Cartilagine: i migliori alimenti per rigenerala

20 Febbraio 2020
Hanno un compito fondamentale: fungono da ammortizzatori per le articolazioni, evitando che le ossa si sfreghino. È necessario, per questo, prestare molta attenzione alle nostre cartilagini attraverso l'alimentazione.

Anche se non le dedichiamo molte attenzioni, la cartilagine è una parte molto importante del nostro corpo, poiché ha il compito, né più né meno, di sorreggere strutture come, ad esempio, le articolazioni. È molto propensa a lesionarsi nel caso di sportivi, persone molto attive e uomini e donne della terza età. Grazie all’alimentazione, possiamo prenderci cura della cartilagine. Volete sapere come? Allora, continuate a leggere questo articolo.

Cartilagine: le più danneggiate

Le cartilagini collegano le ossa tra di loro e ci permettono di muoverci. In ogni caso, non sono dure come altre strutture ossee né tanto elastiche come i muscoli. È molto importante é prestare attenzione alle cartilagini, poiché si tratta di un tessuto che, una volta danneggiato, è difficile riparare del tutto.

Quindi, questo porta a diversi dolori, come l’artrite. inoltre, le storte sono le lesioni più comuni di questi tessuti e le zone più a rischio sono:

  • Caviglie
  • Ginocchia
  • Polsi
  • Gomiti
  • Spalle

Possono inoltre lesionarsi a causa di bruciature gravi o incidenti. Le ferite sono molto dolorose e possono anche portare a problemi di mobilità.

Cartilagine

Quali sono le cause dei problemi alla cartilagine?

In accordo con questa pubblicazione divulgata su BioMed Research International, l’età e l’invecchiamento sono una delle cause del deterioramento della cartilagine. Tuttavia, esistono ulteriori fattori di rischio correlati:

  • Malattie degenerative
  • Attività fisica eccessiva
  • Obesità
  • Stress
  • Sollevare o spostare pesi
  • Apporto insufficiente di nutrienti

Di vitale importanza è che la cartilagine si mantenga in salute, soprattutto per le ginocchia, che sono quelle che sostengo più peso. I sintomi più comuni di lesioni o danni alla cartilagine sono:

  • Dolore nel muovere le estremità o le articolazioni
  • Limitazione nei movimenti di una determinata zona
  • Deformazioni
  • Infiammazioni
  • Arrossamento

Volete saperne di più? Come rigenerare la cartilagine danneggiata

L’alimentazione e la cartilagine

cartilagini braccia e busto

Una recente ricerca pubblicata su Aging Clinical and Experimental Research afferma che una corretta alimentazione può aiutare a migliorare i sintomi dell’osteoartrosi. Quest’ultima è una delle malattie più comuni dovute all’usura della cartilagine.

In generale, alcuni nutrienti contenuti negli alimenti possono aiutare a rafforzare naturalmente questa parte del corpo, ritardando la progressione dell’usura. Pertanto, una dieta equilibrata adatta allo scopo dovrebbe includere i seguenti nutrienti:

  • Vitamine A, C e D
  • Calcio
  • Lisina
  • Fosforo
  • Fluoro
  • Magnesio
  • Proteine

È molto importante anche bere molta acqua, per poter idratare a dovere le cartilagini e le articolazioni. Inoltre, parlando di nutrienti necessari per mantenere le cartilagini in salute e trattarle in caso di fastidio o dolori, vogliamo ricordarvi i seguenti:

Lisina

Uno studio pubblicato nel 2018 ha stabilito che la carenza di glicina acuta può essere un fattore determinante nello sviluppo dell’osteoartrite e dell’usura della cartilagine. In generale, questo nutriente è fondamentale nella sintesi di collagene. Il consumo raccomandato è di 12 mg per kg di peso. Quali sono le principali fonti di lisina?

  • Legumi
  • Carni rosse
  • Uova
  • Baccalà
  • Soia
  • Formaggi
  • Frutta secca
  • Lievito di birra

 Vitamina C

Vitamina C e cartilagine

La vitamina C è nota per il suo potenziale antiossidante e la capacità di proteggere il corpo dalle malattie. In uno studio pubblicato su Molecular Medicine Reports, si afferma che tale nutriente sia fondamentale per prevenire problemi articolari associati all’usura della cartilagine. Tra gli alimenti con la più alta quantità di vitamina C abbiamo:

  • Arance
  • Pomodori
  • Ananas
  • Pesche
  • Cavolo
  • Fragole
  • Kiwi
  • Cipolle
  • Peperoni
  • Lattuga
  • Mandarini
  • Uva
  • More

Le dosi minime raccomandate sono di 75 mg per le donne e di 90 mg per gli uomini.

Vitamina D

L’esposizione alla luce solare è il modo migliore per apportare vitamina D all’organismo. La ricerca pubblicata sull’Ortopedia Journal of Sports Medicine ha stabilito che i pazienti con sufficienti livelli vitamina D hanno un rischio inferiore di sviluppare l’artrosi. Inoltre, sottolinea anche che le sue dosi ottimali aiutano a ridurre la degenerazione della cartilagine articolare.

Possiamo integrare la vitamina D anche con gli alimenti. Le principali fonti di questo nutriente sono:

  • Pane integrale
  • Latte
  • Cereali integrali
  • Salmone
  • Aringhe
  • Ostriche

Collagene

gelatina

Questa proteina struttura i tessuti cartilaginei, i tendini e le ossa. Diversi studi hanno permesso di giungere alla conclusione che facilita l’unione tra tutti questi. Inoltre, una ricerca pubblicata sulla rivista Plos One indica che aiuta a prevenire la degenerazione della cartilagine e aiuta a ridurre l’infiammazione.

Il modo più semplice per apportare collagene all’organismo consiste nel mangiare gelatina. Ma attenzione, dovrà essete povera di calorie, perché nel caso contrario lo zucchero ridurrà le proprietà del collagene. Oltre a essere un delizioso d’essere, si può utilizzare come ingrediente principale in diverse ricette. La quantità indicata al giorno è di 10 gr.

Non dimenticate di leggere: Crema dalle proprietà analgesiche ed antinfiammatorie

Acidi grassi omega3

L'olio è un buon alimento per la cartilagine

Per rafforzare la cartilagine, in particolare il ginocchio, dovreste limitare il consumo di grassi trans così frequenti nella cucina industriale e scambiarli con grassi sani come gli acidi grassi Omega 3. Questi ultimi hanno la capacità di ridurre l’infiammazione cronica, come spiega questo studio sul Global Journal of Health Science.

Le principali fonti di questo nutriente sono:

  • Tonno
  • Frutti di mare
  • Sardine
  • Molluschi
  • Spinaci
  • Cicoria
  • Cavolo riccio
  • Bietole
  • Semi di canapa, chia e zucca
  • Sacha Inchi
  • Olio di semi di lino
  • Olio di pesce

Buone abitudini per evitare il deterioramento della cartilagine

Prevenire è sempre meglio che curare, anche nel caso delle cartilagini, per evitare che queste si danneggino. Quindi, oltre a mangiare in modo equilibrato e ad aggiungere i nutrienti adeguati, è bene seguire una specie di routine. Ecco alcuni consigli:

  • Fare esercizio iniziando da un livello base, per poi aumentare gradualmente l’intensità.
  • Camminare tutti i giorni.
  • Realizzare stretching alle gambe, spalle e fianchi.
  • Massaggiare le zone a rischio o più vulnerabili, sempre sotto la supervisione del fisioterapista.
  • Fare attenzione quando si sollevano pesi nelle attività quotidiane, adottando le posture adeguate.
  • Rivolgersi subito al medico, fin dai primi sintomi.

In sintesi, una buona alimentazione e delle buone abitudini sono essenziali per prendersi cura delle cartilagini. Sebbene esse possano deteriorarsi con l’età, c’è ancora molto da fare per mantenerle in buone condizioni nel corso degli anni.

  • Messina, O. D., Vidal Wilman, M., & Vidal Neira, L. F. (2019, June 1). Nutrition, osteoarthritis and cartilage metabolism. Aging Clinical and Experimental Research. Springer International Publishing. https://doi.org/10.1007/s40520-019-01191-w
  • Li Y, Wei X, Zhou J, Wei L. The age-related changes in cartilage and osteoarthritis. Biomed Res Int. 2013;2013:916530. doi:10.1155/2013/916530
  • Messina, Osvaldo & Wilman, Maritza & Neira, Luis. (2019). Nutrition, osteoarthritis and cartilage metabolism. Aging Clinical and Experimental Research. 31. 10.1007/s40520-019-01191-w.
  • Thomas S, Browne H, Mobasheri A, Rayman MP. What is the evidence for a role for diet and nutrition in osteoarthritis?. Rheumatology (Oxford). 2018;57(suppl_4):iv61–iv74. doi:10.1093/rheumatology/key011
  • de Paz-Lugo P, Lupiáñez JA, Meléndez-Hevia E. High glycine concentration increases collagen synthesis by articular chondrocytes in vitro: acute glycine deficiency could be an important cause of osteoarthritis. Amino Acids. 2018;50(10):1357–1365. doi:10.1007/s00726-018-2611-x
  • Chang, Z., Huo, L., Li, P., Wu, Y., & Zhang, P. (2015). Ascorbic acid provides protection for human chondrocytes against oxidative stress. Molecular Medicine Reports12(5), 7086–7092. https://doi.org/10.3892/mmr.2015.4231
  • Garfinkel RJ, Dilisio MF, Agrawal DK. Vitamin D and Its Effects on Articular Cartilage and Osteoarthritis. Orthop J Sports Med. 2017;5(6):2325967117711376. Published 2017 Jun 20. doi:10.1177/2325967117711376
  • Isaka S, Someya A, Nakamura S, et al. Evaluation of the effect of oral administration of collagen peptides on an experimental rat osteoarthritis model. Exp Ther Med. 2017;13(6):2699–2706. doi:10.3892/etm.2017.4310
  • Rajaei E, Mowla K, Ghorbani A, Bahadoram S, Bahadoram M, Dargahi-Malamir M. The Effect of Omega-3 Fatty Acids in Patients With Active Rheumatoid Arthritis Receiving DMARDs Therapy: Double-Blind Randomized Controlled Trial. Glob J Health Sci. 2015;8(7):18–25. Published 2015 Nov 3. doi:10.5539/gjhs.v8n7p18