Combattere i parassiti intestinali con latte e menta

19 Gennaio 2019
Per combattere i parassiti intestinali, è essenziale seguire una dieta sana ed equilibrata. Inoltre, eseguire una o due disintossicazioni all'anno vi aiuterà a mantenere l'organismo sano

I parassiti intestinali rappresentano un serio problema di salute, poiché i loro sintomi latenti possono essere confusi con altre patologie. In particolare, sono in grado di attaccare e indebolire in modo significativo l’organismo umano, soprattutto se non vengono trattati correttamente. Ma in che modo bisogna intervenire per combattere i parassiti intestinali?

Per rispondere a questo interessante quesito, abbiamo deciso di dedicare questo articolo a un rimedio sorprendente ed efficace. Anche se potrà sembrarvi strano, semplicemente consumando latte e menta potrete mettere in atto un efficace trattamento naturale per combattere i parassiti intestinali e ripristinare la salute intestinale.

I parassiti intestinali: cosa sono

Ragazza con mal di pancia appoggiata su divano

Quando si parla di parassiti intestinali, occorre fare molta attenzione, dato che la loro presenza può generare conseguenze anche gravi. Se avete degli animali domestici, ad esempio, dovrete sottoporli alla sverminazione una o due volte l’anno, per lo meno. I bambini potrebbero soffrire maggiormente a causa di tale problema.

La chiave per scoprire se sono già presenti all’interno di un organismo è conoscere alcuni dei loro sintomi più frequenti, dato che di solito passano inosservati o vengono confusi con altre condizioni cliniche:

  • Disturbi gastrointestinali (come dolore, pesantezza, gonfiore, stitichezza o diarrea, ecc).
  • Mal di testa.
  • Disturbi dell’appetito.
  • Stanchezza.
  • Alterazioni nello stato d’animo (nervosismo, irritabilità).
  • Prurito nell’ano o nella punta del naso.
  • Cambiamenti nell’aspetto delle feci.
  • Dimagrimento improvviso

Come eliminare i parassiti intestinali dall’organismo?

Eliminare i parassiti non è un compito facile. In realtà, come suggerisce il nome, sopravvivono proprio grazie al nostro organismo. Molti alimenti che consumiamo quotidianamente li mantengono forti e ne favoriscono persino la proliferazione.

La prima cosa che dovrete tenere a mente è che occorrerà seguire una dieta molto rigida. Nessun rimedio sarà efficace se non eliminerete tutti quegli alimenti che servono come fonte di nutrimento per i parassiti. Pertanto, durante questo periodo dovrete evitare:

  • Latte e derivati.
  • Bevande alcoliche.
  • Zucchero e frutta molto dolce.

La base del trattamento sarà una dieta rigorosa a cui potrete aggiungere uno specifico rimedio antiparassitario. In questo caso, vi suggeriamo di elaborarne uno a base di latte e menta. Potrete assumerlo integrandolo con aglio crudo e semi di zucca.

Leggete anche: Le tre regole d’oro per un intestino sano

Rimedio a base di latte e menta

La combinazione di questi due ingredienti è un antico, efficace e naturale rimedio per combattere i parassiti intestinali. Tuttavia, la sua efficacia dipenderà anche da una routine alimentaria sana, in cui vengono esclusi i cibi elencati in precedenza. Solamente in questo modo potrete prevenire il problema.

La menta, oltre a essere una pianta aromatica e digestiva, possiede anche proprietà antiparassitarie.

Mortaio bianco con foglie di menta su tavolo in legno

Ingredienti

Per preparare questo rimedio avrete bisogno solamente di:

  • ½ bicchiere di latte scremato (100 ml).
  • 15 foglie di menta fresca o menta piperita.

Preparazione

  1. Mettete il latte e la menta in un pentolino e accendete il fuoco.
  2. Quando bolle, spegnete il fornello e fate raffreddare.
  3. Vi consigliamo di preparare questo rimedio sul momento, poco prima di berlo.

Modalità di consumi

Per un trattamento efficace, conviene assumere questo rimedio nel seguente modo:

  • Bevetelo a stomaco vuoto, subito dopo averlo preparato e lasciato raffreddare.
  • Attendete almeno mezz’ora prima di mangiare cibi solidi.
  • Il trattamento dovrà essere continuato per almeno 9 giorni.
  • Potete ripeterlo una o due volte all’anno, come vera e propria cura, ma anche come misura preventiva, soprattutto se avete animali in casa.

Rimedi alternativi per combattere i parassiti intestinali

L’eliminazione dei parassiti può essere più difficile in alcune persone. Alcuni pazienti optano per i farmaci tradizionali. Tuttavia, alcuni parassiti alterano anche la flora batterica intestinale, con conseguenze come la stitichezza. Questo aspetto, purtroppo, potrebbe favorirne la ricomparsa.

A seconda del trattamento, raccomandiamo sempre l’assunzione di probiotici. Questi integratori miglioreranno la funzione intestinale, aumentando le difese che servono prevenire la diffusione dei parassiti.

Scoprite: Probiotici: cosa sono e come proteggono la salute?

Igiene e dieta

Anche l’igiene svolge un ruolo decisivo nella lotta alle malattie. I bambini, ad esempio, sono più facilmente esposti ai parassiti a causa della loro tendenza a mettersi le mani in bocca. Tuttavia, anche problemi di natura interna aumentano il rischio di parassiti intestinali, come determinate intolleranze alimentari.

Infine, non bisogna dimenticare di consumare tutti  i giorni verdure, crude e cotte, nonché cereali integrali. Le fibre sono essenziali per una corretta pulizia e salute intestinale. Allo stesso tempo, è giusto aumentare l’idratazione. Bevete molta acqua lontano dai pasti, così da facilitare la digestione delle fibre e favorire la loro azione antiparassitaria.