Cefalea da tosse primaria e secondaria

29 Maggio 2019
Esistono diversi tipi di cefalea causati dalla tosse e non tutti sono altrettanto gravi.

La cefalea da tosse è in genere il risultato di un disturbo preesistente, ma non necessariamente grave. A volte la causa è una tosse troppo secca o la sua persistenza nel tempo.

Sul piano fisico, la cefalea da tosse è facile da spiegare: la tosse genera una pressione su alcune aree del corpo come il petto, il collo o la testa. Tale pressione, ripetuta e frequente, favorisce la comparsa del mal di testa.

Se la tosse vi provoca mal di testa, vi consigliamo prima di tutto di consultare il medico. Solo così sarà possibile ridurre al minimo gli effetti negativi sull’organismo e/o escludere eventuali complicazioni.

Cefalea da tosse primaria e secondaria

Cefalea e sinusite

La cefalea da tosse è un disturbo piuttosto raro. È un dolore causato dallo sforzo legato all’atto di tossire o da eventi simili come starnutire, cantare, soffiarsi il naso, ridere, piangere o defecare.

Si divide in due categorie:

  • Cefalea primaria. Riguarda in genere episodi sporadici, di breve durata e caratterizzati da guarigione spontanea.
  • Cefalea secondaria. È in genere causata da disturbi a livello cerebrale. Si tratta indubbiamente del caso più grave, e potrebbe persino richiedere un intervento chirurgico.

La cefalea primaria da tosse, è un mal di testa innocuo, molto frequente nelle persone con più di 50 anni. Di intensità media o forte, raramente dura per più di due ore. In genere interessa tutta la testa, oppure la nuca o il centro del capo.

La cefalea secondaria è dovuta a una malattia soggiacente. Può essere il sintomo di un tumore o di una vasculopatia cerebrale. In genere, non è legata solo alla tosse, ma peggiora quando si tossisce.

Cause principali

Non è ancora chiaro il motivo esatto per cui la tosse dà origine alla cefalea primaria. Tuttavia, si sa che colpisce più spesso i fumatori o i soggetti allergici a fattori ambientali, come il polline.

Tra le altre cause abbiamo:

  • Asma. L’asma spesso sfocia in cefalea da tosse primaria, soprattutto quando la tosse è secca. Questo tipo di tosse provoca un’intensa pressione intracranica, che è spesso la causa del mal di testa. Una volta finita la crisi asmatica, il dolore scompare.
  • Sinusite. La sinusite genera una pressione sui seni paranasali, che è spesso causa di mal di testa.
  • Infiammazioni della laringe o della faringe. Provocano la tosse, causando conseguenti mal di testa.

La causa più frequente di cefalea da tosse secondaria è la cosiddetta malformazione di Chiari di tipo I, ovvero una anomalia anatomica. Altre possibili cause possono essere un tumore al cervello, alcune malformazioni, fragilità dei vasi sanguigni o la perdita spontanea di liquido cerebrospinale.

Leggete anche: Fitte alla testa: possibili cause dell’emicrania

Sintomi della cefalea da tosse

mal di testa

La cefalea da tosse primaria inizia all’improvviso mentre si tossisce provocando un dolore acuto, pungente e intenso. Di solito è di breve durata e non supera le due ore.

È importante notare che non è mai accompagnata da altri sintomi. Quando si è in presenza di nausea, fotosensibilità, lacrimazione, ecc., potrebbe trattarsi di emicrania.

La cefalea secondaria produce sintomi simili, ma con caratteristiche peculiari. Può essere accompagnata da instabilità, vertigini e svenimenti. Inoltre, ha una durata maggiore.

Potremmo cominciare a sospettare una lesione cerebrale se la cefalea da tosse colpisce un soggetto sotto i 50 anni, soprattutto quando il fastidio è localizzato nella zona del collo e della nuca.

Può interessarvi anche: Calmare la cefalea tensiva con i rimedi naturali

Diagnosi e prevenzione

La diagnosi si effettua essenzialmente in base alla storia clinica e ai sintomi riferiti dal paziente. Vengono presi in considerazione aspetti rilevanti come l’età (sopra o sotto i 50 anni), il sesso (le cefalee primarie sono più frequenti negli uomini) e la presenza di malattie concomitanti come asma o sinusite.

È alquanto probabile che il medico prescriva alcuni esami come la risonanza magnetica (MRI) e/o la tomografia computerizzata (TC). Questi esami diagnostici confermeranno o escluderanno altre possibili cause.

Il modo migliore per prevenire la cefalea da tosse primaria è quello di curare adeguatamente i disturbi respiratori. La presenza di faringite, bronchite, asma o sinusite è spesso all’origine della tosse, con la conseguente comparsa del mal di testa. È inoltre importante evitare sforzi eccessivi e sottoporsi annualmente al vaccino antinfluenzale.

Fernández Concepción, O., & Pando Cabrera, A. (1999). Diagnóstico de las cefaleas. Revista Cubana de Medicina General Integral, 15(5), 555-561.