Combattere l’obesità dal carrello della spesa a tavola

7 Novembre 2020
Per contrastare l'obesità non è solo necessario ridurre il consumo di alcuni cibi, occorre anche imparare a fare la spesa.

Per poter combattere l’obesità, uno dei problemi di salute più diffusi al mondo, è necessaria attenzione medica immediata. Gli esperti sottolineano da tempo l’importanza di imparare a comprare e mangiare in modo corretto. Sì, imparare a comprare, perché è al momento della spesa che commettiamo la maggior parte degli errori.

I divulgatori scientifici desiderano insegnare ai consumatori come leggere le etichette dei prodotti e capire se un alimento è nutriente o fornisce solo “calorie vuote”, tra i tanti aspetti che riguardano il cibo. L’obiettivo è fare una spesa intelligente e, subito dopo, preparare piatti sani.

Non è solo questione di grassi

Donna con carrello della spesa.

Adottare abitudini alimentari sane, per molti è complicato. Dopo anni passati a consumare cibi industriali e da fast food, abituarsi alle attuali indicazioni nutrizionali non è un compito facile.

Per restare in salute, non è necessario patire la fame, rinunciare al gusto o allenarsi fino allo sfinimento tutti i giorni. Si tratta, piuttosto, di essere consapevoli di ciò che è meglio per il nostro corpo.

Spesso ci si concentra sull’eliminazione dei grassi trans, trascurando il fatto che esistono altri ingredienti dannosi per la salute e in grado di sabotare qualunque dieta, non solo quelle mirate al dimagrimento.

Sale e zucchero sono due elementi molto presenti nei prodotti processati (e anche in quelli che vengono spacciati come alimenti sani). Il consumo regolare di zuccheri semplici è associato a un maggiore rischio di malattie a medio termine, secondo un articolo pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine.

Entrambe le sostanze sono dannose alla pari dei grassi trans; inoltre esaltano il sapore dei cibi, spingendoci a consumarne in quantità sempre maggiori. È dunque difficile resistere all’impulso di mangiare più del giusto.

Contrariamente a quanto si pensa, privarsi degli zuccheri e dei carboidrati non equivale ad avere corrette abitudini alimentari.

Leggete anche: Eliminare i grassi dall’alimentazione è corretto?

Comprare bene e mangiare bene per combattere l’obesità

Non solo i prodotti da forno e i dolci contengono grassi trans e sostanze nocive per la salute, ma anche i dessert a base di latte (tranne lo yogurt naturale), i cibi da fast food, i fritti e molto altro. In altre parole, le calorie vuote possono essere nascoste ovunque. 

La maggior parte dei consumatori non sa esattamente cosa acquista quando si aggira tra gli scaffali del supermercato. Tendiamo a fidarci delle scritte a grandi lettere riportate sulle confezioni, piuttosto che leggere le etichette.

Per esempio, spesso acquistiamo le verdure surgelate perché pensiamo siano sane. Ciononostante, a volte contengono un’alta percentuale di sale, zucchero, grassi e altri additivi.

Questo vale soprattutto per le verdure in pastella, dannose per la salute. Il consumo di alimenti freschi, dunque, dovrebbe essere una priorità.

Quando si fa la spesa, gli esperti di salute e nutrizione consigliano:

  • Leggere le etichette per controllare se sono presenti sale, zucchero e altri additivi.
  • I cibi freschi e biologici sono i più nutrienti. Meglio acquistare, ad esempio, i broccoli al banco del mercato, più nutrienti e freschi, piuttosto che quelli nel pacchetto.
  • Se un alimento contiene un numero elevato di additivi, il suo valore nutrizionale diminuisce o scompare (come avviene nel caso delle verdure surgelate).
  • Seguire le raccomandazioni dell’OMS riguardo al consumo quotidiano di sale e zucchero.

Secondo gli esperti, saper fare bene la buona spesa equivale a combinare e consumare gli alimenti in modo sano. Naturalmente, il passaggio successivo consiste nell’imparare a cucinare in modo sano e a moderare la porzioni.

Potrebbe interessarvi anche: Sicurezza alimentare: intervista a Gemma del Caño

Integratori contro l’obesità

I suggerimenti dati in questo articolo aiutano a combattere l’obesità e a controllare quello che mangiamo; è però essenziale adottare, in modo progressivo, abitudini alimentari coerenti. A tale scopo, è sempre appropriato consultare il medico e seguire le sue raccomandazioni.

Esistono, infine, prodotti in grado di favorire il dimagrimento e a controllare l’appetito, come ObesiBloc e ObesiControl, sviluppati da Bio3. Entrambi sono testati clinicamente e aiutano a dimagrire.

  • ObesiBloc blocca l’assorbimento dei grassi provenienti dal cibo e a riduce l’apporto calorico.
  • ObesiControl agisce sulla sazietà riducendo l’appetito.
Integratori Bio3 per combattere la obesità.

Entrambi gli integratori possono migliorare in modo significativo le abitudini alimentari e aiutano a mantenerle nel tempo, ottenendo in questo modo il dimagrimento.

Va sempre tenuto presente, tuttavia, che per ottenere i risultati desiderati è indispensabile seguire le indicazioni del medico o del nutrizionista ed elaborare un piano alimentare adeguato.

L’importanza di combattere l’obesità

Abbassare i livelli di obesità è essenziale per godere di buona salute. Per riuscirci, bisogna adottare buone abitudini durante la fase di acquisto del cibo e di consumo.

Seguire una dieta varia ed equilibrata è il segreto per raggiungere questo obiettivo. È altresì fondamentale affiancare la dieta a esercizio fisico regolare.

  • Kearns CE., Schmidt LA., Glantz SA., Sugar industry and coronary heart disease research: a historical analysis of internal industry documents. JAMA Intern Med, 2016. 176 (11): 1680-1685.
  • Srour B., Fezeu LK., Kesse Guyot E., Alles B., et al., Ultra processed food intake and risk of cardiovascular disease: prospective cohort study (Nutrinet -Santé). BMJ, 2019.