Ciglia magnetiche: vantaggi e consigli per l’uso

18 Marzo 2021
Le ciglia magnetiche sono una soluzione innovativa per ottenere uno sguardo seducente. Sono facili da applicare ed economiche.

Al giorno d’oggi esistono diversi prodotti, trattamenti e tecniche per aumentare il volume, la lunghezza, la densità e la curvatura delle ciglia. Tra questi possiamo trovare: ciglia finte, extension ciglia e, l’ultima tendenza in questo campo, le ciglia magnetiche.

Le ciglia finte sono state per lungo tempo la soluzione principale per abbellire lo sguardo, ma attualmente è quella meno usata. Il motivo risiede nel fatto che la colla utilizzata per applicarle causa spesso allergie e infezioni.

Al contrario, l’applicazione delle ciglia magnetiche non prevede l’uso di sostanze, in quanto dotate di micro magneti che aderiscono a qualsiasi superficie magnetizzata. Se ancora non conoscete questa nuova tendenza e volete saperne di più, continuate a leggere!

Ciglia magnetiche: di cosa si tratta?

Le ciglia magnetiche sono strisce di peli, naturali o sintetici, integrate con due o cinque micro magneti rettangolari che permettono di farle aderire a una superficie magnetizzata. Come nel caso delle ciglia finte o delle extension, sono disponibili in diverse lunghezze e spessori.

Le ciglia magnetiche, inoltre, si adattano facilmente a qualsiasi forma dell’occhio, indipendentemente dalle dimensioni.

Ciglia finte.
Le tradizionali ciglia finte non vengono quasi più utilizzate per via delle reazioni allergiche causate dalla colla impiegata per fissarle.

Come si applicano?

Applicare le ciglia magnetiche è semplice, ma richiede pazienza. Ci vuole solo un po’ di pratica. Attualmente esistono due procedure di applicazione, ovvero:

  • La prima consiste nell’usare due strisce di ciglia magnetiche da sovrapporre alle ciglia naturali. In pratica, quelle naturali rimarranno in mezzo alle due strisce di ciglia magnetiche.
  • Nel secondo caso, bisognerà applicare un eyeliner magnetico in gel sulla palpebra dell’occhio, e poi posizionare le ciglia.

La rimozione è un processo decisamente più semplice. Basterà poi pulire le ciglia con le dita, metterle da parte e riutilizzarle all’occorrenza.

Ciglia magnetiche a due file

Questa varietà consiste in due strisce di ciglia per occhio, integrate con i micromagneti. Per prima cosa, posizionate la striscia superiore sulla palpebra. Una volta fissata, posizionate la striscia inferiore e unitela a quella superiore, racchiudendo all’interno le ciglia naturali.

La procedura potrebbe sembrare un po’ fastidiosa, ma esistono uno strumento che la rende molto più semplice. Parliamo delle pinzette magnetizzate, le quali vi permetteranno di applicare le ciglia sui magneti per poi posizionarle sull’occhio.

Vantaggi delle ciglia magnetiche

Le ciglia magnetiche offrono svariati vantaggi rispetto ad altri prodotti simili presenti sul mercato (ad esempio le ciglia finte ed extension da pelo a pelo). Tra essi abbiamo:

  • Non è necessaria la colla: se avete abbandonato l’uso delle ciglia finte perché la colla vi causava allergie o danni alla pelle, in alternativa potete usare quelle magnetiche.
  • Facili da applicare e da rimuovere: al contrario delle ciglia finte e delle extension che richiedono una certa tecnica e degli strumenti per l’applicazione, quelle magnetiche possono essere applicate senza particolari accorgimenti e utilizzando solo le dita. Non è necessario rivolgersi a un truccatore o a un’estetista.
  • Effetto naturale: spesso, i prodotti per ciglia anziché mettere in risalto lo sguardo, lo appesantiscono, rendendolo artificiale. Ciò non avviene con questo prodotto.
  • Economiche: rispetto alle extension, che costa intorno ai 60 – 90 €, le ciglia magnetiche costano tra i 20 e i 25 euro.
  • Riutilizzabili fino a 20 volte circa.

Può interessarvi anche: Consigli per avere ciglia sempre perfette

Come usarle in sicurezza?

Sebbene il loro non produca disturbi oculari, è comunque importante prestare attenzione alla comparsa di eventuali infezioni. Inoltre, il loro corretto utilizzo permette di prolungarne la vita. Eccovi alcuni suggerimenti da tenere in considerazione:

  • Non scambiatele con altre persone, in quanto le infezioni oculari, come la congiuntivite, si possono trasmettere attraverso le ciglia.
  • Tenete le ciglia magnetiche in un luogo chiuso, lontano da polvere e umidità.
  • Potete usare il trucco per gli occhi o il mascara dopo aver applicato le ciglia, ma non prima.
  • Lavatevi le mani prima di applicarle, per evitare infezioni agli occhi.
  • Dopo averle utilizzate, lavatele con l’acqua micellare per rimuovere i residui di trucco e la polvere.
  • In caso di infezioni oculati, non utilizzate le ciglia magnetiche, in quanto possono aggravare l’irritazione e contaminarsi.
  • Applicare le ciglia con troppa fretta potrebbe non garantire corretta adesione o addirittura provocare lesioni.
  • Non usate le ciglia durante una risonanza magnetica. Di fatto, questo esame diagnostico impiega un potente magnete che finirebbe per staccarle.
Posizionamento ciglia magnetiche.
Esistono strumenti, come le pinzette magnetizzate, che facilitano l’applicazione delle ciglia magnetiche.

Leggete anche: Caduta delle ciglia: cause e trattamenti naturali

Si possono riutilizzare, pertanto sono meno inquinanti

Per concludere, le ciglia magnetiche sono un’eccellente alternativa ai metodi tradizionali come le ciglia finte o le extension. Inoltre, sono riutilizzabili, economiche e facili da applicare.

Tuttavia, benché non richiedano l’uso di colla, è molto importante seguire le raccomandazioni d’uso fornite dal produttore. Per evitare infezioni e persino prolungarne la vita fino a 30 applicazioni, è bene le istruzioni d’uso. Infine, è essenziale applicarle con la dovuta pazienza e con le mani sempre pulite.

  • Galvis-Ramírez V, Tello-Hernández A, Álvarez-Osorio L, Rey-Serrano J. Prevalencia de infección por Demodex folliculorum en pacientes que acuden a consulta general de oftalmología. Rev. salud pública. 2011. 13 (6): 990-997.
  • Navarrete-Rodrígueza E, Sienra-Mongeb J, Ureña-Ortiza R. Alergia Ocular. Rev. Fac. Med. 2018. 61 (3): 1-10.
  • Ramírez O, Novo Torres A, Volpe Ch. El ojo hermoso. Cir.plást. iberolatinoam. 2007. 33 (2): 79-90.
  • Pérez-Alcázar G. Imanes permanentes: características, aplicaciones y futuro. Rev. Acad. Colomb. Cienc. Ex. Fis. Nat. 2016. 40(155):221-233.