobili vintage riciclati è di gran moda. Sempre più persone amano restaurare e riutilizzare vecchi oggetti.

Il riciclo creativo rende possibile trasformare un vecchio scarto in qualcosa di utile, che può anche essere venduto guadagnandoci qualche soldo.

A seguire vi daremo qualche idea per mettere in moto la vostra creatività e creare bellissimi mobili vintage.

Cosa significa riciclare?

Riciclare vuol dire riutilizzare materiali di scarto o dismessi per creare nuovi oggetti.

Vantaggi:

  • Allunga la vita utile degli oggetti
  • Minore uso di materie prime.
  • Minore quantità di rifiuti.
  • Minor consumo delle risorse naturali del pianeta.

Cosa significa vintage?

La parola viene dal francese, vingt (venti) e age (anni). Il termine riguardava originariamente manufatti dell’epoca degli Anni ’20. Attualmente, invece, indica tutti quegli oggetti che ispirano nostalgia e delicatezza.

Il riciclaggio di vecchi oggetti ci permette di ricreare questa sensazione attraverso un particolare elemento di arredo. Ecco, di seguito, alcune idee per creare e arredare con mobili vintage riciclati:

1. Vecchie valigie

Vecchie valigie

Se avete in casa delle vecchie valigie, potete trasformarle in spettacolari comodini. Essendo rigide e generalmente in pelle, potete lucidarle per bene e impilarle una sopra l’altra. Ancora meglio se di dimensioni e colori diversi.

Potete mettere sopra una lampada e delle foto per creare uno spazio accogliente e unico.

2. Armadi

I mobili antichi sono di ottima qualità. In genere sono fatti di legno massello. E sebbene apparentemente passati di moda, sono pezzi unici, resistenti e durevoli. Per trarne vantaggio, possiamo riciclarli utilizzando diverse tecniche.

Generalmente, il legno viene dipinto con effetto invecchiato e con colori diversi dall’originale. Ad esempio, se era marrone, per conferirgli un’aria più moderna, potete applicare un colore senape, acquamarina, arancione e così via.

Anche i colori pastello e i toni chiari sono un’alternativa molto interessante per i mobili vintage. Inoltre, i colori chiari rendono l’arredamento più arioso e versatile.

3. Macchine da cucire, un classico tra i mobili vintage riciclati

Macchina da cucire

Le vecchie macchine da cucire hanno solitamente le gambe in ferro lavorato. Potete dipingerle con tonalità ocra o dorate, oppure applicare una tinta che prevenga anche l’ossidazione.

Presentano anche una parte in legno con un alloggiamento interno che ospita l’apparecchio per cucire. Potete dipingere o verniciare anche questa parte. La parte superiore, piatta, può essere utilizzata per ospitare libri, foto o soprammobili, etc. Su entrambi i lati si trovano in genere dei piccoli cassetti, molto utili per riporre le cose.

4. Sedie antiche

Potete trasformare una sedia scompagnata o in disuso in una poltroncina da lettura. Essendo più grandi delle sedie moderne, tendono a essere anche più confortevoli.

Se hanno gambe in legno, potete verniciarle e coprire il resto con un tessuto liscio di colore ocra o pastello. Infine, potete decorarle con un cuscino bianco di pizzo.

Dopo aver riciclato la mobilia, è importante integrarla al resto dell’arredamento. Allo stesso modo, è importante anche utilizzarla. Non c’è motivo di lasciare questi pezzi di arredamento inutilizzati in qualche angolo della casa.

Può interessarvi anche: 10 idee per riciclare vecchi jeans in disuso

5. Cornici per le foto

Cornici per foto

In passato, era uso mettere le foto in cornici grandi ed estremamente decorate. E di solito, le fotografie venivano appese al muro.

Per sfruttarla ancora e dargli una nuova vita, possiamo carteggiare delicatamente la cornice (avendo precedentemente rimosso la foto per evitare di danneggiarla) e una volta eliminata la polvere, possiamo dipingerla del nostro colore preferito.

C’è chi preferisce usare queste cornici per gli specchi invece che per fotografie, quadri o poster. Dipende dai propri gusti e dell’ambiente che le ospiterà.

6. Creare mobili vintage da vecchi bauli

I vecchi bauli sono pezzi di grande valore tra i mobili vintage riciclati. Perché? Perché sono molto facili da adattare e riutilizzare.

Se l’aspetto attuale non vi convince, è una buona idea pulirli e lucidarli con un buona cera per legno per farli tornare come nuovi.

L’alternativa è quella di poggiarci sopra una bella coperta, di un bel colore brillante, che contrasti con il legno e dia un tocco allegro.

Leggete anche: Mobili riciclati: 5 bellissime idee per arredare casa

7. Avvolgicavo

Avvolgicavo

In passato, i cavi venivano avvolti in grandi bobine di legno. Se riuscite a procurarvene una, potete trasformarla in un tavolo da giardino, molto bello e originale.

Per prima cosa dovrete carteggiare per bene, dato che di solito sono piene di schegge di legno. Quindi, potete dipingere la base di verde, per esempio. Mentre nella parte superiore potete disegnare dei fiori di vari colori o qualsiasi altra cosa vi venga in mente.

Al centro, di solito, c’è un buco non molto grande, potete anche coprirlo oppure creare un mini-giardino a più livelli nel buco.

8. Creare mobili vintage da vecchie porte

Capita di cambiare le porte della casa e non sapere che farne di quelle vecchie. Ma non è necessario disfarsene, si possono riutilizzare e trasformare in una scrivania o in un tavolo per la sala da pranzo.

Basterà rimuovere gli elementi metallici, ridimensionarle quanto serve, carteggiarle e lucidarle. Quindi, dipingerle del colore preferito e aggiungere eventuali decorazioni.

In genere le porte sono solide e possono essere utilizzate per ottenere mobili di grande stabilità e durata. Ricordate che i mobili vintage riciclati ci permettono di sperimentare svariate alternative e tecniche.

Non devono per forza essere perfette. Anzi, a volte, le imperfezioni conferiscono un aspetto più moderno e fresco.

  • Eeckhout, P. (2003). Diseño arquitectónico, patrones de ocupación y formas de poder en Pachacamac, Costa central del Perú. Revista Española de Antropología Americana. https://doi.org/-.

  • Barlach, L., & Santos, L. P. dos. (2015). A INOVAÇÃO CONFRONTADA COM AS TENDÊNCIAS VINTAGE E RETRÔ: UM ESTUDO DE CASO NA INDÚSTRIA DA LINHA BRANCA. Review of Administration and Innovation – RAI. https://doi.org/10.11606/rai.v12i2.100341.

  • Nutsch, W. (1996). Tecnología de la madera y del mueble.