Come prevenire la ritenzione idrica in modo naturale

15 ottobre 2014
Anche se tutti i tè fanno bene, il tè verde e la coda di cavallo sono i più raccomandati per trattare ed eliminare la ritenzione idrica.

La ritenzione idrica è un problema che non viene considerato grave, ma che comunque può comportare varie complicazioni. I medici indicano che si tratta di un sintomo che ha origine da un problema o da uno squilibrio più serio, motivo per cui è meglio prestare molta attenzione.

Che cosa c’è da sapere sulla ritenzione idrica

Questo disturbo è caratterizzato dall’accumulo di acqua o di altre sostanze liquide nel corpo. Si manifesta perché i vasi sanguigni apportano troppi liquidi ai tessuti e risulta impossibile espellerli. La ritenzione idrica è più comune nelle donne ed è giusto conoscerne le cause per poterla trattare in modo adeguato.

Bisogna sapere che il corpo equilibra continuamente le percentuali e i livelli di liquidi con le oscillazioni ormonali. Quando si beve più acqua del necessario, l’organismo elimina l’eccesso tramite il sudore o l’urina. Il problema sorge quando non è possibile espellere questo liquido e mantenere l’equilibrio. Ciò è quello che viene definito “ritenzione”.

Tra le cause più comuni della ritenzione idrica possiamo trovare:

  • alimentazione carente
  • squilibri ormonali
  • dieta non equilibrata
  • alto consumo di sale o di alimenti molto conditi
  • disturbi o problemi epatici
  • malfunzionamento cardiaco o renale
  • ingestione di alcuni farmaci o prodotti chimici
  • carenza di proteine o di certi nutrienti
  • vita troppo sedentaria
  • gravidanza
  • menopausa
  • alcune fasi del ciclo mestruale

I sintomi più frequenti della ritenzione idrica sono i seguenti:

  • aumento di peso senza motivo apparente
  • gambe e mani infiammate
  • palpitazioni
  • malessere generale
  • crampi
  • debolezza o stanchezza
  • ipertensione
  • cellulite
  • poca urina

Alimenti proibiti in caso di ritenzione idrica

  • Sale: è meglio eliminarlo dalla dieta o sostituirlo con sale marino. Inoltre, è possibile condire gli alimenti con alghe marine, erbe o cardamomo. In più, ricordate che gli insaccati, i prodotti affumicati, le conserve, i purè, gli alimenti trattati, le salse, la maionese, i formaggi, i prodotti surgelati, le zuppe istantanee o i brodi, la salsa di soia, gli insaporitori, ecc. contengono una grande quantità “nascosta” di sale .
  • Grassi saturi e carni rosse
  • Latte vaccino: ciò è dovuto al suo alto contenuto di grassi. Si sconsiglia anche il latte scremato o senza lattosio perché sono modificati chimicamente e l’unico effetto che sortiscono è che il corpo debba lavorare di più. Il latte, inoltre, rimane “attaccato” al rivestimento intestinale impedendo una corretta escrezione delle feci. Sostituitelo con latte vegetale come quello di mandorle, di riso, di miglio, ecc.

ritenzione idrica

Rimedi naturali per la ritenzione idrica

  • Dente di leone: è una delle piante dai maggiori benefici in questi casi poiché permette l’eliminazione dell’acqua in eccesso nell’organismo. Bisogna far bollire una manciata di foglie e radici essiccate di questa pianta in un litro e mezzo d’acqua per 15 minuti. Coprite e lasciate freddare. Bevetene una tazza prima dei pasti.
  • Mais: fate bollire alcuni cucchiai di barba di mais in acqua per 20 minuti. Bevete una volta al giorno per stimolare i reni a eliminare il liquido. Per questo è indicato anche nei casi di insufficienza renale (è sempre opportuno consultare un medico).

mais

  • : qualsiasi varietà è buona per contrastare gli effetti della ritenzione idrica. La proporzione per preparare un infuso è di un cucchiaino di foglie secche del scelto per tazza d’acqua.
  • Olmaria: possiede proprietà diuretiche e permette di eliminare gli edemi o l’eccesso di liquidi nel corpo. Preparate un infuso con 4 grammi di fiori e foglie essiccate di questa pianta e bevetelo due volte al giorno.
  • Drosera: ha eccellenti proprietà diuretiche dato che possiede una grande quantità di flavonoidi. Bevete un infuso preparato con 1 o 2 grammi di drosera per tazza, tre volte al giorno.
  • Ciliegie: serve a stimolare l’urina, presentandosi come un ottimo rimedio naturale per le persone che devono “aiutare” i reni per un miglior funzionamento, così come nei casi di obesità, edemi, infiammazione o insufficienza renale.

ciliegie

  • Cicoria: agisce sul fegato e permette di risolvere i disturbi legati a questo organo. Stimola, inoltre, la funzione renale ed è consigliata ai pazienti con gotta, o artrite. Preparate un decotto di 30 grammi di radici secche triturate in un litro d’acqua e bevetene fino a due tazze al giorno.

Ricette di succhi per la ritenzione idrica

  • Succo di pompelmo, mela e finocchio: per questa ricetta avete bisogno di un pompelmo, una mela e ¼ di finocchio. Lavate e tagliate il pompelmo estraendone il succo. Lavate e tritate la mela, e fate lo stesso con il finocchio. Mettete tutto nel frullatore e mescolate per qualche minuto. Filtrate e bevetene un bicchiere la mattina ogni tre giorni.
  • Succo di asparagi e cetriolo: avete bisogno di una manciata di asparagi e di 2 cetrioli. Lavate, sbucciate e tritate. Mettete tutto nel frullatore, filtrate e bevetene un bicchiere al giorno.
  • Succo di prezzemolo e carote: avete bisogno di un mazzetto di prezzemolo, 2 carote grandi e un bicchiere d’acqua. Lavate, sbucciate e tritate le verdure. Mettete nel frullatore con il bicchiere d’acqua e filtratene un bicchiere ogni giorno e mezzo.
  • Succo di carote, cetriolo, prezzemolo, mela e ananas: per preparare questo succo che combatte la ritenzione idrica avete bisogno di 2 carote, un cetriolo, 5 mazzetti di prezzemolo, una mela e 2 fette di ananas. Lavate e tritate tutti gli ingredienti e metteteli nel frullatore con una tazza d0acqua. Bevetene un bicchiere al giorno, sempre a digiuno.

succhi per ritenzione idrica

Guarda anche