Come alleviare i sintomi della tendinite

4 marzo 2015

La tendinite è una malattia che consiste nell’infiammazione dei tendini. Colpisce principalmente i tendini dei talloni e dei bicipiti, il volume dei talloni aumenta e la pelle della zona interessata si infiamma.

La causa principale di questa malattia risiede nella ripetizione di movimenti sbagliati, come una postura scorretta, oppure nella pressione esercitata dalle scarpe sui talloni che, quindi, provoca l’infiammazione dei tendini. D’altra parte, anche le distorsioni e i traumi a seguito di attività realizzate in modo sbagliato causano tendinite a medio e a lungo termine.

Imparare a riconoscere la tendinite

La manifestazione primaria di questo distrubo che colpisce i tendini è il dolore quando viene esercitata una certa pressione o si fa un determinato movimento, ma tra i sintomi c’è anche la difficoltà di movimento dell’articolazione della zona interessata.

Il modo migliore per alleviare i sintomi della tendinite è il riposo o l’immobilizzazione della zona colpita da questa infiammazione con l’aiuto di stecche rigide. Si consiglia anche di cambiare scarpe se si presenta il problema del tendine d’Achille (situato nel tallone).

Talloni

Quando un soggetto è colpito da tendinite, l’ideale è ricorrere ad un trattamento che riduca il dolore e l’infiammazione. Nei casi più gravi, si raccomanda l’uso locale di antinfiammatori, come gel o creme, sulla zona in cui si trova il tendine infiammato.

Si consiglia anche di ridurre il movimento per quanto riguarda la zona in questione e di applicare calore o raffreddare direttamente l’area per attenuare il dolore. Bisogna tenere presente che la tendinite progressiva può portare all’atrofizzazione del tendine con danni irreparabili. Tuttavia, per chi soffre di questa malattia, esistono diversi modi per alleviare il dolore e i sintomi in modo naturale.

Raccomandazioni per attenuare il dolore

  • La prima cosa che vi raccomandiamo è di cambiare le vostre abitudini per quanto riguarda l’attività fisica. Evitate di praticare sport che implicano uno sforzo eccessivo della zona colpita da tendinite. Potete sostituire queste attività con esercizi di rilassamento, come lo yoga, che può aiutarvi a ridurre il dolore. In questo modo non rinuncerete all’attività fisica e allo stesso tempo farete riposare le zone colpite dall’infiammazione.
  • D’altra parte, per ridurre il dolore e l’infiammazione, potete ricorrere alla terapia del caldo o del freddo localizzato, come vi abbiamo già anticipato, per almeno 20 minuti. È importante applicare qualcosa di caldo o freddo sulla zona colpita e poi toglierlo dopo 20 minuti. Inoltre, bisogna ripetere la terapia fino a quando il dolore non sarà scomparso. Potete utilizzare degli impacchi caldi oppure una busta con del ghiaccio.
  • Vi raccomandiamo anche di assumere integratori a base di olio di pesce o aumentare le dosi di questo alimento nella vosra dieta. In questo modo aumenterete la quantità di Omega 3 e di antinfiamamtori naturali che avranno un’azione positiva sulla tendinite, eliminando il gonfiore nella zona colpita.
  • Se soffrite di tendinite, un buon riposo è la soluzione ideale. Dormire almeno 8 ore a notte faciliterà la guarigione del tendine lesionato.

Ricette naturali per alleviare i sintomi della tendinite

Echinacea

Per trattare la tendinite, esistono diverse ricette naturali a base di piante ed erbe dalle proprietà antinfiammatorie che fungono da calmanti muscolari e che permettono di alleviare il dolore. Tra le piante medicinali ricordiamo:

  • Il salice: ha caratteristiche simili all’aspirina e proprietà che aiutano ad alleviare i sintomi della tendinite. Vi consigliamo di preparare uno sciroppo utilizzando due grammi di corteccia essiccata di questa pianta e un bicchiere d’acqua. Bevete lo sciroppo due o tre volte al giorno. È sconsigliato ingerirlo per periodi prolungati perché potrebbe irritare l’apparato digerente.
  • L’echinacea: è una pianta dai potenti effetti antinfiammatori. Vi consigliamo di preparare un infuso con un cucchiaio di questa pianta essiccata per ogni tazza d’acqua. Bevetene una o due tazze al giorno.

Infine, è fondamentale aggiungere alla dieta alimenti ricchi di magnesio e silicio, i quali favoriscono la guarigione dei tendini lesionati a causa della tendinite. Vi consigliamo di aumentare il consumo di lattuga, prezzemolo, asparagi, spinaci e noci.

La tendinite è una malattia che si può evitare riducendo le attività che implicano uno sforzo eccessivo, migliorando l’alimentazione e praticando esercizi di rilassamento che permettano il riposo dei muscoli e dei tendini. La tendinite può rivelarsi un vero e proprio incubo, ma può anche essere curata ed evitata facendo un po’ di attenzione.

Guarda anche