Centella asiatica: quali sono i suoi usi?

23 maggio 2017

La centella asiatica è una piccola pianta utilizzata nella medicina ayurvedica e in quella tradizionale cinese che sta diventando sempre più popolare in Occidente.

Forse l’avete notata in qualche erboristeria e vi siete domandati a cosa serva. In questo articolo vi parliamo proprio della centella asiatica, un’erba davvero potente.

Descrizione della centella asiatica

In erboristeria viene spesso venduta sotto forma di compresse, mentre in alcuni negozi viene commercializzata come pianta per preparare tisane o come ingrediente per le insalate.

Il gambo della centella è sottile, le foglie sono larghe e la radice è di colore beige. I fiori sono rosati e piccoli. La centella può essere coltivata in tre mesi e raccolta a mano.

Il suo nome scientifico è Hydrocotile Asiatica e le sue origini sono indiane. Questa pianta curativa possiede numerosissime proprietà medicinali e in Oriente è conosciuta come  Gotu Kola.

Da ormai tremila anni viene utilizzata per curare diversi problemi interni ed esterni. 

  • Nel caso optiate per l’uso interno, potete aggiungerla alle insalate o ai frullati. Potete anche preparare una tisana con le foglie di questa pianta.
  • Ad uso topico, si consigliano i cataplasmi (creme, lozioni, gel, etc.)

Proprietà della centella asiatica

Sono molti i benefici apportati all’organismo dal consumo periodico di centella asiatica.

Questo grazie alle sue molteplici proprietà per la salute, tra le quali ricordiamo quelle cicatrizzanti, antiossidanti, antinfiammatorie e antimicrobiche.

Può essere utilizzata ad uso topico per trattare, ad esempio, le emorroidi, le slogature, la dermatite e la cellulite. È stata, inoltre, utilizzata a lungo per curare la lebbra.

Tuttavia, i più grandi vantaggi si traggono tramite l’assunzione di questa pianta. La centella è ottima per le persone che soffrono di:

  • Ulcere
  • Anemia
  • Bronchite
  • Ipertensione
  • Dissenteria

Possiamo anche trovare preparati a base di centella asiatica in erboristeria o nei negozi di prodotti naturali. Grazie al suo potere di formare le fibre del collagene e l’elastina, può essere sfruttata per:

  • Curare le bruciature e far cicatrizzare le ferite.
  • Ridurre le rughe e le smagliature.
  • Trattare le afte.

È indicata anche per avere unghie e capelli più sani e forti (oltre ad essere ottima per eliminare la forfora).

Trattandosi di un ottimo tonico venoso, la centella serve anche per trattare qualsiasi problema relazionato alla circolazione sanguigna come, ad esempio, flebite, gambe pesanti, vene varicose o formicolio.

Rinforza i vasi sanguigni e restituisce elasticità alle pareti arteriose, pertanto è consigliata per chi soffre di pressione arteriosa elevata o colesterolo.

Questa pianta è ottima per depurare l’eccesso di sostanze tossiche o dannose che si accumulano nell’organismo. Per questo motivo, è considerata un potente diuretico naturale per le persone che soffrono di sovrappeso, ritenzione idrica o malattie urinarie e renali.

È  utile anche per eliminare le tossine e le cisti di grasso che si formano nel seno. Può fungere anche da trattamento per diversi problemi mentali. Assumendo questa pianta, godremo di maggiore tranquillità. Per questo motivo, è consigliata quando si soffre di episodi d’ansia o nervosismo molto gravi.

Migliora anche la capacità cerebrale, dato che favorisce la concentrazione e aumenta la memoria.

La centella asiatica è indicata per le donne che soffrono di sindrome premestruale così come per coloro che si sentono spesso affaticate o stanche a causa di attività quotidiane.

Altri benefici della centella asiatica

Questa potente pianta possiede tante altre proprietà. Vale la pena ricordarne alcune:

  • Ritarda l’invecchiamento della pelle e favorisce la produzione di collagene.
  • Elimina i brufoli.
  • Combatte le infezioni alla bocca (ad esempio le afte).
  • Elimina le infezioni e combatte la secchezza (può essere utilizzata come collirio).
  • Accelera il processo di cicatrizzazione dopo un’operazione.

La centella asiatica e la cellulite

Oltre alle proprietà medicinali della centella asiatica, molti la conoscono per le sue proprietà anticellulite.     

Per trarre beneficio dai suoi effetti, può essere assunta oralmente oppure utilizzata come trattamento esterno per massaggi.

Le sostanze responsabili di questa sua proprietà sono varie. Alcune sono gli acidi grassi, i tannini, i fitosteroli e le mucillagini.

Poiché la cellulite non è altro che un accumulo di noduli di grasso, liquidi e tossine sottopelle, la centella asiatica elimina questi residui grazie alle sue proprietà diuretiche.

Questa pianta stimola il sistema linfatico e permette di eliminare le sostanze di rifiuto tramite l’urina, il sudore e le feci. Inoltre, attiva la circolazione del sangue e l’ossigenazione della pelle.

Il trattamento si basa sull’assunzione di compresse o gocce di questa pianta accompagnata da massaggi con creme o gel a base di centella asiatica, almeno, due volte alla settimana.

Queste tecniche sono sconsigliate a donne in gravidanza o che allattano.

Guarda anche