Come dire addio al cattivo odore corporeo

· 18 settembre 2014

Se vi preoccupate degli elementi chimici presenti nei prodotti di igiene personale oppure non volete spendere troppi soldi per acquistarli, o semplicemente avete bisogno di un “piano b” quando il deodorante finisce all’improvviso, abbiamo per voi alcuni suggerimenti affinché vi sentiate freschi e non abbiate problemi di cattivo odore corporeo. 

Lavarsi bene

Quando si parla di cattivo odore corporeo, lavarsi in modo corretto è la migliore arma. Le ghiandole sudoripare eccrine, che si trovano in quasi tutte le parti del corpo, raffreddano il sudore (principalmente costituito da acqua). Dovete pensare ad esse come ad un piccolo sistema d’aria condizionata naturale. Le ghiandole sudoripare apocrine, invece, si trovano principalmente nelle ascelle e nell’inguine e producono il sudore, che svolge una serie di funzioni. Una delle funzioni principali del sudore è quella di agire come un sistema di rimozione dei residui, poiché elimina dal corpo microscopiche particelle di grasso e altri materiali di scarto.

Il sudore delle ghiandole apocrine è il principale problema del cattivo odore corporeo. I prodotti di scarto del sudore, infatti, ne sono la causa. I batteri, inoltre, si alimentano proprio di grasso e di altre secrezioni. Una persona produce un odore più o meno forte, quindi, in base alla quantità di sudore prodotto dalle ghiandole sudoripare, così come dal numero di batteri presenti nella pelle. Le persone che emanano forti odori dalle ascelle presentano il doppio o il triplo dei batteri rispetto alle altre persone. Il modo migliore di prevenire il cattivo odore corporeo è rimuovere a fondo e con regolarità il sudore ed i batteri. Pulite l’area dell’inguine e delle ascelle con acqua e sapone, preferibilmente un sapone antibatterico, almeno una volta al giorno o più volte se è necessario.

Non posate in armadio vestiti sudati

Il sudore ristagnato emana davvero un cattivo odore e non c’è niente di peggio della puzza di sudore vecchio in una maglietta, soprattutto se senza maniche. Iniziate la giornata da zero: facendo una doccia e assicurandovi che i vostri vestiti siano puliti quanto voi.

Fate attenzione a quello che mangiate

peperoncino

Le calde temperature possono farvi sudare, ma non è l’unico tipo di calore che dovete tenere in considerazione. Anche gli alimenti piccanti, infatti, come i peperoncini, possono farvi sudare. Alcuni esperti di alimentazione sostengono che le cucine dei paesi dal clima caldo si basano in gran parte sui condimenti piccanti proprio per questo motivo: la gente sente più freddo quando le temperature interne diminuiscono. A meno che stiate cercando di sopravvivere ad una vacanza nel Kalahari, evitate di assumere molti alimenti piccanti.

Cercate di tenere alla larga anche cipolla e aglio. I composti di zolfo presenti in questi due alimenti possono rendere il vostro sudore più forte di come sarebbe in altre circostanze, soprattutto se ne assumente una grande quantità. Lo stesso succede con altre spezie.

Smettete di fumare

Fumare non può che apportarvi malesseri: rovina la vostra salute, ingiallisce i vostri denti e rende la vostra pelle più vecchia di quello che è in realtà. Il fumo, inoltre, può favorire il cattivo odore corporeo. Il fumo entra nei polmoni e si fa strada in tutto il corpo. Il fumo del tabacco contiene più di 7.000 prodotti e composti chimici. Alcuni si distruggono all’interno del corpo, mentre altri alla fine vengono espulsi attraverso la pelle, emanando un cattivo odore.

Programma per smettere di fumare

Guarda anche