Combattere il grasso su glutei, fianchi e cosce

· 27 maggio 2018
Per tonificare i punti critici è molto importante adottare una dieta equilibrata e fare esercizio fisico quotidianamente, associando una routine aerobica a una anaerobica per ottimizzare i risultati.

Non c’è niente di più complicato di lottare contro il grasso che si accumula sui glutei, sui fianchi e sulle cosce. Oltre a essere le zone del nostro corpo dove è più faticoso bruciare grassi, sono anche quelle cui teniamo di più per motivi estetici.

Perché sconfiggere il grasso su glutei, fianchi e cosce è così difficile?

Esercizi di squat eseguiti da donna in salotto

Di per sé, il grasso nel corpo femminile si concentra solitamente sui glutei, sui fianchi e sulle cosce. A ciò bisogna inoltre aggiungere che il grasso accumulato nella zona inferiore del nostro corpo è quello più difficile da eliminare. Ma perché?

Succede che su questa parte del corpo influiscono particolarmente sia la produzione di ormoni che l’afflusso di sangue. Di conseguenza, il grasso accumulato in questi punti è più stagnante e quindi più dannoso e più difficile da eliminare.

Conosciuta con il nome di “obesità ginoide” – che si distingue dalla forma del corpo “a pera”- questo tipo di obesità può essere attribuita a uno squilibrio ormonale e a una cattiva circolazione, senza dimenticare la cattiva alimentazione e la possibile predisposizione genetica.

Alimentazione sana ed esercizio

Sottoporci ad una dieta dimagrante non è affatto facile, ma senza dubbio è la soluzione migliore per combattere le zone più critiche del nostro corpo. Questo regime di cui parliamo altro non è che un mix di buona alimentazione e routine di esercizi adatti a noi.

Come appena detto, per combattere le zone critiche del corpo, non è sufficiente seguire una dieta, visto che senza una routine di esercizio fisico è impossibile farcela.

La routine più adatta in questi casi deve essere una combinazione di esercizi aerobici e anaerobici.

1. Routine aerobica

La routine aerobica è quella che comprende esercizi a bassa e media intensità, caratterizzati dal consumo di carboidrati e dall’effetto prolungato. Alcuni esempi di questi esercizi sono:

  • Corsa
  • Nuoto
  • Pedalata in bicicletta
  • Trekking

Gli esercizi aerobici vi aiuteranno a bruciare grassi e, a loro volta, a mantenere attivo il sistema cardiovascolare e a prevenire le malattie dell’apparato cardiocircolatorio.

2. Routine anaerobica

Ragazza solleva manubri gialli

D’altra parte, abbiamo la routine anaerobica, fatta di esercizi ad alta intensità e di breve durata, quali:

  • Sollevamento pesi
  • Serie di addominali
  • Percorsi di velocità
  • Sprint in bicicletta

Un buon modo per combinare tra loro queste due tipologie di esercizi sarebbe eseguire delle serie con sessioni aerobiche a bassa intensità ogni giorno (ad esempio, facendo una camminata), e aggiungere sessioni di media intensità almeno 3 volte a settimana (saltelli, nuoto o andare in bici).

Non dimentichiamoci le sessioni ad alta intensità, 2 o 3 giorni a settimana.

In questo senso, vi consigliamo anche di cambiare la routine di esercizi ogni 4 settimane. In questo modo, i vostri muscoli non avranno il tempo di abituarsi a una specifica serie di esercizi e quindi richiederanno questi stessi esercizi. Di conseguenza, la tonificazione sarà più visibile.

3. Seguite una dieta apposita per combattere le zone critiche: glutei, fianchi e cosce

Piatto di quinoa con verdure e semi

Per quanto riguarda il regime alimentare, ricordiamo che dovete essere disciplinati con la dieta tanto quanto lo siete con l’esercizio fisico.

Dato che il vostro obiettivo è combattere il “grasso ostinato”, ecco qui alcuni consigli sull’alimentazione che dovreste tenere a mente per riuscirci:

  • Per cominciare, bisogna includere nella nostra dieta una buona dose di proteine; assicuratevi che siano ricche di amminoacidi. Le più consigliate sono:
  • Carne di Tacchino
  • Tonno
  • Siero di latte
  • Uova
  • Pesce
  • Legumi
  • Frutta secca

Bisogna anche tenere sotto controllo il consumo di sale, visto che quest’ultimo favorisce l’accumulo di liquidi nelle zone critiche del nostro corpo. Non bisogna eliminare i carboidrati, anzi, bisogna regolarne l’assunzione e assicurarci di scegliere quelli più sani.

Alcuni carboidrati raccomandati sono: la patata, l’avena, la quinoa e i cereali integrali. Sono tutti eccellenti fonti di energia.

Dobbiamo anche assicurare al nostro corpo la giusta idratazione, consumando da 2 a 3 litri di acqua al giorno. E’ importante evitare del tutto gli snack, come i pacchetti di patatine o simili.

Per aiutarci a combattere l’ansia, può essere utile consumare merende a base di frutta, come i frutti rossi o la frutta secca.

Considerando che per sconfiggere l’ansia non c’è niente di meglio che consumare fibre, raccomandiamo di assumerne almeno 10 grammi al giorno.

Guarda anche