Bruciore allo stomaco: combatterlo con il bicarbonato

14 Gennaio 2020
Anche se il bicarbonato di sodio può aiutare a ridurre in fretta l'acidità, non bisogna eccedere nel consumo, in quanto potrebbe rivelarsi dannoso.

Sapete che il bicarbonato di sodio combatte il bruciore allo stomaco? Fin dall’antichità, questo prodotto è stato utilizzato per trattare l’acidità di stomaco, l’indigestione e i disturbi allo stomaco in generale. Tuttavia, va sempre usato con cautela e in quantità moderate.

L’acidità gastrica è una sensazione che parte dallo stomaco e si irradia fino alla gola. È un disturbo legato alla debolezza dello sfintere esofageo. Normalmente, quando un alimento solido o liquido entra nello stomaco, esso viene chiuso da una fascia di muscoli che si trova alla fine dell’esofago. Questa fascia è denominata sfintere esofageo inferiore (EEI).

Se non si chiude correttamente, infatti, il contenuto dello stomaco, insieme all’acido gastrico, fuoriesce verso l’esofago. Questo materiale parzialmente digerito può irritare l’esofago, causando acidità, bruciore allo stomaco e altri sintomi nel tratto gastrointestinale superiore.

Per tenerlo sotto controllo, sono attualmente disponibili diversi farmaci antiacidi o inibitori della pompa protonica e svariati farmaci da banco (OTC). Tuttavia, ci sono persone che utilizzano il bicarbonato di sodio per contrastare l’acidità. È davvero efficace?

Leggete anche: Cosa mangiare se si soffre di acidità di stomaco

Il bicarbonato di sodio aiuta a combattere il bruciore allo stomaco?

Bicarbonato di sodio per il bruciore allo stomaco

Grazie alle sue proprietà alcalinizzanti, ristabilisce l’equilibrio chimico nell’apparato digerente. . Per tale ragione è un rinomato antiacido. Di fatto, sebbene non tutti ne siano a conoscenza, il pancreas produce naturalmente il bicarbonato di sodio per proteggere l’intestino.

Essendo un antiacido assorbibile, questa sostanza neutralizza l’acido dello stomaco e produce un sollievo temporaneo da sintomi quali il reflusso acido. Tuttavia, l’azione del bicarbonato non ha un effetto prolungato e può addirittura provocare l’effetto opposto con la produzione di più acido per contrastare un ambiente troppo alcalino.

Inoltre, esistono alcune controindicazioni, ad esempio in presenza di disturbi come pressione alta, ritenzione idrica o malattie renali. Pertanto, il trattamento a base di bicarbonato di sodio, andrà sempre valutato dal medico e accompagnato da altre misure di prevenzione.

In accordo con quanto pubblicato su Clinical Gastroenterology and Hepatology, alcune modifiche dello stile di vita possono aiutare a tenere il problema sotto controllo. Ciò include una dieta leggera, priva di alimenti che irritino la mucosa gastrica quali:

  • Bibite gassate
  • Alimenti grassi o molto conditi
  • Salse
  • Alcolici
  • Caffeina
  • Cioccolato
  • Agrumi
  • Cibi piccanti

È inoltre raccomandabile mantenere un peso forma, evitare il consumo di tabacco, evitare di cenare tardi e, se possibile, tenere la testa sollevata quando si dorme, per evitare l’acidità notturna.

Rimedi per combattere il bruciore allo stomaco

Il bicarbonato di sodio è caratterizzato da un pH alcalino che offre sollievo al bruciore di stomaco e al reflusso gastrico. È disponibile in diverse forme farmaceutiche: compresse, polvere o iniettabili.

Tuttavia, la Canadian Intestinal Research Society ci ricorda che il bicarbonato di sodio è una soluzione di tipo temporaneo nei casi diqq reflusso gastrico. Pertanto, in caso di episodi ripetuti nel tempo si raccomanda di consultare il medico, affinché prescriva il trattamento più appropriato.

Bicarbonato di sodio in compresse

È indicato per combattere i sintomi occasionali dell’iperacidità. In questo caso occorre seguire la posologia indicata e leggere le controindicazioni riportate sulla confezione.

La posologia abituale è, in genere, una compressa (o 2, se necessario) da sciogliere in un bicchiere d’acqua (200 ml).

  • Deve essere bevuta un’ora prima dei pasti oppure alla comparsa del sintomo.
  • Non deve essere consumata quando lo stomaco è molto pieno di cibo o bevande.
  • Se i sintomi perdurano o si acutizzano per un periodo superiore ai 14 giorni, occorre interrompere il trattamento e consultare il medico.

Bicarbonato di sodio in polvere

Acqua e bicarbonato

Anche il bicarbonato di sodio in polvere può aiutare a combattere l’acidità se utilizzato in quantità moderate. Diluito in un bicchiere d’acqua aiuta a calmare i sintomi in poco tempo.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Preparazione

  • Sciogliete bene il cucchiaino di bicarbonato di sodio nell’acqua. Bevete immediatamente.
  • Ricorrete all’acqua e bicarbonato al massimo due volte al giorno, 1 o 2 ore dopo di pasti.
  • Non andrebbe mai presa con lo stomaco troppo pieno o per un periodo prolungato.

Leggete anche: Le migliori maschere a base di bicarbonato di sodio

Combattere il bruciore allo stomaco: raccomandazioni finali

Sebbene il bicarbonato sia un rimedio tradizionale, è importante ricordare che il suo consumo non è esente da rischi, soprattutto se prolungato nel tempo. È sempre buona prassi chiedere il parere del medico per scartare eventuali reazioni, interazioni con altri farmaci o effetti secondari.

  • Mathews, H. M. L., & Moore, J. (1989). Sodium bicarbonate as a single dose antacid in obstetric anaesthesia. Anaesthesia. https://doi.org/10.1111/j.1365-2044.1989.tb11450.x
  • Alecci U, Bonina F, Bonina A, et al. Efficacy and Safety of a Natural Remedy for the Treatment of Gastroesophageal Reflux: A Double-Blinded Randomized-Controlled Study. Evid Based Complement Alternat Med. 2016;2016:2581461. doi:10.1155/2016/2581461
  • Ness-Jensen E, Hveem K, El-Serag H, Lagergren J. Lifestyle Intervention in Gastroesophageal Reflux Disease. Clin Gastroenterol Hepatol. 2016;14(2):175–82.e823. doi:10.1016/j.cgh.2015.04.176